Tag "Military Watch Magazine"

L’espansione della principale base aerea artica russa potrebbe presto ospitare i Mig-31K e i Su-34 per missioni d’attacco a lungo raggio

Recenti immagini satellitari hanno mostrato che le forze armate russe hanno notevolmente ampliato la pista della base aerea di Nagurskaja – la struttura principale più settentrionale dell’aeronautica militare nella regione artica. L’espansione segue un annuncio dell’inizio dell’anno secondo cui la struttura è ora operativa tutto l’anno, e arriva in un momento in cui il paese sta investendo pesantemente nel rafforzamento della propria presenza militare nella regione con il dispiegamento di

Il Su-57 russo ha capacità di comando e controllo per appoggiare i jet Su-35 in combattimento

Secondo quanto riferito, la Russia ha testato il suo caccia pesante Su-57 di nuova generazione nel giugno 2020 in un ruolo completamente nuovo: comando e controllo di appoggio ai suoi jet Su-35 attualmente in servizio. Sebbene il Su-57 sia ora in produzione di serie, iniziata nel luglio 2019, non è ancora entrato in servizio nell’aeronautica russa, e una vasta gamma di tecnologie di prossima generazione è attualmente in fase di

L’Ucraina rimette in servizio i sistemi missilistici S-125: oggi quanto è utile il Pechora in combattimento?

Mentre l’Ucraina si muove per mettere insieme le risorse che può per rafforzare le sue capacità militari, tra gli scontri in corso con i gruppi separatisti nelle province orientali del paese e le forti tensioni con la vicina Russia, le forze armate del paese hanno iniziato a rimettere in servizio i sistemi di difesa aerea a medio raggio di era sovietica S-125 Pechora, precedentemente ritirati dal servizio. L’S-125 è in

Perché la Corea del Nord sta intraprendendo azioni contro il sud: gli USA stanno alimentando le tensioni al confine nella zona demilitarizzata?

Le relazioni tra la Corea del Nord e del Sud sono peggiorate, nonostante negli ultimi due anni abbiano visto un notevole miglioramento, ed è aumentato il rischio di una potenziale escalation. Pyongyang ha ripetutamente protestato contro il persistere delle dure sanzioni economiche nei suoi confronti, nonostante le considerevoli concessioni da parte sua per ridurre le tensioni, e ha percepito come una minaccia il dispiegamento da parte della Corea del Sud

La Russia considera di migliorare il sistema missilistico S-400 con le tecnologie dell’S-500 per affrontare le minacce ipersoniche

Le forze armate russe si stanno preparando ad inserire il sistema missilistico terra-aria a lungo raggio S-500 [in inglese] in servizio di prima linea, con il sistema entrato in produzione all’inizio del 2018 e attualmente nelle fasi finali dei test. L’S-500 non è destinato a sostituire i suoi predecessori S-300 e s-400 in servizio, ma ci si farà invece affidamento per aggiungere un ulteriore livello alla rete missilistica russa superficie-aria.

Bersaglio Cina e Corea del Nord: la flotta di bombardieri americani B-1B si concentrerà sulle operazioni in Asia orientale

La flotta di bombardieri B-1B Lancer della US Air Force “resetterà” il suo orientamento per fornire pieno appoggio alle operazioni americane di proiezione di potenza nel Pacifico. Ciò rappresenta parte di un riorientamento più ampio delle risorse americane verso la regione, in corso da quando l’amministrazione Barack Obama ha avviato l’iniziativa Pivot to Asia nei primi anni 2010, che ha posto in particolare la Cina e la Corea del Nord

Sono trascorsi trent’anni dal primo volo del caccia bombardiere russo Su-34 Hellduck

Il 30 Aprile 2020 ricorrono i trent’anni dal primo volo del caccia bombardiere Sukhoi Su-34, un derivazione avanzata del caccia pesante da superiorità aerea Su-27 Flanker, pesantemente specializzata nei ruoli di bombardiere tattico e antinave. Lo sviluppo dell’aereo è iniziato nell’Unione Sovietica durante gli anni ’80 come successore della piattaforma d’attacco con ali a geometria variabile Su-24M, ed era uno dei vari ambiziosi progetti derivati allora insieme al Su-30, un

Il JF-17 Block 3 pakistano armato con missili PL-15 è una svolta seria

L’aeronautica indiana sta pianificando ingenti investimenti per l’ammodernamento della sua flotta di caccia e, insieme agli ordini in corso per i caccia d’élite Su-30MKI e per i caccia medi Rafale e MiG-29, il paese sta perseguendo il programma del caccia leggero indigeno Tejas e pianificando ulteriori contratti per jet stranieri. Il concorso MMRCA selezionerà uno dei sette contendenti attuali provenienti dalla Russia e dall’Occidente per la fabbricazione in India su

La flotta di Su-30 MKI indiana

La flotta di Su-30 MKI indiana potrebbe raggiungere la cifra impressionante di 350 caccia, mentre la HAL si attende ulteriori ordini per la produzione su licenza. La compagnia di proprietà statale Hindustan Aeronautics Limited ha completato la produzione di tutti i 272 Su-30 MKI previsti da vari contratti da parte della Indian Air Force per produrre il velivolo su licenza, e ora si attende che l’aeronautica indiana piazzi ulteriori ordini

Costa più di un Su-57? Il caccia indiano Tejas si rivela molto caro

L’aeronautica indiana è decisa a finalizzare un accordo per l’acquisto di 83 caccia monomotore leggeri Tejas Mk1A, che segneranno il secondo ordine importante per l’aeromobile a seguito di un precedente ordine per 40 jet. Lo sviluppo del Tejas è iniziato negli anni ‘80 e, dopo ingenti ritardi e quasi 40 anni di lavoro, l’aeromobile ha ricevuto l’autorizzazione operativa finale (FOC) dall’autorità di certificazione dell’aviazione indiana nel febbraio 2019. Il caccia