Tag "guerra"

Sanzioni Seppuku – La grande rivelazione: “Lasciateli volare nello spazio sui loro manici di scopa”

La Russia sta cominciando a rispondere alle folli sanzioni, e le sanzioni sono folli. “La Russia fermerà le consegne di motori a razzo agli Stati Uniti” ha detto il capo dell’Agenzia Spaziale russa. Il capo della Roscosmos ha aggiunto: “Lasciateli volare nello spazio sui loro manici di scopa”. E noi tutti diciamo URRAH! OneWeb ritira i lavoratori dal progetto russo per lancio del satellite a Baikonur. La società tecnologica OneWeb,

Guardando i media: quando le linee parallele convergono, stanne alla larga!

La narrativa russa e quella statunitense sono direttamente conflittuali sulla minaccia di armi di distruzione di massa in procinto di essere dispiegate in Ucraina. Uno dei principali argomenti nell’agenda del summit urgente della NATO ieri a Bruxelles, chiesto dal Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, era la minaccia che la Russia possa usare armi di distruzione di massa in Ucraina per la frustrazione del rallentamento subìto dal suo attacco e

Aggiornamento sull’Ucraina

Nelle ultime 24 ore fino al 23 marzo, le forze russe hanno distrutto o reso inutilizzabili 97 mezzi militari ucraini: lanciatori e un veicolo da trasporto del sistema missilistico tattico Tochka-U in una zona industriale alla periferia nord di Kiev, 8 sistemi missilistici antiaerei — tra cui sei Buk-M1, un S-300 e un veicolo da combattimento Osa — 10 posti di comando, otto cannoni di artiglieria da campo e tre

Rapido aggiornamento sulla guerra in Ucraina

Gli ucraini hanno sparato un missile Tochka-U in un porto dove tre grandi navi da sbarco stavano scaricando il loro carico: il Tochka-U è stato intercettato dalle difese aeree russe, ma i suoi frammenti hanno fatto abbastanza per appiccare un grande incendio su una delle navi, che i russi hanno deciso di affondare nel porto per evitare la detonazione delle munizioni che trasportava. Questo è il primo attacco ucraino che

Il Quarto Reich in ritirata

Questo editoriale vuole smontare fin dall’inizio la concezione che in Ucraina la Russia si è impantanata, che l’operazione speciale stia andando male, o che ci siano dubbi all’interno delle forze armate russe. Dico ciò semplicemente perché sono settimane che ho a che fare con queste voci. Tutto materiale proveniente dalle “nostre” fonti mediatiche. Se non erano credibili ieri per mille ragioni, perchè credere loro oggi? Questo mi sfugge, ma va

Giorno 26 dell’“Operazione Z” in Ucraina

Cari amici, Innanzitutto, un piccolo annuncio: sto lavorando con alcuni amici per cercare di pubblicare una “SITREP Operazione Z” quotidiana nella nostra sezione SITREP. Conterrebbe le ultime notizie e le mappe che tanto piacciono a molti. E’ ancora un lavoro in fase di pianificazione, ma spero di poter iniziare ragionevolmente presto. Poi, secondo fonti cecene, le forze speciali cecene sono entrate nella fabbrica Azovstal di Mariupol. Questa è un’affermazione troppo

La lezione della guerra in Iraq: le “guerre preventive” sono guerre illegali, punto.

È da vent’anni che gli Stati Uniti trattano la sovranità degli stati come una cosa relativa, riservandosi il diritto di attaccare quando vogliono. Questa settimana ricorre il 19° anniversario dell’invasione dell’Iraq da parte degli Stati Uniti, ma negli ultimi due decenni non c’è stata una seria presa di coscienza americana della vastità del crimine commesso dal nostro governo e dai suoi alleati. L’invasione fu un’aggressione non provocata in flagrante violazione

Le molte “grandi esternazioni” innescate dalla guerra in Ucraina

Cari amici, per quattro settimane abbiamo parlato dell’operazione militare speciale della Russia, e la gran parte degli eventi discussi avvenivano o in Ucraina o lì vicino. Mi ricordo di tutte le volte in cui menzionavo “non riguarda solo l’Ucraina ma la futura configurazione della sicurezza collettiva in Europa”, il che è vero. Ma anche questo non mostra il quadro completo. Allora, oggi, propongo di allargare la vista e guardare ad

Giorno 22 – Dove si va? Due decisioni

Cari amici, credo dopo tre settimane di questa Operazione Militare Speciale possiamo fare una pausa e pensare a dove siamo e dove andiamo. La mia prima osservazione è questa: ci sono due gruppi principali di persone, quelli che “l’hanno capita” e quelli che “non l’hanno capita”. In pratica, questo per me vuol dire: quando scrivo, io sto “predicando in chiesa” o cercando di raggiungere gente che è “irraggiungibile” (a esser

I Fumi della Ragione

I recenti drammatici e funesti eventi in Ucraina dimostrano la correttezza della generalizzazione di Dante per cui “l’articular del cerebro (non) è perfetto…” (PUR XXV) – in particolare riferimento a quelli che per 8 anni hanno bombardato l’Est del paese causando circa 14000 morti. E che pensavano cha la mattanza potesse continuare sine die senza conseguenze. A cura di Jimmie Moglia.