Tag "Occidente"

Per quelli che stanno per scatenarsi, il NAM 2.0 vi saluta

NAM 2.0 – di cui la Cina è un attore chiave – è in netta opposizione a come l’Impero del Caos – e delle Bugie – ha tessuto la sua rete tossica, attraverso la guerra al terrore, dall’inizio del millennio. Quelli erano i giorni, nel 1955, quando alla conferenza leggendaria di Bandung, in Indonesia, il Sud Globale da poco emancipato iniziò a sognare la costruzione di un nuovo mondo, mediante

Le ultime notizie sull’Ucraina da Jacques Baud

Thomas Kaiser (TK): Nelle ultime due settimane, la narrazione dei media mainstream è leggermente cambiata. Si sente parlare sempre meno direttamente della guerra, non si parla più delle alte perdite dei russi e dei successi militari degli ucraini. Che cosa è cambiato? Jacques Baud (JB): In realtà non è cambiato nulla. Si tratta di un cambiamento di percezione. È noto da diverse settimane che la situazione dell’Ucraina e delle sue

Zelo indiretto: combattere fino all’ultimo ucraino

Mentre il sanguinoso conflitto in Ucraina continua, la retorica degli armigeri imperiali a Washington e di alcuni alleati si sta fissando sempre più con un obiettivo: la vittoria contro la Russia. Queste parole dovrebbero essere usate con parsimonia, soprattutto date le loro tendenze vincolanti e accecanti. Quando il termine “resa incondizionata” [in inglese] fu usato per la prima volta dal Presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt alla Conferenza di

Il mondo non funziona più così

La Prima Guerra Mondiale segnò la fine di un ordine mercantilista che si era sviluppato sotto l’egida delle potenze europee. Cento anni dopo al suo posto vi era un ordine economico molto diverso (il cosmopolitismo neoliberale). Ritenuta dai suoi architetti universale ed eterna, la globalizzazione ha incantato il mondo per un lungo periodo, ma poi ha iniziato a scemare dal suo apice, proprio nel momento in cui, con la caduta

Un veloce aggiornamento del Saker e alcune note aggiuntive

Cari amici, è passato un mese dal mio ultimo aggiornamento [in inglese] e ho deciso di scrivere questo post per condividere con voi alcuni pensieri. Per prima cosa, la roba noiosa: la mia salute sta migliorando decisamente e, mentre mi spiace molto di esser stato fuori gioco tutto questo tempo, adesso sono sicuro di aver preso la decisione giusta, sia per me che per il blog. Spero di tornare a

Quando le menzogne tornano a casa

Diogene, uno dei più illustri filosofi del mondo antico, credeva che le menzogne fossero la moneta della politica, e lui cercava di scoprirle e smentirle. Per esporre la propria posizione Diogene portava occasionalmente durante il giorno una lanterna accesa per le strade di Atene. A chi gli chiedeva il perché, rispondeva di essere alla ricerca di un uomo onesto. Trovare oggi un uomo onesto a Washington è altrettanto impegnativo. Diogene

Il Truman Show su scala ucraina

C’è questo bel film americano, “Truman Show”, interpretato da Jim Carrey. Fin dalla nascita, l’ignaro Truman Burbank vive nel set eretto dentro un enorme studio cinematografico, pensando di essere nella piccola cittadina di Seaheaven. Nel frattempo, tutti intorno a lui, inclusi i suoi genitori e la sua amata moglie, sono attori di un popolare reality show seguito in tutti gli Stati Uniti. In base al gradimento, alle circostanze e al

Perché l’Occidente brama l’Ucraina

Fino all’entrata in carica di Joe Biden, pensavo spettasse a George W. Bush il premio per la “più stupida cantonata in politica estera della storia”. La sua decisione di invadere l’Iraq, piuttosto che eliminare Al Qaeda, danneggiò gli Stati Uniti e alimentò il terrorismo internazionale. Ma diciamo la verità, Joe Biden ha stracciato G.W. imponendo sanzioni alla Russia che stanno infliggendo l’olocausto economico agli Stati Uniti e all’Europa. Lavoro splendido,

Come incolpare Putin, aiuta Putin

La crisi sistemica cui stiamo assistendo in Occidente (e in altre parti del mondo troppo strettamente interconnesse con l’Occidente per non viverla) è oggettivamente causata dall’Occidente medesimo. Ma gli occidentali, non essendo abituati a riconoscere i propri errori (essendo tutti, nella loro mente distorta, superiori, indispensabili e infallibili), sono costretti a giustificare i loro epici fallimenti, praticamente in ogni ambito, dando la colpa a Putin. Cioè, non incolpano nemmeno la

Il piano americano segreto per Rendere la Russia Grande di Nuovo

In generale, è una buona idea evitare di attribuire intenti nefasti alle azioni spiegate dalla mera stupidità. Ma questo è un caso in cui la mera stupidità non può in alcun modo spiegare la lunga e costante processione di errori in politica estera nell’arco di tre decenni, ognuno dei quali mirato specificatamente a rafforzare la Russia. Non è possibile sostenere che un eccesso di arroganza, ignoranza, avidità e opportunismo politico