Tag "NATO"

La scarsa qualità delle armi tedesche sta facendo perdere l’Ucraina

Il settore della Difesa tedesco ha fatto di tutto per conquistare una maggiore quota di mercato a livello internazionale, e competere con leader del settore radicati come gli Stati Uniti e la Russia, anche se spesso con discutibili successi. Interrogativi sulla qualità [in inglese] degli armamenti tedeschi sono stati sollevati ripetutamente con le prestazioni di diversi tipi di sistemi citati come esempi. Più di recente, il media tedesco Der Spiegel

Vostok 2022 ha grandi messaggi da dare

Martedì scorso l’annuncio del Ministero della Difesa russo delle esercitazioni di comando strategico Vostok-22, dal 30 agosto al 5 settembre, dà un grande messaggio all’Occidente in termini politici e militari. L’annuncio diceva: “Oltre alle truppe (forze) del Distretto Militare Orientale, in queste manovre saranno coinvolte unità delle truppe aviotrasportate, dell’aviazione a lungo raggio e dell’aviazione militare da trasporto, nonché contingenti militari di altri stati”. Se ci sarà una partecipazione da

Per quelli che stanno per scatenarsi, il NAM 2.0 vi saluta

NAM 2.0 – di cui la Cina è un attore chiave – è in netta opposizione a come l’Impero del Caos – e delle Bugie – ha tessuto la sua rete tossica, attraverso la guerra al terrore, dall’inizio del millennio. Quelli erano i giorni, nel 1955, quando alla conferenza leggendaria di Bandung, in Indonesia, il Sud Globale da poco emancipato iniziò a sognare la costruzione di un nuovo mondo, mediante

Cinque mesi di Operazione Militare Speciale – Un riepilogo

Nota: dopo esser stato lontano tre mesi, è un vero piacere tornare al blog. Detto semplicemente, mi siete mancati e mi mancava scrivere analisi. Sono quindi veramente deliziato di essere tornato e voglio ancora una volta ringraziare tutti coloro che hanno aspettato pazientemente che ricaricassi le batterie. Il vostro sostegno significa tutto per me. Grazie di tutto! Il Saker. . Cinque mesi fa, il 24 febbraio, la Russia ha cominciato

Il ruolo della Polonia come “prossima Ucraina”

Mentre i governi e i media occidentali continuano ad aggrapparsi alla speranza di una “vittoria” finale per le forze di Kiev in Ucraina, la “prima linea” viene silenziosamente spostata in Ucraina occidentale e persino in Polonia, appena oltre il confine. I recenti impegni della NATO e le consegne di armi per quest’anno e il prossimo sembrano essere diretti verso l’utilizzo della Polonia come il prossimo ariete che la NATO utilizzerà

La Russia sta avanzando troppo lentamente in Donbass?

Nel 2014/2015 l’allora nascente regime di Kiev subì un’umiliante debacle venendo sconfitto da una forza del Donbass molto più piccola, debole e poco equipaggiata. L’Occidente politico intervenne e costrinse la giunta neonazista a firmare gli Accordi di Minsk per impedire il completo crollo del regime, che, secondo la loro stessa ammissione, ha usato gli accordi per guadagnare tempo e non ha mai avuto intenzione di onorarli. La NATO inviò presto

Sitrep con Stefano Orsi Nr.122

Oggi focalizziamo l’attenzione sulle ultime notizie invece che analizzare la scorsa settimana. Gli eventi che si susseguono negli ultimi tre giorni indicano una nuova avanzata russa su Seversk. Piuttosto elastici gli altri fronti, il terreno ceduto dai russi viene riconquistato dagli ucraini con perdite sensibili che li costringono a ritirarsi poco dopo e lasciare il terreno appena preso.

Il ritorno della guerra industriale

[Nota della redazione: l’autore di questo articolo (decisamente non sospetto di simpatie pro-russe, anzi) fa un’analisi del tasso di consumo di munizioni per l’artiglieria in una guerra convenzionale moderna come quella odierna in Ucraina. E, con preoccupazione, scopre che gli Stati Uniti (e la NATO) potrebbero sostenerla per poco tempo (tre settimane) e, soprattutto, che sarebbe molto difficile porvi rimedio. È un punto di vista pieno di implicazioni.] . L’Occidente

Sfatata un’altra bugia di Zelenskyj – La Casa Bianca dice che l’Ucraina deve cedere territori

Ieri ho parlato del centro commerciale in fiamme a Kremenchug, in Ucraina, sul quale il presidente ucraino Zelenskyj ha falsamente affermato che all’interno c’erano migliaia di persone. Ho chiesto [in inglese]: Le immagini satellitari mostrano che il centro commerciale si trova proprio accanto al grande stabilimento di macchine Kredmash [in inglese]. Era quello il vero obiettivo dell’attacco, col centro commerciale ritrovatosi vittima involontaria? È stato ora confermato che la risposta