Tag "LPR"

Peggio dei Nazisti: due donne della DPR ed LPR raccontano come sono state torturate in prigione in Ucraina

In un briefing con la stampa congiunto con i capi dei gruppi interdipartimentali di nuova creazione della DPR e della LPR (repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk) istituiti per la ricerca di persone scomparse nel Donbass, i giornalisti di DAN hanno potuto parlare con Anna Orlova e Olga Maksimova [entrambi i link in russo], due residenti delle repubbliche che sono state torturate in prigione in Ucraina. Tre generazioni di donne

La LPR ha trovato le prove del coinvolgimento di Protasevich in crimini di guerra nel Donbass

Attraverso la cooperazione giudiziaria con la Bielorussia, la LPR (Repubblica Popolare di Lugansk) ha ottenuto prove del coinvolgimento di Roman Protasevich nei crimini di guerra commessi dal battaglione neonazista Azov nel Donbass nel 2014-2015. Allo stesso tempo, la DPR (Repubblica Popolare di Donetsk) ha avviato la propria indagine per verificare se Protasevich fosse coinvolto in crimini contro i civili nella Repubblica mentre prestava servizio a Shirokino, vicino a Mariupol. Come

Lavrov spiega la posizione della Russia sull’Ucraina

Sullo sfondo di un possibile incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj, il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha illustrato come Mosca ha interpretato gli eventi in Ucraina, e perché le telefonate dei politici ucraini in Russia rimangono senza risposta. Una delle principali questioni politiche che è stata interessante sia per il pubblico russo che per quello ucraino è: i capi dei due

Donbass – l’Ucraina ha appena preparato il certificato di morte ufficiale degli Accordi di Minsk

Mentre Russia, Germania e Francia stanno preparando una videoconferenza nella quale il conflitto nel Donbass sarà discusso senza l’Ucraina, la Rada ha appena approvato una risoluzione che descrive ufficialmente per la prima volta la Guerra del Donbass come un conflitto armato russo-ucraino, il che equivale ad un totale blocco (se non un certificato di morte ufficiale) degli Accordi di Minsk da parte di Kiev. Kiev sabota ulteriori misure di controllo

Se la Russia interverrà, l’esercito ucraino dovrà abbandonare la sua offensiva nel Donbass

In un articolo illuminante, il media ucraino Strana [in ucraino] ha rivelato che non solo l’esercito ucraino si sta preparando per un’offensiva nel Donbass, ma che esiste un piano di emergenza per fermare l’attacco se la Russia dovesse inviare il proprio esercito. Questa informazione è niente di meno che uno smascheramento di sette anni di propaganda ucraina, secondo la quale l’Ucraina sta combattendo la Russia nel Donbass. L’articolo si basa

Accordi di Minsk – l’Ucraina usa il ricatto e richieste deliranti per sabotare il processo di pace

Avendo già utilizzato e abusato di molti metodi patetici per sabotare i negoziati per attuare gli Accordi di Minsk, l’Ucraina ha ora apertamente fatto ricorso a ricatti e richieste folli per finire di seppellire il processo di pace e il Gruppo di Contatto Trilaterale. Come promemoria, l’anno scorso l’Ucraina ha aggiunto alla sua delegazione ufficiale nel Gruppo di Contatto Trilaterale un certo numero di persone della società civile [in inglese],

Kiev è decisa ad aggravare la situazione in Ucraina orientale

Al 28 febbraio continua l’escalation nell’Ucraina orientale. Kiev ha affermato che la DPR/LPR ha violato il cessate il fuoco 7 volte e che un soldato ucraino è stato ucciso. Ogni giorno durante la scorsa settimana, un soldato ucraino è stato ucciso, ferito o altro. “In particolare, il nemico ha aperto fuoco mirato con mortai da 120 mm, lanciagranate di diversi sistemi, mitragliatrici pesanti, cecchini e armi leggere vicino a Pyshchevyk

Processo di pace cosa? Rappresentante della LPR fa un discorso all’UNSC, mentre Germania e Francia abbandonano informalmente il Formato Normandia

Il rappresentante plenipotenziario della Repubblica Popolare di Lugansk (LPR) ai colloqui di Minsk, il Ministro degli Esteri Vladislav Deinego, ha avuto la possibilità di parlare durante la riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite in formula Arria, che si è svolta in videoconferenza. L’incontro è stato convocato per discutere la situazione in Ucraina, alla presenza anche dei rappresentanti della Repubblica Popolare di Donetsk (DPR). Il rappresentante della DPR era il

Il caso MH17: emergono nuovi fatti, e non sono favorevoli all’Ucraina

Nuove circostanze continuano ad emergere nel caso di alto profilo dello schianto del Boeing MH17 nel Donbass. Sebbene la prossima udienza si terrà ad agosto, è possibile che il tribunale dovrà tenere conto delle nuove circostanze. Il presidente della corte Hendrick Steinhays ha dichiarato il 3 luglio che le nuove udienze si terranno solo il 31 agosto 2020. Durante una nuova sessione giudiziaria, la corte prevede di annunciare una decisione

Cosa porrà fine ai tentativi ucraini di riconquistare la Crimea con la forza

L’Ucraina combatterà di nuovo con la Russia. Il “comico” Contrammiraglio Oleksij Neižpapa, il nuovo comandante della marina, ha dichiarato che l’Ucraina si stava preparando a “riconquistare la Crimea”, nonostante le pesanti perdite tra “i suoi soldati e civili”. Non vi è alcun dubbio su quest’ultimo fatto, ma il realismo di questi piani napoleonici solleva interrogativi. Ecco cosa ha detto Neižpapa: Ci stiamo preparando. Non posso dirvi tutto, ma ecco un