Tag "FBI"

Gli USA si trovano di fronte alla peggiore crisi della loro storia, ed ecco come l’esempio di Putin potrebbe ispirare Trump

Assistere all’ultimo dibattito presidenziale è stata un’esperienza piuttosto deprimente. Penso che Trump ne sia uscito abbastanza bene, ma non è ciò che qui ci interessa veramente. Il punto è: indipendentemente da chi vincerà, una grave crisi è inevitabile. Opzione uno: Hillary vince. Questa è una Obama al cubo, solo peggiore. Ricordate che lo stesso Obama era come Dubya [George W. Bush], solo peggiore. Naturalmente Dubya era proprio come Clinton, solo

Non piangere per me ad Aleppo

“Le società giuste non possono essere governate dalle ricchezze o dagli eserciti, con le loro prospettive troppo limitate”. Platone. Sembra che la battaglia di Aleppo sia destinata a non finire bene per i ribelli e gli jihadisti che occupano la città da ormai quattro anni, vivendo con i saccheggi delle case e delle attività dei sostenitori di Damasco, fuggiti molto tempo fa dalla città, con solo la macchina e poche

Perché il caso delle e-mail di Hillary Clinton non è ancora chiuso

Normalmente, quando il capo dell’FBI sotto un certo presidente dice [NdT:in inglese] qualcosa come “nessun procuratore ragionevole porterebbe un caso del genere in tribunale”, come ha riferito l’FBI per quanto riguarda le e-mail di Hillary Clinton, la questione finirebbe lì; ma la Clinton in realtà non è ancora fuori dai guai della pubblica accusa di questo procedimento penale, a meno che, e fino a quando, non diventerà lei stessa presidente. Riguardo questa materia, la

Sparatoria di Dallas: non menzionate la guerra! Ovvero la guerra razziale

Per me la principale tragedia di questa settimana non è il massacro a Dallas, per quanto sia orribile. È il video girato a Falcon Heights in seguito all’uccisione di Philandro Castile da parte della polizia. Assolutamente straziante da guardare. E dovrebbe essere visto fino alla fine. È una lancinante descrizione di una famiglia distrutta e dei sopravvissuti che cercano disperatamente di tenerla insieme con coraggio e dignità… fin quando possibile. Penso

Lasciate perdere Trump, che dire della pericolosa mentalità di Obama?

Questa settimana il Presidente americano Barack Obama ha guidato il coro denunciando lo sfidante Repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump per avere una “mentalità pericolosa” riguardo al suo coinvolgimento dell’Islam nell’omicidio di massa in Florida.  Identificare il demagogo repubblicano come svitato è un compito piuttosto facile. Ma che dire dell’ancora più pericolosa mentalità del presidente Obama e di altre sezioni dell’establishment di Washington, che, ironicamente, si atteggiano a voci più ragionevoli

Un rapporto dell’FBI indica come nella sparatoria di Orlando non fosse stato ucciso nessuno prima dell’ingresso dello SWAT team nell’edificio: Giudice Napolitano

La notizia che avrebbe dovuto essere dappertutto sulle prime pagine è stata in qualche modo seppellita in mezzo a tutta la narrativa ufficiale che abbiamo dovuto sorbirci a proposito della sparatoria di Orlando. Il giudice Andrew Napolitano ha riferito a Fox News che un rapporto dell’FBI indica come nessuno sia stato ucciso fino alle 05:13 di domenica mattina, quando lo SWAT team della polizia aveva fatto irruzione nell’edificio. “Ecco quali

Il terrorismo americano colpisce Orlando – Non riguarda più solo i Siriani

Un orribile episodio di violenza si è verificato questa settimana, quando Omar Mateen dopo essere entrato in un night club di Orlando, Florida, ha aperto il fuoco, uccidendo 50 persone e ferendone molte altre. Lo stesso Mateen sarebbe poi caduto sotto il fuoco della polizia. Di primo acchito sembra un altro attacco “estremista”, un’estensione della perenne “guerra al terrore” dell’America. In realtà, quella di Mateen è una variante della funzione

False flags e come avviare una “rivoluzione colorata” in Argentina

Come inizia: 1987-88: L’Iran firma tre accordi con la Commissione Nazionale Argentina per l’Energia Atomica. Il primo accordo argentino-iraniano comprendeva l’aiuto nel convertire il reattore fornito dagli Stati Uniti del Centro di Ricerca Nucleare di Teheran (TNRC) da carburante altamente arricchito ad uranio arricchito al 19.75%., e nel fornire questo uranio a basso arricchimento all’Iran. Dicembre 1992: L’ambasciata statunitense informa il governo argentino che la continuazione di un accordo di