Tag "Erdogan"

Sitrep con Stefano Orsi Nr.068

Oggi riprendiamo la situazione in Siria da dove l’abbiamo lasciata, ovvero la contesa di Saraquib. Dopo giorni di battaglie la città è tornata in mano governativa, mostrando una Siria determinata e pronta a ristabilire la sua sovranità. Si è materializzato l’aiuto russo e dal punto di vista militare e diplomatico ci sono le prime novità e successi. Durata 1h circa Buona visione  

Sitrep con Stefano Orsi Nr.067

Questa puntata riguarda le ultime novità nella sacca di Idlib. L’impegno turco a sostegno del terrorismo internazionale è arrivato all’apice e oggi ci sono azioni di guerra vera e propria. Tutto questo in Siria, nazione sovrana che non ha mai invitato la Turchia, né tantomeno ha desiderato essere invasa. Sono dunque giorni di grandi scontri, Stefano ci dirà cosa è successo nelle ultime ore. Buona visione, durata 1h e 30min

Sitrep con Stefano Orsi Nr.066

In questa puntata parleremo solo di Siria e di ciò che è accaduto tra il 3 Febbraio e la data attuale. Scontri quotidiani e avanzate, impegno turco a sostegno dei jihadisti e le numerose vittorie dei governativi. La completa liberazione di Aleppo è solo una delle tante novità di questa puntata. Buona visione

Sitrep con Stefano Orsi Nr.065

– Cosa è successo al volo ucraino in Iran? – Ci sposteremo poi in Siria dove l’avanzata siriana ha provocato una risposta turca. Turchia che dopo aver comprato gli S-400, aver concluso la pipeline in accordo con la Russia, fa oggi la voce grossa per mantenere le sue truppe illegalmente in Siria con pretesti insensati. In sostanza Erdogan sta mostrando il suo vero volto, come un giocatore accanito che non

Sitrep con Stefano Orsi Nr.064

Gli argomenti di oggi: Iran: Aereo abbattuto, cosa è successo dall’ultima volta che ne abbiamo parlato. Siria: Avanzata su Idlib in corso, jihadisti perdono Marat al-Numan, minacce turche, punti di osservazione in territorio siriano. Giornalista ferita. Afghanistan: Jet americano abbattuto. Iraq: Manifestazioni di massa. Virus in Cina e nel Mondo. Durata 1h e 40 circa. Buona visione.

Sitrep con Stefano Orsi Nr.059

Nella puntata di oggi: Aggiornamento dei combattimenti in Siria, conflitto tra Turchi e Siriani.  Sequenza temporale tra il 16 e il 31 Ottobre Blitz occidentale contro Badgadi Putin e Erdogan a Sochi Durata 1h e 40min circa.

Situazione operativa sui fronti siriani del 17-10-2019

Torniamo alla scrittura di un rapporto riguardante la situazione siriana, in attesa di redigere quelli che sono stati i fatti salienti con monografie mensili per luglio ed agosto, che hanno visto progressi notevoli sui fronti di Idlib. Facciamo il punto sulla attualità. La situazione merita la massima attenzione, sono in atto cambiamenti enormi per quanto attiene l’impegno di diverse potenze straniere sul suolo siriano e nascono nuove alleanze. Ci troviamo

Perché l’India dovrebbe prestare attenzione alla diatriba sugli S-400 fra USA e Turchia

Un sacco di sciocchezze sono state messe in risalto dai lobbisti americani durante lo scorso anno, nel senso che Washington era impaziente di punire l’India per aver acquistato il sistema anti missilistico S-400. Questa fobia è stata attentamente fatta circolare nelle discussioni indiane dai gruppi di esperti americani. L’esempio più eclatante è stato dell’esperto strategico indo-americano Ashley Tellis che ha scritto [in inglese] un saggio energico, presentato dalla Carnegie di

Come cadrà Caligola?

Il re e il principe clown dell’Arabia Saudita hanno ordinato al figlio di Jamal Khashoggi di presentarsi al loro cospetto per esprimere le loro condoglianze per l’assassinio del padre. Questo è un tentativo da parte di re Salman di dimostrare che suo figlio Mohammad bin Salman è innocente, e non ha premeditato di far uccidere Khashoggi. Il pubblico per le foto (e il video) è il pubblico saudita, che sembra

Un vertice sulla Siria?

Ieri si è svolto un incontro in Turchia. Si sono visti a casa di Erdogan 4 leaders di 4 Paesi differenti, il premier turco, come padrone di casa, Due leaders di Francia e Germania, i Paesi che comandano la UE, che sono in netto declino e grave difficoltà sia interna che internazionale, al minimo dei gradimenti che sia dato ricordare per quei paesi. Infine si è recato ad ascoltare le