Tag "Donbass"

Articolo di Vladimir Putin: “La storica unità di Russi e Ucraini”

Durante la recente “Linea Diretta”, mi è stata fatta una domanda sulle relazioni russo-ucraine: ho risposto che Russi e Ucraini erano un unico popolo, un tutt’uno. Queste parole non sono state motivate da nessuna considerazione a breve termine, o suggerite dall’attuale contesto politico. È ciò che ho detto in numerose occasioni, e ciò in cui credo fermamente. Penso sia quindi necessario che io spieghi con precisione la mia posizione, e

Il Donbass piange la morte della reporter di guerra Katja Katina

La mattina del 9 luglio 2021, la modella e reporter di guerra Ekaterina (soprannominata Katja) Katina è morta a Donetsk, dopo due giorni tra la vita e la morte, a seguito ad un ictus. Il Donbass piange oggi la donna che ha preso parte alla rivolta della regione contro il colpo di stato del Maidan e che per sette anni ha parlato questa guerra infinita. Ho incontrato Katja nel 2016,

Gloria alle nullità ucraine!

I pagliacci del regime di Kiev appoggiato dall’Occidente eccellono almeno in una cosa. Le farse politiche. Ogni volta che il presidente Volodymyr Zelenskyj – un ex comico televisivo – e il suo regime, fanno un annuncio è come guardare i pagliacci che si schiantano in faccia torte alla crema. L’ultima gaffe è la presentazione della divisa da calcio della nazionale ucraina per il Campionato Europeo UEFA, [in inglese] decorata con

La campagna di Zelensky contro la Merkel appoggiata da Washington

L’ambasciatore ucraino presso la Repubblica Federale di Germania (FRG) Andrij Melnyk ha espresso insoddisfazione per il fatto che Berlino non sostiene le aspirazioni di integrazione europea di Kiev, non le fornisce armi e non considera la sua posizione nei negoziati sul Nord Stream 2. Accuse simili erano state precedentemente espresse personalmente da Zelenskyj e dal Segretario del Consiglio per la Sicurezza e la Difesa Nazionale (NSDC) dell’Ucraina, Oleksij Danilov. Allo

Incontro con Vittorio Nicola Rangeloni

Vittorio è una persona capace, ha svolto il lavoro di reporter egregiamente dai fronti del Donbass dal 2015 ad oggi dando sempre un taglio personale ai suoi servizi. In questo incontro presenteremo il suo libro: “Donbass, le mie cronache di guerra” pubblicato da “Idrovolante”. Si tratta di un incontro che Stefano voleva da molti anni. Siamo molto felici che Vittorio abbia deciso di mettere per iscritto le sue esperienze poiché

Il governo ucraino accusa oligarca filorusso e leader dell’opposizione di “alto tradimento”

Il governo ucraino di destra del presidente Volodymyr Zelenskyj ha incriminato il principale leader del partito di opposizione del paese, l’oligarca Viktor Medvedchuk [in inglese], con l’accusa di alto tradimento e appropriazione indebita. Nello specifico, le autorità statali accusano sia Medvedchuk che il suo socio in affari, Taras Kozak, di aver trasferito alla Russia licenze di produzione di petrolio e gas situato nel Mare d’Azov in seguito all’annessione della Crimea

Mare chiuso, Kiev sfidata

La storia del diritto marittimo risale a tempi antichissimi, ma anche l’avvocato e uomo di Stato olandese Hugo Grotius, considerato il progenitore dell’attuale Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare e colui che delineò questi principi nel suo trattato “Mare Liberum” (“La libertà dei mari”), non avrebbe immaginato che dopo 400 anni i posteri avrebbero continuato a discutere sull’argomento dei suoi studi. Queste riflessioni emergono in seguito al clamore

L’Ucraina è un partner strategico americano contro la Russia

L’aggressione orchestrata dagli Stati Uniti contro il Donbass lungo il confine con la Russia dall’aprile 2014 è stata portata a un livello più alto dai membri della linea dura del regime di Biden. Il loro scopo è provocare il conflitto tra Mosca e l’Ucraina colonizzata dagli Stati Uniti. Sebbene improbabile a causa della moderazione russa, si rischierebbe lo scontro diretto tra le principali superpotenze del mondo. La scorsa settimana, senza

Il Giorno della Vittoria

Pubblichiamo un commento e la mia risposta per questa giornata speciale. Il tema di oggi è la vittoria sovietica sulle forze dell’Asse, e in particolare quelle del Terzo Reich. Da un lato vorremmo festeggiare, dall’altro sappiamo quanto il momento sia difficile e quanto poco ci sia da essere allegri. E’ passato un mese da allora e dobbiamo domandarci” cosa è cambiato nel frattempo sulla linea del fronte e nei pressi

Ucraina: un buco nero di tirannia fascista creato dagli USA

Tra i suoi innumerevoli crimini di guerra, contro l’umanità e altri illeciti, il regime di Obama/Biden in Ucraina ha sostituito la democrazia con la tirannia fascista infestata dai Nazisti – nel cuore dell’Europa, al confine con la Russia. In una data imprecisata di maggio, l’interventista Blinken incontrerà a Kiev il presidente fantoccio ucraino installato negli Stati Uniti, Zelenskyj. Secondo l’ex assistente Segretario di Stato americano per gli Affari Europei ed