Tag "Golpe"

Aree di crisi nel mondo del 1-5-2019

Dopo una pausa di esame dei conflitti e crisi in corso nel mondo torniamo oggi a compilare un resoconto. Come d’uso affiancheremo anche le nostre valutazioni alle informazioni sui fatti ritenuti di maggiore rilievo per ogni area. Libia Abbiamo deciso alcuni giorni fa di sospendere la compilazione continua di rapporti e bollettini su questo fronte. La nostra valutazione del conflitto ci ha portato infatti a stabilire che non vi sarebbe

Ammirate l’incredibile debolezza dell’Impero!

L’Impero ha subito dolorose sconfitte in Afghanistan e in Iraq, ma bisogna ammettere che questi sono paesi “tosti” da piegare. Sembra che l’Impero abbia anche perso il controllo della Libia, ma anche questo è un paese complesso, molto difficile da controllare. Abbiamo anche visto tutti i patetici affanni con la Repubblica Popolare Democratica di Corea. Ma siamo onesti: gli Stati Uniti non hanno mai avuto una possibilità di assoggettare la

Leni e Stefano, Brexit e Venezuela

Tornano Leni Remedios e Stefano Orsi, in questa puntata discuteranno della Brexit in GB e della crisi in Venezuela che si sta rivelando molto pericolosa per gli equilibri nel mondo. Questo il link del video citato nel nostro servizio, buona visione

La lunga mano Yankee sul Sud America

Oggi mercoledì 23 gennaio 2019 il presidente USA Donald “thedonald” Trump ha firmato un decreto presidenziale col quale “Los Estados Unidos” riconoscono come presidente del Venezuela l’autoproclamatosi tale oggi stesso, Juan Guaido, con un tempismo quindi non solo incredibile, ma chiaramente sospetto. Juan Guaido era presidente dell’Assemblea Nazionale, il Parlamento venezuelano, in cui la composizione uscita dalle urne delle ultime politiche assegna la maggioranza dei seggi alle opposizioni, alla faccia

Stati Uniti – Il golpe dei Clinton

Hillary e Bill Clinton stanno tentando di prendere il potere negli Stati Uniti e non si fermeranno davanti a nulla. Mai un colpo di stato di queste dimensioni era stato tentato in modo così infido. La denuncia di Steve Pieczenik. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Importanti sviluppi in Siria e Turchia

  Questa settimana è stata caratterizzata da due importanti avvenimenti: Stati Uniti e Russia si sono accordati per un piano comune di coordinamento militare in Siria e il fallito colpo di stato in Turchia è stato seguito da una massiccia purga delle élites turche. Siria: I Russi non avevano in realtà nessun’altra opzione se non quella di accettare di lavorare insieme agli Stati Uniti in Siria. In ogni caso, il

Tutto compreso, anche un Colpo di Stato

I processi politici interni in Turchia cambiano la situazione nei Paesi limitrofi Si dibatterà a lungo su ciò che è accaduto davvero in Turchia tra il 15 e il 16 luglio, e queste dispute sono cominciate ancor prima che fosse tutto finito (almeno come fase attiva). Tenuto conto che si è trattato o di un tentativo di colpo di stato, o di una pericolosa ma riuscita provocazione per schiacciare l’opposizione

Il fallito colpo di stato in Turchia – Alcune considerazioni preliminari

Quando ho udito per la prima volta che in Turchia stava avvenendo un colpo di stato, il mio primo pensiero è stato che questo era il modo con cui gli Stati Uniti intendevano punire Erdogan per le sue improvvise scuse alla Russia. Si, certamente, mi rendevo conto che c’erano molte altre possibili spiegazioni, ma questa era quella in cui avevo sperato. Avevo anche detto alla mia famiglia che, se questo

L’Inferno non ha la furia di un Sultano di Teflon (Pepe Escobar sul colpo di stato in Turchia)

Quando il Presidente/Aspirante Sultano turco Recepp Taypp Erdogan è atterrato all’aeroporto Ataturk di Istanbul nelle prime ore di domenica mattina, ha dichiarato che il tentativo di colpo di stato contro il suo governo era stato un fallimento e “un dono di Dio”. Sembra che Dio usi Face Time. E’ stato attraverso quelle iconiche immagini da iPhone, riprese in una località sconosciuta, mostrate in diretta alla CNN turca da una perplessa