Tag "ONU"

I capi di Trump spingono per la guerra nucleare con la Russia

Per la seconda volta in un mese le forze armate siriane e russe hanno subito attacchi aerei. Il febbraio 2018 rappresenta un punto di svolta nella politica statunitense in quanto le linee politiche di Trump, ovvero le “politiche dichiarate” — quali la cooperazione con la Russia contro il terrorismo ed il rispetto per l’integrità territoriale siriana — sono svanite. Con la Siria che lancia missili contro gli aerei USA per

Colonnello israeliano pescato a collaborare con l’ISIS

Questo sicuramente non sarebbe dovuto accadere. Sembra che un militare israeliano con il grado di colonnello sia stato “catturato con i pantaloni dell’IS calati”. Intendo dire che è stato catturato in mezzo ad un branco di cosiddetti terroristi IS – o Stato Islamico o ISIS o DAESH, a seconda delle preferenze -, dai soldati dell’esercito iracheno. Sotto interrogatorio da parte dell’intelligence irachena, a quanto pare ha detto molto sul ruolo

Sitrep con Stefano Orsi Nr.023

Anche questa domenica incontriamo Stefano per avere aggiornamenti sulla situazione in Siria. Come la settimana scorsa parleremo di Afrin. Oggi l’attenzione si sposta anche verso la sacca del Ghouta, dove l’assalto delle SAA non si è fatto attendere. Stefano ci spiegherà anche quanto valga la nuova risoluzione dell’ONU. Buona visione!

Il risultato più importante del 2017: cancellata la grande guerra con la NATO

Politici ed esperti russi hanno espresso la loro opinione su Pravda.Ru sugli eventi più importanti del 2017. Aleksej Puškov, membro del Comitato del Consiglio della Federazione su Difesa e Sicurezza: “Il più grande evento dell’anno è il successo dell’operazione russa in Siria [in inglese] e la liquidazione dell’ISIL come formazione combattente e, ancor più, come entità statale in Siria, questo, a mio avviso, è l’evento più importante. Un altro evento molto

Hezbollah non è una minaccia per l’America

Le accuse inventante contro l’Iran non funzionano I combattenti sostenuti dall’Occidente sono in ritirata, Bashar al-Assad rimane presidente, Hezbollah ha esteso la sua presenza nella regione, il potere di Israele è in declino [in inglese] mentre quello dell’Iran è in crescita. Non un bel risultato per l’investimento di molti miliardi di dollari fatto da Washington nel conflitto siriano, specialmente se la finalità era quella di cambiare la mappa della regione

È ora di prepararsi al peggio in Corea del Nord

I recenti test missilistici e nucleari hanno fatto tornare la questione nucleare nordcoreana al centro dell’attenzione internazionale. Secondo gli analisti, questi test dimostrano che Pyongyang non solo possiede armi nucleari, ma anche missili che possono raggiungere la costa occidentale degli Stati Uniti [in inglese]. Non dovrebbe passare molto tempo prima che la Corea del Nord sviluppi la capacità di miniaturizzare le armi nucleari e adattarle ai suoi missili a raggio intermedio

Una prova ulteriore del perché non ci si può fidare della parola dell’America

Gli eventi recenti confermano la visione di molti che, per gli Americani,  il rispetto delle leggi internazionali è – se va bene – un optional aggiuntivo, piuttosto che una componente essenziale del comportamento fra Stati. Il primo esempio si riferisce al recente stallo tra USA e Corea del Nord. L’articolo 2 (3) della Carta delle Nazioni Unite, un documento della cui formulazione gli Stati Uniti sono stati determinanti, recita: “Tutti

Il Pentagono fortificherà Kabul per la guerra senza fine in Afghanistan

Il Pentagono sta attuando un piano per espandere e fortificare maggiormente la “Zona Verde” di Kabul, la sezione della capitale dell’Afghanistan dove si trovano le ambasciate americane e altre ambasciate straniere, il quartier generale della NATO e di altre forze armate, le organizzazioni internazionali e i ministeri del governo. Questo importante progetto, riferito dal New York Times domenica, coincide con una grande escalation americana del conflitto, che dura da quasi

Ascoltando The Donald all’ONU

Nella tarda mattinata di oggi sono iniziate ad arrivarmi in gran quantità e-mail indignate. I miei corrispondenti riferivano di “essere nauseati” e di provare “dolore al cuore”. La causa di tutto questo? Avevano appena guardato il discorso di Trump all’ONU. Ho sospirato, e ho deciso di guardare il discorso completo. Sì, è stato doloroso. Qui potete leggere il testo completo (non ufficiale) oppure guardare qui il video [in inglese]. La

Benvenuta nel club della bomba H, Corea del Nord!

Dopo mesi di annunci, è successo [in inglese]: domenica 3 settembre, precisamente a mezzogiorno ora locale, la Corea del Nord ha fatto esplodere il suo sesto ordigno nucleare per testare presumibilmente la nuova bomba termonucleare. L’esplosione ha generato un terremoto che è stato avvertito oltre i confini con la Cina, e che ha suggerito una potenza nell’ordine di centinaia di kilotoni, o dieci volte più potente della bomba che gli Stati