Tag "Petro Poroshenko"

La processione della croce in Ucraina potrebbe innescare il rovesciamento di Poroshenko

L’autore è presidente del Centro di analisi e previsione dei sistemi. Un tempo era un prominente diplomatico e analista politico ucraino, ed è stato costretto a emigrare a causa del colpo di stato del Majdan. I preparativi per il rovesciamento di Petro Poroshenko sono in pieno svolgimento a Kiev. La svogliata campagna politica che sul tema delle elezioni legislative anticipate non ha fatto progressi per gli ultimi sei mesi, si

Sfatiamo i luoghi comuni più popolari sulla guerra moderna

Come sarebbe una guerra fra Russia e Stati Uniti? Questa è la domanda che mi sento fare più di frequente. Questa è anche la domanda a cui sento dare le risposte più bizzarre e sbagliate. Mi sono già occupato della questione in passato e chi fosse interessato all’argomento può fare riferimento ai seguenti articoli: Ricordando le importanti lezioni della guerra fredda Cercando di dare un senso al martello da un miliardo

Corri, Petja, Corri!

– Marco Bordoni – La copertura mediatica occidentale della crisi ucraina è passata dai titoli dei testa dei tempi di Maidan (2013), ai vergognosi reportage embedded dai teatri di battaglia della ATO in buon risalto nelle pagine esteri (2014), ai trafiletti (2015), fino al silenzio totale di oggi. Nulla di casuale: il riscontro informativo riflette con precisione lo sviluppo di una strategia politica. Il paese è stato preso, radicalizzato, condotto in una

Perché l’Ucraina ora ha bisogno della Russia più che mai

A gennaio, il presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko si è congratulato con il paese per essere riuscito a sopravvivere al suo primo inverno senza l’acquisto di gas russo. Ha invece comprato del gas europeo che, come Poroshenko ha sottolineato con orgoglio, era del 30% più costoso. Questo riassume il problema centrale che l’economia ucraina si trova di fronte. Non è la corruzione, un problema serio per cui si può fare poco

Ucraina: Oligarchi di nuovo pronti a disputarsi il Paese

 – Marco Bordoni – Mentre il mondo ha gli occhi rivolti alla Siria, in Ucraina succedono cosette interessanti. All’ombra della Pecherskaja Lavra la lotta politica ruota attorno alla figura di Viktor Shokin, Procuratore Generale, insediato il 10 febbraio scorso da Poroshenko con i voti favorevoli dei deputati dello stesso Poroshenko, di “Nostra Ucraina” (partito del Primo Ministro Yatzenjuk) e del “Blocco delle Opposizioni”, erede politico del vecchio Partito delle Regioni.

Poroshenko ad Hollywood: un Fiasco Preannunciato

– Antonio Nannipieri e Marco Bordoni – Il pistolotto introduttivo del Presidente Poroshenko al film di propaganda “Raid” (una epopea onirica in cui una pattuglia dell’esercito ucraino sconfigge praticamente l’intero esercito russo) ci sollecita, oltre a qualche risata amara, una riflessione sul rapporto fra potere politico ed esagerazione grottesca. Che si sia davanti ad una manifestazione clamorosa del genere di caricatura a cui la cronaca politica ucraina ci ha abituato

Giocattoli per Poroshenko

In guerra i primi a soffrire sono sempre i bambini. Un altro bellissimo video di Artyom Grishanov sulle sofferenze della gente del Donbass. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Gravi Scontri a Kiev un Morto ed oltre Cento Feriti (Aggiornamenti)

Nella giornata di oggi il Consiglio Supremo di Kiev, su iniziativa del Presidente Poroshenko, ha approvato in prima lettura una modifica costituzionale relativa alla concessione dell’autonomia ai territori del sud est controllati dalle Repubbliche secessioniste. L’emendamento è passato con i voti favorevoli della maggioranza parlamentare (formata dai partiti di Petro Porosenko e del duo Oleksander Turchinov e Arsenj Yatsenyuk) e dal Blocco di Opposizione (votato nelle regioni russofone).  Hanno votato

L’Ucraina precipita nell’abisso

I pensionati si suicidano mentre si parla apertamente di default. Con la moneta in caduta libera e i prezzi del cibo e del carburante alle stelle, i leaders vestono gli abiti tradizionali e fanno il muso duro. Natalie Jaresko ha il viso triste di uno stregone a cui le magie del voodoo hanno cessato di funzionare molto tempo fa. Il Ministro delle Finanze Ucraino, la signora Jaresko è oggi un’apparizione