Tag "Giappone"

75 anni dai bombardamenti atomici: l’insabbiamento di Hiroshima. Come un uomo del Times ha vinto un Pulitzer mentre era sul libro paga del Ministero della Guerra

All’alba dell’era nucleare, un giornalista indipendente australiano di nome Wilfred Burchett andò in Giappone per documentare i postumi del bombardamento atomico di Hiroshima. L’unico problema era che il Generale Douglas MacArthur aveva dichiarato off-limit il Giappone meridionale, impedendo l’accesso alla stampa. Più di 200.000 persone morirono nei bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki, ma nessun giornalista occidentale ha visto di persona le conseguenze e ha raccontato la storia.  I media

Una “NATO asiatica” può scoraggiare le ambizioni cinesi nell’Indo-Pacifico?

Mentre una nuova alleanza guidata dagli Stati Uniti, una potenziale “NATO asiatica”, prende forma nell’Indo-Pacifico, Washington deve ancora motivare i suoi alleati regionali a contrastare l’ambizione di Pechino, che per loro potrebbe significare danneggiare i legami esistenti con la Cina. Come l’attuale NATO, anche il Quad – il Dialogo Quadrilaterale sulla Sicurezza tra Stati Uniti, Giappone, Australia e India – è guidato dagli Stati Uniti, anche se la sua nascita

La Russia interrompe i colloqui di pace col Giappone

Le controversie territoriali tra Russia e Giappone sono salite di tono durante una riunione dei ministri degli Esteri dei due paesi, Toshimitsu Motegi e Sergej Lavrov, a Nagoya, in Giappone, il 22 novembre, a margine di una riunione dei ministri degli Esteri del G20. Lavrov ha pubblicamente gettato acqua fredda sulle affermazioni giapponesi secondo cui Tokyo sarebbe impegnata in “colloqui persistenti” con la Russia [in inglese] su un trattato di

Un punto blu appena visibile dalla Via della Seta

L’alternativa USA-Australia-Giappone alla Nuova via della Seta ci aiuta a capire perché gli Stati Uniti hanno inviato una delegazione minore in Thailandia e perché l’India si è chiamata fuori dal RCEP [Regional Comprehensive Economic Partnership, Partenariato economico globale regionale]. Sei anni fa il presidente cinese Xi Jinping ha lanciato quella che ora è nota come la Nuova Via della Seta, cioè il più grande e ambizioso progetto infrastrutturale pan-euroasiatico del

Il Dragone presenta il suo piano e nega di voler cercare l’egemonia

Il merito chiave de “La Difesa Nazionale cinese nella Nuova Era”, un libro bianco [in inglese] pubblicato a Pechino dal Consiglio di Stato, è quello di chiarire tutti i rimanenti dubbi su da dove nasca questo “Regno di Mezzo” e su dove si prefigga teoricamente di arrivare entro la mitica data del 2049: ritornare ad essere la principale potenza globale. Sebbene non estremamente prolisso nei dettagli, il libro bianco dovrebbe

Il Saker intervista A.B. Abrams sugli sviluppi geostrategici in Asia

Recentemente ho ricevuto una copia di un libro molto interessante di A.B. Abrams, intitolato “Potere e supremazia: storia dell’intervento occidentale in Asia”: non appena ho cominciato la lettura, ho deciso di intervistare l’autore e di chiedergli cosa sta succedendo in Asia. Mi interessa particolarmente da quando Putin ha intrapreso la versione russa del “pivot to Asia”, con la grande differenza che la strategia di Putin si è già dimostrata un

Il vertice fra Kim e Putin riafferma l’inizio del futuro multipolare

Il summit tra il leader nordcoreano Kim Jong-un e il presidente Vladimir Putin è stato significativo a vari livelli, e riafferma l’inizio di un mondo multipolare. Conoscere i tuoi nemici e capire i tuoi amici è una massima da cui trarre spunto. Per gli attuali stati nazionali, in un momento storico in cui, secondo la formula di Gramsci “il vecchio sta morendo e il nuovo non può nascere” forse abusata

Grazie Russia per aver vinto la Seconda Guerra Mondiale

La Russia celebra la vittoria sul Terzo Reich il 9 maggio; l’Occidente l’ha celebrato l’8 maggio. Celebrazioni separate hanno senso perché i Comunisti hanno combattuto contro i Nazisti in modo diverso dal mondo libero. Gli Stati Uniti hanno combattuto un quarto di quanto hanno combattuto i nostri alleati sovietici – e alla fine abbiamo aperto il fuoco su di loro. Il D-Day è stato programmato per fermare l’avanzata verso ovest

Il Congresso degli Stati Uniti intensifica gli sforzi contro la Cina

New Eastern Outlook ha riportato [in inglese] in numerose occasioni  che la sfera economica e commerciale è al centro del confronto globale, che si svolge su molti fronti, tra le due potenze mondiali (USA e Repubblica Popolare Cinese). Al momento, lo stato di questo conflitto viene descritto come una “guerra commerciale”. Le conseguenze negative di questa guerra commerciale USA-Cina non sono più limitate ai legami bilaterali delle nazioni, ma hanno

Le Nazioni Unite devono uscire totalmente dal controllo amministrativo degli Stati Uniti

Da quando fu deciso di insediare la sede delle Nazioni Unite a New York, l’organismo mondiale è stato tormentato da continue ingerenze da parte del paese ospitante, ovvero gli Stati Uniti, che hanno violato sempre di più la lettera e lo spirito del trattato del 1947, riguardante la sede dell’ONU tra gli Stati Uniti e le Nazioni Unite. Il trattato, firmato il 26 giugno 1947 a Lake Success (New York)