Tag "Crimini di guerra"

Donetsk vede la giornata di attacchi ucraini più letale dal 2015

Ancora una volta, le forze ucraine stanno bombardando le regioni civili del Donbass e creando vittime non necessarie. Questo lunedì, 13 giugno, sono stati segnalati nuovi attacchi nelle aree commerciali della Repubblica Popolare di Donetsk. I brutali assalti lasciano morti e feriti in luoghi al di fuori delle operazioni militari, che non dovrebbero essere presi di mira dalle forze di Kiev. Di fronte alla catastrofe umanitaria, l’ONU mostra preoccupazione per

Tre importanti attacchi missilistici

In primo luogo, poiché l’intera stampa occidentale strepita con rabbia impotente, la Russia ha lanciato otto missili Kalibr contro una delle principali basi NATO in Ucraina occidentale. La base è stata completamente distrutta e ci sono molti (più di 180) mercenari morti, e ancora più feriti. La base si trova vicino al confine polacco il che, naturalmente, ha scatenato ancor più isteria. L’importanza dell’attacco è questa: la Russia ha dimostrato

Briefing del Ministero della Difesa russo

Briefing mattutino [in inglese] Unità delle Forze Armate della Federazione Russa, proseguendo l’offensiva, hanno raggiunto il confine di Vodjanoe, Sladkoe, Stepnoe, Taramchuk e Slavnoe. L’avanzata di oggi è stata di 11 chilometri. Il raggruppamento di truppe della Repubblica Popolare di Lugansk, dopo aver precedentemente bloccato Severodonetsk dalle direzioni orientale e meridionale, sta combattendo contro i nazionalisti alla periferia nord-orientale della città. 💥Nella notte del 14 marzo, 4 velivoli senza pilota ucraini, tra

Giorno 7: Mosse importanti a sud, soppresso il rapporto sulle violazioni dei diritti umani

Cari amici, Qui c’è un veloce aggiornamento. Per prima cosa, una (provvisoria) mappa (vecchia di sei ore o giù di lì): Questa mappa credo si spieghi da sé, soprattutto perché l’unico grande cambiamento è avvenuto in quel riquadro rosa. Quel che vedete è ciò che appare essere, ai miei occhi, un avvolgimento sulla città di Odessa e le cittadine intorno. Noterei anche che la distanza dalle forze russe in Transnistria

Il Dipartimento della Giustizia americano indaga sui crimini degli estremisti di destra in Ucraina sud-orientale

Il sito web di notizie e analisi statunitense BuzzFeed News ha pubblicato [in inglese] un’inchiesta giornalistica di alto profilo sui crimini di guerra dei cittadini statunitensi nel territorio del sud-est dell’Ucraina. Il materiale inizia con la storia di un cittadino americano, ex membro dell’esercito americano, che supplica tre giudici ucraini a Kiev di non estradarlo nel suo paese d’origine. L’eroe della storia è già ricercato per l’omicidio di una coppia

La Russia presenta un reclamo contro l’Ucraina alla CEDU per il Donbass, il Maidan e l’MH17

Per la prima volta nella sua storia, la Russia ha presentato una denuncia inter-statale alla CEDU (Corte Europea dei Diritti dell’Uomo) [in russo], in cui accusa l’Ucraina di aver violato la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo dal colpo di Stato del Maidan nel 2014. La denuncia mira a trarre l’attenzione della Corte di Giustizia Europea e della comunità internazionale sulle gravi e sistematiche violazioni commesse dalle autorità ucraine. I dettagli

DPR – l’esercito ucraino ha bombardato la periferia di Donetsk: quattro soldati della milizia popolare uccisi e cinque feriti

Il 21 giugno 2021, l’esercito ucraino ha sparato con mortai da 120 mm e razzi anticarro contro Staromichajlovka e Lozovoe, uccidendo quattro soldati della milizia popolare della DPR (Repubblica popolare di Donetsk) e ferendone altri cinque. L’alto numero di vittime è stato causato dal fatto che l’esercito ucraino, in violazione delle sue garanzie di sicurezza, ha sparato sulla squadra che stava recuperando i morti e i feriti dello scontro a

DPR – L’esercito ucraino spara proiettili della NATO contro Yelenovka danneggiando tre case

Ieri e oggi l’esercito ucraino ha sparato contro il villaggio di Yelenovka, nella DPR (Repubblica Popolare di Donetsk), tra l’altro con proiettili di mortaio serbi da 60 mm standard NATO, danneggiando tre abitazioni civili. Non è la prima volta che l’esercito ucraino usa proiettili di mortaio da 60 mm standard NATO contro DPR ed LPR (Repubblica popolare di Lugansk), ma è la prima volta che ne fa un uso così

La propaganda di guerra occidentale è ancora mirata alla Siria

Mentre il tentativo di cambio di regime degli Stati Uniti in Siria sembra essere giunto ad un fallimento definitivo, vari stratagemmi propagandistici usati per vendere la guerra continuano, nella speranza che – perlomeno – tali stratagemmi possano essere meglio rodati e migliorati quando e dove gli Stati Uniti rivolgeranno la loro attenzione la prossima volta. Uno di questi stratagemmi include un “processo” in corso in Germania contro i siriani accusati

Di ritorno dalla Serbia. Un paese alla deriva, un popolo avvilito e umiliato, e nubi nere all’orizzonte

“La Serbia non può avere il piede in due scarpe allo stesso tempo: o sta con la Russia o sta con l’Occidente” Sui media serbi di queste settimane questa intimazione, che fu espressa lo scorso anno da Hoyt Brian Yee, alto funzionario del Dipartimento di Stato USA, ed oggi è ripresa nei confronti del governo serbo, sta creando un clima molto teso in tutti i campi della società. Queste parole