Tag "Dipartimento di Stato"

Hillary Clinton e i Fratelli Musulmani

Il giornale «Mondo ebraico» ha pubblicato un articolo del giornalista e pubblicista israeliano Alexander Nepomnyashchy, dal titolo «L’ombra in ascesa della signora Clinton».   Ha quarant’anni, e da metà della sua vita sta vicino ad Hillary Clinton. Ha ricoperto una varietà di incarichi, da consulente a capo di gabinetto, mantenendo, di fatto, sempre la stessa posizione di persona di fiducia più intima. Probabilmente queste due donne hanno passato più tempo

Perchè i recenti sviluppi in Siria mostrano che l’amministrazione Obama è in uno stato di confusa agonia

Gli ultimi sviluppi in Siria non sono, io credo, il risultato di un qualche piano messo a punto dagli Stati Uniti per aiutare sul campo i loro “terroristi moderati”, ma piuttosto il sintomo di un qualcosa di molto più grave: la totale perdita, da parte degli USA, del controllo sulla situazione in Siria e probabilmente anche altrove. Lasciate che ri-esponga quello che è appena successo. Primo, dopo giorni e giorni

“Ribelli” controllati dalla CIA cacciano le forze americane da una città

Secondo il Wall Street Journal gli Stati Uniti hanno accettato di unirsi [in Inglese, registrazione necessaria] ad un’ulteriore invasione della Siria da parte della Turchia e delle forze da essa controllate: Gli USA hanno accettato di inviare circa 40 soldati delle forze speciali che lavorino al fianco delle forze turche per combattere lo Stato Islamico nella Siria settentrionale, hanno dichiarato fonti statunitensi. … La missione congiunta porterà le forze verso est,

Il Pentagono guida l’opposizione all’accordo USA-Russia sulla Siria

Evidentemente, non c’è unità tra i funzionari americani di rilievo circa il patto sulla Siria appena concluso con la Russia. Infatti, l’accordo riconosce implicitamente l’accettazione da parte degli USA del ruolo della Russia come attore militare e politico chiave in Siria, così come quello di alleato sul campo di battaglia. La prevista creazione di un Centro Operativo Congiunto, con la partecipazione dei rappresentanti delle forze armate e delle forze speciali

Come i Clintoniani si stanno preparando per la guerra in Siria

I neo-conservatori e i clintoniani hanno lanciato un’importante campagna di comunicazione allo scopo di promuovere l’intervento diretto e l’aggressione della Siria da parte delle forze armate USA, cosa che potrebbe potenzialmente condurre ad una guerra con Iran e Russia, come si può evincere da un indizio emerso non appena è stato chiaro che Hillary Clinton sarebbe stata la candidata del Partito Democratico alle presidenziali. A seguito delle primarie in California,

Ora la stupida Grecia si unisce alla guerra del gas della NATO

Solo diciotto mesi fa erano in corso negoziati tra il presidente russo Putin e quello della Turchia Erdogan per la progettazione di un importante gasdotto in Europa meridionale che partisse dai giacimenti di gas russi, attraversasse il Mar Nero, passasse attraverso la Turchia e arrivasse al confine Greco-Turco. Il Turkish Stream, come era stato chiamato, venne proposto nei colloqui ad Ankara tra Putin e Recep Tayyip Erdogan nel Dicembre 2014

Maria Zakharova: l’intrepida difenditrice bionda della Russia nella guerra delle informazioni

Dal 10 Agosto 2015, l’attenzione del pubblico interessato alla politica si è magicamente spostata verso la musa principale del Ministero degli Affari Esteri russo, il direttore del dipartimento informazioni e stampa, Maria Zakharova. Per essere più precisi, l’attenzione si è concentrata su come questa fragile signora si lanci audacemente contro il bunker della guerra delle informazioni, e contro tutti i tipi di possibili attacchi alla Russia. Non è possibile rimanere

Incontro Nuland-Surkov: gli USA Provano a Riscrivere Minsk II; la Russia Dice di No

La conferenza stampa del Ministro degli Esteri Lavrov dimostra che il governo russo respinge a tutti i livelli i tentativi di riscrivere i termini dell’Accordo di Minsk II sulla ricomposizione del conflitto ucraino. Il Dott. Gilbert Doctorow recentemente ha fatto una discussione magistrale riguardante la conferenza stampa di Lavrov lo scorso gennaio. Argomento dell’incontro con la stampa di Lavrov è stato uno dei più strani e misteriosi meeting che hanno avuto luogo nel

Gli Stati Uniti dicono alla Russia che “è tempo di fare o di tacere”, la Russia non batte ciglio

Il vice-portavoce del Dipartimento di Stato Americano Mark Toner ha rilasciato oggi una dichiarazione interessante e molto significativa. Ha detto alla Russia di “agire o tacere”. Ecco che cosa ha detto esattamente: “Non saprei come esprimermi meglio di così:”è tempo di fare o di tacere”, (…) “è giunto il momento per loro di dimostrare con i fatti, piuttosto che con le parole, di essere seri su ciò che loro dicono

Ecco a voi Natalie Jaresko, dipendente del governo degli Stati Uniti e Ministro delle Finanze dell’Ucraina

Ciao a tutti, qui Yves. Oltre alla relazione scritta da John Helmer su come il governo degli Stati Uniti stia tenendo sotto stretta sorveglianza il governo-fantoccio dell’Ucraina, abbiamo notizia di un articolo apparso a riguardo sulla stampa tedesca, come ci fa notare l’utente “YY”: http://deutsche-wirtschafts-nachrichten.de/2014/12/02/ukraine-us-investment-bankerin-ist-neue-finanzministerin/ http://deutsche-wirtschafts-nachrichten.de/wp-content/uploads/2014/12/jaresko-e1417560819946.jpg Ho come il sospetto che i media negli Stati Uniti non faranno particolarmente rumore circa la sua nomina, né sulle accuse mosse dal suo