Tag "Gran Bretagna"

Quei boriosi britannici hanno bisogno di una lezione a suon di ceffoni

I britannici oggi [il 23 giugno, in inglese] si sono dimostrati un tantino arroganti, e allora i russi hanno risposto aprendo il fuoco: Una nave di pattuglia russa e un jet da caccia hanno sparato colpi di avvertimento poco dopo che il cacciatorpediniere HMD Defender ha violato i confini russi nel Mar Nero. L’attaché militare dell’ambasciata britannica è stato convocato a Mosca. Secondo il Ministero della Difesa russo la nave

Brevi aggiornamenti dal Saker (AGGIORNATO 2 volte)

Cari amici, Oggi inizio un nuovo tipo di post: un breve aggiornamento di notizie. Questo non è un open thread in cui tutti condividono tutte le informazioni più recenti durante una crisi, né un’analisi completa. In questa nuova categoria, ho intenzione di includere alcune piccole notizie rilevanti per quanto discusso in passato o fatti/sviluppi che potrebbero essere discussi in un’analisi completa nel prossimo futuro. Includerò i collegamenti alle mie fonti

Un mare colorato di nero NATO

Benvenuti all’ultimo show della NATO: l’esercitazione Sea Breeze [in inglese] inizia oggi e andrà avanti fino al 23 luglio. I co-presentatori sono la Sesta Flotta americana e la Marina ucraina; il protagonista principale è lo Standing NATO Maritime Group 2. In linguaggio NATO, lo show è solo un’innocua dimostrazione di “rafforzamento di deterrenza e difesa”. La propaganda NATO ci dice che l’esercitazione sta “diventando sempre più popolare”, e che ora

I russi affonderanno una nave inglese la prossima volta?

Per cominciare, ricapitoliamo quello che è appena successo nelle acque della Crimea. In primo luogo, l’HMS Defender è entrato deliberatamente nelle acque russe con il pretesto che i britannici non riconoscono ciò che chiamano “annessione” della Crimea. Gli inglesi lo negano, ma dopo aver visto esplodere 4 bombe davanti all’HMS Defender, hanno cambiato rotta come richiesto dai russi. Quindi, prima di approfondire questo aspetto, teniamo presente anche il seguente fatto:

La guerra… è solo ad un tiro di schioppo, mentre gli inglesi provocano la Russia

Sembra quasi incredibile che una situazione di guerra sia stata ad un tiro di schioppo in un così feroce scontro tra la Gran Bretagna (membro della NATO ) e la Russia. Le motovedette russe hanno sparato colpi di avvertimento contro una nave da guerra britannica armata dopo che questa settimana ha violato le acque territoriali russe. Quindi un caccia Su-24 ha sganciato bombe sulla rotta del cacciatorpediniere britannico costringendolo ad

Perché Mosca semplicemente non lo destituisce

Ogni volta (e ne abbiamo appena avuto dimostrazione) che qualcuno a Kiev crea problemi alla Russia, Internet si riempie di persone che chiedono a gran voce a Putin di andare lì e destituirli. Una sotto-variante è che Mosca, dopo il colpo di Stato di Maidan, avrebbe dovuto invade l’Ucraina, arrestare tutti i nazisti e rimettere Yanukovich al suo posto per terminare il suo mandato in base all’ormai dimenticato accordo stipulato

La polizia politica segreta britannica

Nel dicembre 2018 ho ricevuto un sms che mi ha cambiato la vita. Diceva: “Conosci qualcuno coinvolto nel gruppo inglese del Movimento Internazionale di Solidarietà?”. Un’inchiesta pubblica [in inglese] aveva diffuso il nome dell’“ufficiale sotto copertura che, a quanto pare, vi si era infiltrato, Rob Harrison”. Memorie sepolte da molto tempo affioravano lentamente. Conoscevo quel nome. Quando avevo 20 anni ero stato in effetti coinvolto nel Movimento Internazionale di Solidarietà,

La cinica preoccupazione dell’Occidente per Myanmar

La tre potenze occidentali nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite hanno evidenziato la loro preoccupazione sulla violazione dei diritti umani in Myanmar. Ma la loro “preoccupazione” sembra avere come cinica motivazione quella di creare problemi alla Cina. La scorsa settimana il Consiglio di Sicurezza ha rilasciato una dichiarazione di condanna per la violenza contro i civili da parte del regime militare birmano. Il paese asiatico sta vivendo dei disordini

Prigioniero nei campi di concentramento in America

Questa storia ha tutti i requisiti per essere definita una teoria del complotto, e potrebbe non avere senso per voi senza una qualche base del contesto. Prima che gli Stati Uniti entrassero nella Seconda Guerra Mondiale, era stata scatenata una enorme campagna di propaganda anti-tedesca, portata avanti per anni dal Comitato Creel, guidato da Walter Lippmann e Edward Bernays, quest’ultimo nipote di Freud (1)(2). L’informazione attaccava tutto ciò che era