Tag "Israele"

L’accordo iraniano, tra scetticismo e nuovi orizzonti

Devo cominciare questo articolo con un mea culpa: ho continuato a prevedere un attacco americano all’Iran almeno fin dal 2007 e, fino ad ora, ho avuto completamente torto. L’attacco non si è mai verificato. Quelle che ho intuito correttamente, o almeno lo spero, sono le ragioni per cui questo attacco non si è materializzato, almeno fino a questo momento. In termini puramente militari un’aggressione all’Iran non avrebbe nessuna possibilità di

L’opportunità sprecata dall’America in Siria

La CIA ha speso 5 miliardi di dollari per armare i gruppi separatisti che combattono il governo di Damasco Cominciamo con due questioni che sono venute alla luce la settimana scorsa. La prima riguarda il programma di destabilizzazione della Siria, di cui il Congresso sta votando la riduzione dei finanziamenti. Sembra che la CIA abbia avuto a disposizione un budget di 5 miliardi di dollari per armare i gruppi separatisti

Anglo-Sionisti 1: Mondo 0 – Punteggio finale?

Tutto ciò è fin troppo ridicolo, fin troppo osceno e ovviamente troppo grottesco per essere vero. Nonostante questo è così. Gli AngloSionisti se la sono presa così tanto per la sconfitta americana (dal Qatar), per la vittoria russa nella competizione che dovrebbe accogliere la Coppa del Mondo di calcio del 2018 e dal fatto che la FIFA ha deciso di votare l’esclusione di Israele, che hanno ordinato una serie di

L’attacco israeliano alla Siria puntava a Mosca

  Israele è sferzante, scegliendo la Russia come bersaglio, e puntando agli alleati dei russi per un confronto diretto con la Russia di Putin: ciò potrebbe rapidamente significare la fine di Netanyahu e del “cane da guardia degli Stati Uniti” nel Mediterraneo. Il 2 Aprile 2015 Israele ha lanciato un attacco aereo contro la Siria. Cacciabombardieri hanno attaccato le zone a Nord di Damasco, nei pressi dell’aereoporto e delle unità

L’accordo con l’Iran – un grande segno di debolezza dell’Impero

Alla fine, sembra che sia stato raggiunto un accordo a Losanna. Non è definitivo, e potranno esserci dei zig-zag, ma sembra probabile che si arriverà ad un accomodamento tra l’Iran e l’impero anglosionista. A parte il fatto che in questo caso gli Anglo sembrano molto più felici dei Sionisti, cosa sta succedendo veramente? Per prima cosa, e l’ho già affermato in moltissime occasioni su questo blog, qua non si parla

Israele e Germania: convergenze indigeste per gli amici della Russia

– Marco Bordoni – “Non abbiamo alleati eterni, e non abbiamo nemici perpetui. I nostri interessi sono eterni e perpetui, e il nostro dovere è seguire quegli interessi.” Lord Palmerston Si preparano dei mal di pancia per il pubblico che segue con simpatia la lotta della Russia per difendere la propria sovranità dai tentativi di sottomissione delle potenze occidentali, specialmente  per le persone che militano nel campo della “sinistra” post

Oggi è stato un giorno molto triste per l’America

Bene, oggi ho trovato incredibilmente triste assistere ai nostri parlamentari che, nella nostra Camera del Congresso, hanno tributato una ovazione al leader straniero di una nazione mendicante (al ritmo di 4 miliardi di dollari all’anno), come se lui avesse risolto tutti i problemi dell’America. Ma il problema è stato che Netanyahu è venuto a fare un discorso che era in diretto conflitto con quello del Presidente Americano. Io non sono

Iraq: Arrestati a Mosul consiglieri militari americani e israeliani dell’ISIL

Tehran (FNA) – Le Forze Speciali Irachene dicono di aver arrestato diversi consulenti militari stranieri dell’ ISIL, compresi cittadini americani, israeliani e arabi durante un’operazione a Mosul, nella zona settentrionale del paese. Le forze irachene han detto di aver recuperato quattro passaporti stranieri da consulenti militari dell’ISIL , passaporti che appartenevano a cittadini americani e israeliani, un altro apparteneva a un cittadino del Consiglio di Cooperazione del Golfo Persico (PGCC).

Cipro, Russia e geopolitica da scacchista dilettante

E’ con interesse che oggi ho visto il Saker ricordare che il governo di Cipro prenderà in considerazione il “desiderio” della Russia di stabilire una base aerea sull’isola. Essendo un cipriota, vorrei cogliere l’occasione per fornire una breve lezione di storia per i lettori, così come alcune riflessioni in materia. Breve storia Cipro è diventata “indipendente” cessando di essere una colonia del Regno Unito nel 1960 (dal 1878), a seguito