Tag "Dmitrij Medvedev"

Putin ha firmato una legge sull’“immortalità” dei presidenti

Il 31 ottobre il presidente russo Vladimir Putin ha presentato alla Duma di Stato una bozza di emendamento alle leggi sulla formazione del Consiglio della Federazione e sullo status di senatore e deputato. Ci sono due grandi innovazioni: il Presidente, al cessare dell’esercizio dei suoi poteri, può diventare senatore a vita; l’attuale Presidente ha diritto di nominare 30 Senatori, sette dei quali a vita. Vladimir Putin continua costantemente la riforma

Potrebbe essere (finalmente!) la fine per gli Integrazionisti Atlantici?

Ormai tutti abbiamo sentito la notizia, l’intero governo russo ha rassegnato le dimissioni ed è stato nominato un nuovo Primo Ministro, Mikhail Mishustin. E sappiamo anche che Internet è esploso con ogni sorta di speculazioni sul significato di tutto ciò. Purtroppo, fino a quando non sapremo chi sarà incluso nel nuovo governo, c’è davvero poco che possiamo dire. Voglio dire, sì, in teoria, potremmo trattenere il respiro e aspettarci che

Prospettive per la nascita di una vera opposizione in Russia

Come previsto, la popolarità di Putin è in crisi. Questo fatto non viene spesso discusso in Occidente, ma la popolarità di Vladimir Putin è in declino da quando, dopo la sua rielezione, ha mantenuto più o meno lo stesso (già impopolare) governo mentre quel governo ha tentato goffamente di “approvare di soppiatto” una riforma delle pensioni. Ora sono state pubblicate le ultime stime [in inglese] e non vanno bene: solo

Come la guerra in Ucraina verrà risolta: Zelenskyj, la Crimea e il Donbass

È necessario trovare un modo per ripristinare i diritti di voto e i servizi sociali ucraini agli abitanti del Donbass, e consentirgli anche di essere protetti dalla Russia contro i nazisti ucraini. Il 30 aprile, la Commissione Elettorale Centrale ucraina ha annunciato [in inglese] che, dopo i risultati finali delle votazioni (che comprendevano oltre il 13% degli ucraini residenti all’estero), Volodmyr Zelenskyj aveva battuto il presidente, Petro Poroshenko, con una

Tre urrà per la riforma delle pensioni

Quando si parla di politica russa, difficilmente un argomento è molto più controverso o più delicato della questione delle pensioni e dalla loro riforma. È un problema preconfezionato con emozioni intense, grandi aspettative e un grado di sacralità che da lungo tempo ha reso evitabili le prospettive di una riforma delle pensioni. È per questo motivo che la scorsa estate, mentre tutti gli occhi del mondo erano puntati sulla Russia

Il tour de force della riforma pensionistica di Putin

Oggi, dopo aver atteso il più a lungo possibile, il Presidente Putin ha finalmente rivolto la parola al popolo russo sul tema della riforma delle pensioni, e ha detto la propria opinione in merito. Quando i pigri pagliacci che gestiscono il sito web presidenziale russo finiranno di tradurre il testo completo, apparirà qui: http://en.kremlin.ru/events/president/news/58405. Potete anche controllare un buon riassunto fatto da RT qui: https://www.rt.com/politics/437112-putin-on-changes-in-russian/ [entrambi i link in inglese].

10 anni fa la Georgia iniziò la guerra con la Russia

L’esercitazione Noble Partner 2018 della NATO ha preso il via in Georgia l’1 agosto e durerà fino al 15 agosto. Più di 3.000 militari provenienti da 13 paesi membri e partner partecipano a questo evento addestrativo che si tiene vicino ai confini della Russia. Sono coinvolte un totale di 140 mezzi militari. Mosca considera queste attività come una chiara provocazione. L’esercitazione è ovviamente un segnale del forte sostegno della NATO

La Russia avverte la Georgia di non unirsi alla NATO

La NATO dominata dagli Stati Uniti vuole che l’alleanza si trasformi in una forza militare globale da far controllare agli USA. Vuole schierare forze della NATO a guida statunitense lungo i confini di Russia, Cina, Iran e altri stati sovrani indipendenti – come parte della sua strategia per il cambiamento di regime globale, con l’obiettivo di creare e preservare un dominio unipolare controllato dagli Stati Uniti su tutto il mondo.

E la banda continuò a suonare

Casey avrebbe ballato il valzer con la bionda fragola E la banda continuò a suonare. Scivolava sul pavimento con la ragazza che adorava E la banda continuò a suonare. Il suo cervello era così carico che quasi esplose; La povera ragazza si scuoteva allarmata. Non avrebbe mai lasciato la ragazza con il ricciolo di fragola E la banda continuò a suonare. – “The Band Played On”, Palmer/Ward.   La canzone

Non c’è nessuna quinta colonna al Cremlino? Ripensateci!

In seguito alla riconferma di Medvedev e del suo governo più o meno rimescolato, l’opinione pubblica in Russia e all’estero si è divisa sul fatto che questo fosse un buon segno di continuità e unità tra i dirigenti russi, o se fosse una conferma che c’è una quinta colonna nel Cremlino che lavora contro il Presidente Putin e cerca di imporre politiche neoliberiste e filo-occidentali al popolo russo. Oggi voglio