Tag "Operazione Militare Speciale"

Trasformare l’Ucraina in un arido deserto

L’Ucraina è una dittatura fascista made in USA, infestata da nazisti. Il suo regime golpista installato dagli Stati Uniti è una piaga purulenta nel cuore dell’Europa. Il governo “di, da e per” tutti equamente, secondo lo stato di diritto, è vietato. Così come tutto ciò che è russo. Non più uno Stato-nazione, la lunghezza e l’ampiezza del suo territorio è pericolosa e inadatta a viverci. È stato così dal colpo

Quando il Maresciallo Kutuzov si unisce al Generale Inverno e al Generale Surovikin, cosa succederà al fronte

Il problema di interpretare la guerra dal punto di vista russo è che l’esercito russo non segnala quando tira un pugno, non fa minacce oziose, non crede alla propria propaganda o fa soldi con i clickbait [acchiappaclick]. Lo Stavka non fa mai trapelare niente [Comandante in capo delle Forze Armate o “Quartier Generale” delle forze armate nella tarda Russia Imperiale e nell’Unione Sovietica]. Al contrario, i commentatori open source russi

I capi dell’intelligence russa e statunitense discutono dell’Ucraina

Il giornale russo Kommersant ha riferito [in russo] oggi sui negoziati tra Stati Uniti e Russia in Turchia (traduzione automatica): Come è stato reso noto a “Kommersant”, oggi, 14 novembre, si stanno svolgendo ad Ankara, la capitale della Turchia, i negoziati tra le delegazioni russa e americana. Il direttore dei servizi segreti esteri Sergei Naryshkin è arrivato ad Ankara per la parte russa. Quest’incontro non era mai stato annunciato pubblicamente.

Aggiornamento Russia/Ucraina

La Russia è politicamente, economicamente, finanziariamente e militarmente al sicuro dagli obiettivi statunitensi/occidentali di dominare la nazione. L’Ucraina infestata dai nazisti è un contenitore vuoto. La sua economia è in rovina, le sue risorse limitate, il regime è praticamente in bancarotta. Per l’egemone USA è considerato solo un’arma per la guerra perpetua contro la Russia – a spese di una generazione perduta di giovani. Centinaia di migliaia di persone sono

La difficile scelta di Surovikin

Nel gennaio 1944, la 6a Armata tedesca, appena ricostituita, si trovò in una situazione operativa catastrofica nell’ansa meridionale del fiume Dnepr, nella zona di Krivoi Rog e Nikopol. I tedeschi occupavano un pericoloso saliente, che sporgeva precariamente nelle linee dell’Armata Rossa. Vulnerabili su due fianchi scomodi e di fronte ad un nemico superiore per uomini e potenza di fuoco, qualsiasi generale degno di questo nome avrebbe cercato di ritirarsi prima

Alcune riflessioni sul ruolo degli “utili idioti” nelle moderne PSYOPS

Devo iniziare con un’ammissione: mentre l’uragano Ian è stato un disastro totale per la maggior parte della Florida, l’uragano Nicole è arrivato giusto in tempo per risparmiarmi di dover reagire all’idiozia di massa che circonda l’annunciato ritiro dell’esercito russo da Kherson. Se non avete ancora ascoltato Andrei Martyanov e Brian Berletic che ne hanno parlato con Gonzalo Lira, cliccate qui [in inglese] per ascoltare la loro conversazione. Inoltre, ascoltate i

La Bulgaria decide ufficialmente di armare l’Ucraina

L’Assemblea Nazionale bulgara ha adottato una decisione storica per iniziare il sostegno militare aperto all’Ucraina La stragrande maggioranza dei parlamentari ha votato a favore della fornitura di armi, munizioni, equipaggiamento, veicoli corazzati e della riparazione dell’equipaggiamento delle AFU danneggiato dai combattimenti. Tuttavia ci sono dubbi sull’attuazione di questa decisione – non tutti i rami del governo bulgaro condividono l’entusiasmo dei parlamentari radicalmente filo-occidentali. Le consegne dirette di armi, veicoli blindati,

La Russia continua a girare: un aggiornamento

Il mio ultimo articolo [in italiano], La Russia va a gonfie vele, necessita di un aggiornamento. Le cose sono cambiate. Stanno cambiando, velocemente. Rotolano, rotolano. Conoscete la canzone, no? In articoli precedenti, come [in inglese] Il Tao di Vladimir Putin, ho spiegato come Putin usi – o sembri usare – le classiche strategie delle arti marziali sulla tela più ampia del conflitto globale, deviando gli attacchi indirizzati alla Russia sull’attaccante.

Decostruire le illusioni occidentali su Ucraina e Russia

Ricordate di aver cercato di comprendere l’enfatica smentita del “Baghdad Bob” iracheno (cioè Mohammed Saeed al-Sahaf) nel marzo 2003, secondo cui non c’erano né truppe né carri armati statunitensi a Baghdad? La maggior parte dei telegiornali via cavo ha accostato l’affermazione di Bob a un filmato in diretta di carri armati che sferragliavano per le strade. Fare la figura dell’idiota era l’ultimo dei suoi problemi. Mi sono chiesto cosa abbia

Rumore e furia

Su testate nucleari, ordine di battaglia e bighe . Sono passate diverse settimane dall’ultima volta che ho pubblicato un articolo in questo spazio – anche se potrei scusarmi per la pausa, in realtà credo che si dovrebbe scrivere solo quando si ha qualcosa da dire – non credo nello scrivere semplicemente per il gusto di farlo (chiamatelo modello Disney). Nelle ultime settimane, gli eventi sul campo in Ucraina sono stati