Tag "Larry Johnson"

Aggiornamento sul giorno 74 della SMO russa in Ucraina

Venerdì, altri 51 civili, tra cui 11 bambini, sono stati evacuati dall’acciaieria Azovstal di Mariupol. Complessivamente, alcune centinaia di civili sono stati liberati dopo essere stati tenuti in ostaggio come scudi umani da teppisti Nazisti sostenuti dagli Stati Uniti e dall’Occidente all’interno dello stabilimento. Non è chiaro se rimangano dei civili intrappolati. Secondo quella che potrebbe essere una notizia falsa del cosiddetto vice Primo Ministro ucraino Irina Vereschuk, l’ordine del

La Russia continua a sbriciolare l’esercito ucraino e le sue riserve di combustibile

Cerco di seguire i media occidentali per valutare come stia andando la guerra della Russia contro l’Occidente. Ed è di nuovo il caso del cane che abbaia ma non morde. I resoconti mozzafiato, onnipresenti, che hanno dominato le reti televisive nelle prime due settimane della “Operazione Militare Speciale” russa, sono spariti. Al contrario, i media stanno dando aggiornamenti puntiformi impacchettati nella continua isteria su come i russi siano cattivi e

Leggere le foglie di tè delle operazioni psicologiche

Se state cercando un’analisi militare affidabile della situazione sul terreno in Ucraina, prendetevi un’ora circa e ascoltate Scott Ritter intervistato da Gonzalo Lira. Scott ha la migliore comprensione della strategia e delle tattiche militari in gioco nel Donbass. Voglio focalizzarmi sui disperati tentativi ucraini di mettere in piedi attacchi orribili per ravvivare l’odio occidentale verso la Russia. Questo è stato il più “efficace” componente dei fallimentari sforzi ucraini per combattere

La demilitarizzazione dell’Ucraina

Mandare nuove armi all’Ucraina (un argomento popolare fra i politici americani e britannici) è un gesto stupido e vuoto. Perché? Non c’è una forza militare ucraina organizzata e intatta, capace di ricevere e usare queste armi. Volete le prove? Vi ricordo ancora i resoconti senza fiato che riempivano i media occidentali, due settimane fa, sulla colonna russa di carri armati e camion “bloccata” a nord di Kiev. Alcuni media affermavano