Tag "Media"

Come mai in Occidente non si parla più di Siria?

Negli Stati Uniti e in Europa la questione siriana è sparita dalle prime pagine dei media mainstream. Come mai? La spiegazione di Ruslan Ostashko, PolitRussia.com ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

E’ cominciata una guerra mondiale: rompete il silenzio

Ero andato a fare delle riprese cinematografiche nelle Isole Marshall, a nord dell’Australia, nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico. Quando dico alla gente dove sono stato, mi chiedono, “ma dov’è?”. Se do loro un indizio, facendo riferimento a “Bikini”, mi dicono, “intendi il costume da bagno?” Il fatto che il bikini, il costume da bagno, sia stato chiamato così per celebrare le esplosioni nucleari che avevano distrutto l’isola di Bikini, sembra

Zio Samuel punta il dito (ovvero i “Panama Papers”)

I cosiddetti “Panama Papers“, che vengono presentati dai media corporativi di tutto il mondo come il nuovo mega-super-uber Wikileaks, sono semplicemente l’ultima psico-operazione strategica degli Stati Uniti. Naturalmente non si materializzerà mai nessuna prova certa di tutto questo, ma date un’occhiata a questo sommario abbastanza valido della soffiata: La fonte: uno spione anonimo che ha posto la condizione di non essere mai contattato. Il supporto mediatico: 400 giornalisti di 107 organizzazioni

Come sopravvivere sul campo di battaglia della guerra di informazione

C’è indubbiamente una guerra mediatica in corso. Ci sono mentitori convinti, gente che stupidamente ripete le stesse bugie, analisti scadenti ed opinioni promosse al rango di analisi. Per poter distinguere sempre una maggior quantità di informazione dalla disinformazione, si possono usare alcuni sistemi molto semplici. Ma, prima di tutto, bisogna che le persone si dedichino personalmente ad inseguire la verità, non importa dove, avendo il coraggio di accettare una realtà

Gli obbiettivi militari della Russia sono stati raggiunti, Putin passa alla diplomazia

Le “presstitute” americane, come il New York Times e il Wall Street Journal, hanno espresso tutta la loro sorpresa per il sostegno russo al cessate il fuoco in Siria, voluto da Putin, tramite la sospensione degli attacchi contro lo Stato Islamico e il parziale ritiro delle forze russe. Le “presstitute” americane sono prigioniere della loro stessa propaganda ed ora si meravigliano del fallimento delle loro stesse propagandistiche previsioni. Dopo aver

Italiani di Russia per un Mondo MULTIPOLARE

Gli scenari politici e mediatici della Russia e dell’Occidente osservati dal punto di vista degli Italiani residenti in Russia Articolo di Cesare Corda Prendo spunto da un dato statistico abbastanza anomalo, eppure decisamente consolidato, ovvero dal fatto che la quasi totalità degli Italiani (e degli altri cittadini UE) che vivono in Russia si fidano molto di più delle notizie trasmesse dai media russi, piuttosto che di quelle trasmesse dai media

Violenze di Capodanno in Germania

Il tentativo di censura da parte dei mass media tedeschi sugli atti di violenza contro le donne a Colonia, durante la notte di Capodanno. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Nota per i Media Mainstream: Jihadi John NON è il nome di una base aerea siriana

Ecco un gioco interessante che potete fare usando nient’altro che Google. Andate sul maggior motore di ricerca del mondo e digitate “Kuweires”. Noterete che apparirà un certo numero di siti web, dove si parla di una incredibile vittoria riportata dall’esercito siriano, sostenuto dalla copertura aerea russa, in cui è stata liberata una base aerea di importanza strategica, sotto assedio da parte dell’ISIS da due anni e mezzo, con centinaia di

Situazione in Siria – Media briefing del 19/11/2015

Media briefing da parte del Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate della Federazione Russa, Colonnello-Generale Andrei Kartapolov sulle operazioni militari russe in Siria. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it