Tag "Donbass"

L’Ucraina fascista viene sostenuta dalla NATO

La Siria e l’Ucraina sono i principali punti caldi del mondo. La situazione incandescente in entrambi i paesi rischia di far deflagrare conflitti più grandi rispetto a quelli in corso in Medio Oriente e in Europa centrale, al confine con la Russia. L’agenda imperialista di Washington ha la piena responsabilità – vuole un governo fascista fantoccio in Siria simile al suo regime installato a Kiev, nel cuore dell’Europa. A seguito

Perché la Russia non invaderà l’Ucraina, gli staterelli baltici o chiunque altro

La macchina della propaganda Anglo-Sionista ci avvisa costantemente che la Russia sta per invadere un paese. L’elenco dei candidati per l’invasione è lungo, e spazia dalla Norvegia all’Ucraina e include gli staterelli baltici, la Polonia e persino paesi più a ovest. Naturalmente, ci viene anche detto che la NATO e gli Stati Uniti sono qui per impedirlo. Bene, grazie a Dio per loro, giusto? Ma quello che manca in modo

L’inesistente crisi del Mare d’Azov

Dopo la risoluzione del Parlamento Europeo che, contrariamente al diritto internazionale e al buon senso, ha condannato le azioni della Russia nel Mare d’Azov, l’Ucraina ha esultato ed è riuscita a portare la questione delle elezioni nella DPR/LPR alla considerazione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU. La Russia non ha potuto bloccare l’introduzione di questo problema nell’agenda, per ragioni politiche sia morali che a lungo termine. Il fatto è che Mosca

La Duma di Stato facilita la concessione della cittadinanza russa agli ucraini – cosa cambierà ora?

Il 25 ottobre la Duma di Stato ha approvato in prima lettura un progetto di legge che modifica la legge “Sulla Cittadinanza della Federazione Russa”. “Pertanto non sarà necessario adottare leggi separate, e per molti aspetti il problema dei profughi ucraini e degli sfollati interni relativo all’acquisizione di passaporti russi sarà risolto”, ha sentenziato il Parlamento russo. L’adozione di questa legge è diventata la seconda fase delle azioni di rappresaglia di

Le sanzioni russe fanno collassare ulteriormente l’Ucraina

Kiev ultimamente ha aumentato la pressione affinché vengano emanate sanzioni contro la Russia. La Russia sta rispondendo con un massiccio pacchetto di sanzioni [in inglese] contro centinaia di persone fisiche e giuridiche ucraine, le cui azioni hanno causato danni alla Federazione Russa. Un recente studio condotto dall’Istituto di Ricerca IHS Markit nel campo della vulnerabilità di 190 economie ha posto l’Ucraina all’ottava posizione, e ha assegnato il primo posto al paese

Perché Yarosh ha ritirato i suoi nazionalisti dal Donbass

I nazionalisti ucraini hanno lasciato il Donbass, le loro unità saranno schierate nelle regioni instabili del paese. La ragione del ridispiegamento sono le prossime elezioni presidenziali, durante le quali un candidato “filo-russo” potrebbe ricevere il sostegno degli elettori. Lo ha affermato [in inglese] il leader dell’“Esercito Volontario ucraino” (UVA) e deputato della Verchovna Rada Dmitry Yarosh. Alla fine di settembre Yarosh ha specificato i cognomi dei politici odiati: “Se, per

Kudrin offre sostegno agli oligarchi – Capitan Aleksej America contro il Generale Sergej dell’esercito russo

  Il candidato anglo-americano alla presidenza della Russia, che sostituirà Vladimir Putin, riprivatizzerà le risorse della Russia, ed evirerà le difese del paese, ha fatto un nuovo passo. Aleksej Kudrin, licenziato come Ministro delle Finanze, retrocesso a consigliere economico presidenziale, poi nominato [in inglese] Presidente della Corte dei Conti cinque mesi fa, ha pronunciato un discorso all’Unione russa degli Industriali e degli Imprenditori (RUIE) a Mosca, mercoledì. “Oggi”, ha dichiarato

Le relazioni tra Ungheria e Ucraina si deteriorano

Il Ministero degli Esteri ucraino ha espulso un console del governo ungherese per ciò che definisce distribuzione illegale di passaporti ungheresi ai cittadini ucraini. Nel filmato con telecamere nascoste pubblicato su YouTube a settembre, lo staff consolare ungherese nella città di Berehove viene mostrato mentre distribuisce documenti di cittadinanza ungherese e raccoglie giuramenti di fedeltà allo stato ungherese. Secondo la legge ucraina, i cittadini non sono autorizzati a detenere la

Gli esarchi di Bartolomeo e la politica di destabilizzazione di Porošenko

Porošenko ha deciso di costruire la sua campagna elettorale sulla destabilizzazione del paese. Questa mossa potrebbe essere efficace, anche se estremamente rischiosa se Petro Porošenko ha capito quale gioco ha iniziato e se è pronto ad andare fino in fondo. In linea di principio, la destabilizzazione è necessaria per ricevere un pretesto quasi legittimo per cancellare le elezioni, prolungare il suo regno attraverso una bassa affluenza alle urne, reprimere i

La Russia si è arresa all’Occidente?

Alla fine del suo secondo mandato, il Presidente Ronald Reagan, che aveva definito l’Unione Sovietica un “impero del male”, passeggiava per la Piazza Rossa con i russi che gli davano pacche sulle spalle. Fu eccezionale vivere quei momenti. E come abbiamo utilizzato i frutti del nostro trionfo della Guerra Fredda? Questo mese, il leader a vita cinese Xi Jinping era al fianco di Vladimir Putin mentre 3000 soldati cinesi conducevano