Tag "Polonia"

Le contraddizioni tra Polonia, Ungheria e Unione Europea stanno di nuovo aumentando

Si avvicina il momento in cui l’Europa inizierà a stanziare fondi per aiutare a ricostruire le economie nazionali colpite dalla pandemia di Covid-19. Un vertice dell’UE è stato dedicato a questo argomento a luglio. Uno dei risultati è stato un accordo per legare i pagamenti agli stati beneficiari al loro rispetto dei valori europei fondamentali. Stiamo parlando dei principi della democrazia e del rispetto degli standard dello stato di diritto.

Lavrov ha offerto alla Merkel una scelta fra la Russia e Navalnyj

In effetti, la dichiarazione rilasciata un paio di giorni fa, in cui la Russia accusava la Germania dell’imminente deterioramento delle relazioni tra i paesi a causa della situazione con Navalnyj, aveva lo status di una dichiarazione del Ministero degli Esteri. Ma poiché il dipartimento diplomatico non rilascia dichiarazioni che non verrebbero approvate dal suo capo, possiamo giustamente definire Sergej Lavrov il suo coautore. Inoltre, sono assolutamente sicuro che se Vladimir

Il mondo è uscito completamente di senno

Tutti noi sappiamo di star vivendo in un tempo folle e pericoloso, eppure non smetto di stupirmi di quello che la macchina propagandistica imperiale (anche nota come l’eredità dei media sionisti) cerca di farci ingollare. La lista della roba veramente merdosa a cui ci dicono di credere ora è molto lunga, e oggi voglio solo segnalare alcuni dei miei “favoriti” (per così dire). Per primo, naturalmente, c’è lo scandalo del

Sitrep con Stefano Orsi Nr.079

Questa puntata è incentrata sulla Bielorussia, parleremo degli incontri tra Lukashenko e Putin, i risultati delle loro consultazioni e delle ingerenze straniere nel paese. Un accenno anche a Navalny, che non smette di far parlare di sé.

La Chiesa Cattolica come motore delle proteste in Bielorussia

Molte persone parlano del ruolo di diversi Paesi nelle proteste bielorusse, ma molto più significativo è il fattore dell’attività della Chiesa Cattolica sia in Bielorussia che all’estero. Sono i “Santi padri” che, sotto le spoglie di predicatori, approfittano del loro status speciale nella società, interagiscono attivamente con chi protesta, incitano all’intolleranza sociale e all’odio per le autorità. Guardiamo come si è sviluppata la situazione, e quali sono le prospettive. Molto

La lobby della NATO riconosce che la sua rivoluzione colorata è fallita

Il 15 agosto abbiamo spiegato perché la rivoluzione colorata in Bielorussia sarebbe fallita [in inglese]. Il Presidente Aleksandr Lukashenko aveva offerto al presidente russo Vladimir Putin di attuare finalmente lo Stato dell’Unione, a lungo ritardato, che unirà la Bielorussia alla Russia. In cambio, ha chiesto il pieno appoggio russo per fermare la rivoluzione colorata guidata dagli Stati Uniti contro di lui. Putin ha accettato l’accordo. Conseguentemente: Lukashenko e la sua

Il ruolo della Polonia nelle proteste in Bielorussia: il carlino non vede l’elefante

La Polonia non ha il potenziale per condurre una propria geopolitica, ma svolge un suo ruolo distruttivo in Bielorussia: questo ritiene il pubblicista e politico polacco Mateusz Piskorski.     Tre aspetti della partecipazione della Polonia alla rivoluzione colorata in Bielorussia La Polonia funge da subappaltatore per gli Stati Uniti e il Regno Unito nei loro progetti geopolitici. Uno di questi progetti è destabilizzare la Bielorussia. Questa è la ragione

Ultim’ora: Il Presidente Putin dice che la Russia aiuterà la Bielorussia (AGGIORNATO!)

Il Presidente Putin ha appena rilasciato una intervista al giornalista russo Sergei Brilev in cui ha affermato che: Russia e Bielorussia sono alleati nella CSTO [Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva] Russia e Bielorussia sono anche Stati dell’Unione [Russia-Bielorussia] La Russia ha degli obblighi nei confronti della Bielorussia Lukashenko si è appellato a quegli obblighi Putin ha concordato di creare “una forza di riserva di sicurezza” che è pronta ad

La Seconda Guerra Mondiale è iniziata col bombardamento di Leopoli: Zelensky continua a riscrivere la storia

Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che la prima azione di combattimento della Seconda Guerra Mondiale è stata il bombardamento di Leopoli da parte di aerei tedeschi nel settembre 1939. Questa affermazione è abbastanza coerente con la scelta dell’attuale presidente dell’Ucraina di continuare a riscrivere la storia militare. Allo stesso tempo, l’Ucraina non fornisce le cure necessarie o il dovuto rispetto ai veterani di guerra. Anche se il nonno

Per premere sulla Russia, la Polonia probabilmente accoglierà i soldati statunitensi ritirati dalla Germania

Secondo i media americani, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump sta progettando di ritirare 9.500 soldati dalla Germania. Il numero di truppe statunitensi in Germania sarà quindi ridotto a circa 25.000 in un momento in cui però Varsavia insiste per il rafforzamento della presenza militare americana in Polonia. La Germania paga 35.000 soldati stranieri e di 17.000 lavoratori civili, e relative famiglie per la permanenza nel paese europeo. Tra