Tag "Poroshenko"

La “XXVI Conferenza del Partito della NATO” a Varsavia (un commento)

E così il tanto pubblicizzato summit della NATO a Varsavia si è finalmente svolto. È stato un successo totale, almeno per il fatto che l’esito ha corrisposto alle aspettative: Poroshenko e Nadezhda Savchenko sono stati invitati e trattati come ospiti rispettati La Russia è stata condannata per le sue “aggressioni” alla Georgia, alla Crimea e all’Ucraina I Polacchi hanno ricoperto Varsavia di poster che dicevano “ACHTUNG RUϟϟIA” I Paesi Baltici hanno avuto

Opzioni americane in Ucraina: scatenare una guerra di religione?

Ascoltando i media imperiali si potrebbe quasi essere giustificati nel pensare che in Ucraina non stia succedendo nulla di drammatico e che la crisi si sia in qualche modo praticamente stabilizzata. Beh, perché no? Ci sono state recentemente delle elezioni e, apparentemente, sono andata bene, la Russia continua con il suo solito atteggiamento malevolo e minaccioso nei confronti dell’Europa, ma almeno Putin è stato costretto a rilasciare la Giovanna d’Arco

Le cifre sulle perdite di armamenti dell’Ucraina confermano l’entità della sua sconfitta

  I dati pubblicati dall’Istituto Internazionale di Studi Strategici confermano che durante i combattimenti nel Donbass nel 2014 ed inizio 2015, l’Ucraina ha perso più della metà del suo equipaggiamento militare. Come ho recentemente sostenuto per The Duran, il Presidente dell’Ucraina, Poroshenko, ha ora di fatto ammesso che l’Ucraina ha subito una sconfitta militare, nella guerra che ha condotto per riconquistare il Donbass. Probabilmente non è solo una coincidenza che

Poroshenko non ha offerto di cedere il Donbass alla Russia

L’edizione russa di Forbes sostiene che Putin ha riferito agli industriali che durante i negoziati di Minsk 2 l’Ukraina di Poroshenko avrebbe offerto di cedere il Donbass alla Russia. Un articolo recentemente apparso sull’edizione russa di Forbes sostiene che Putin, durante un meeting di industriali svoltosi il 19 Marzo, avrebbe riferito  che durante le negoziazioni di Minsk del Febbraio 2015 il presidente ucraino Poroshenko avrebbe offerto di cedere il Donbass alla Russia. Si

Ucraina al Bivio: Dittatura Poroshenko o Anarchia

– Marco Bordoni – Volodymyr Groisman, esponente della comunità ebraica della città di Vinniza (Ucraina Centrale), di cui è stato sindaco per molti anni, attuale presidente della Rada, ha formalmente accettato l’incarico di formare il nuovo governo ucraino. Groisman è considerato uomo di fiducia di Poroshenko. Sulla composizione del governo gravano incognite interne ed esterne. Sul fonte interno, dopo mesi di consultazioni infruttuose sulla successione a Yatzeniyk, dimissionario da domenica

USA e FMI danno al Governo di Kiev l’Avviso di Sfratto: cosa verrà dopo?

Ormai lo hanno capito anche i sassi: la più importante riforma che gli americani vogliono in Ucraina è che il premier Yatzeniyk,  ormai più impopolare del mal di denti, e il Governatore Generale Shokin, troppo poco controllabile ed in rotta di collisione con personalità chiave dell’establishment, si tolgano di torno e lascino il posto a qualche altra strana creatura uscita dai laboratori segreti della CIA. Il problema è che  il

Il Processo Minsk 2, la Tela di Penelope

– Marco Bordoni – Secondo alcuni il processo di Minsk è un fallimento, ma questa opinione è frutto del pregiudizio secondo cui Minsk sarebbe inteso a risolvere la crisi. Le cose stanno diversamente. Minsk II è una grande macchina che restituisce l’input come prodotto o, se preferite, un labirinto concepito per riportare chi vi si addentra al punto di partenza e, in quanto tale, non solo è un indiscutibile successo,

Poroshenko alla Knesset: come diventare un Banderista Kosher e sedersi su tutte le Sedie contemporaneamente

Lo scorso 23 dicembre il Presidente Poroshenko ha visitato Israele tenendo un discorso allo Knesset. L’autore di Novorus.info, Alexandr Rogers, propone ai suoi lettori un divertente commento al discorso tenuto dall’Ucraino. Ieri scoiattolino Poroshenko ha superato sé stesso. Boris Nicolaevich Eltsin, insieme con la sua orchestra, guardano con invidia dalla tomba. Cosa costa anche un solo tentativo di farsi il segno della croce indossando la kipà! In quell’istante tutti gli

Boris Gryzlov e l’Ucraina: la Russia coinvolge un Peso-Massimo

La nomina di Boris Gryzlov a rappresentante della Russia nel Gruppo di Contatto porta un personaggio decisionale chiave nel cuore della crisi La nomina che il Cremlino ha appena annunciato sottolinea quanto la leadership russa tenga in alta considerazione il conflitto ucraino. Si tratta della nomina di Boris Gryzlov a rappresentante del così detto Gruppo di Contatto. Il Gruppo di Contatto è stato creato nel Giugno 2014 come risultato degli

Poroshenko sostiene l’ISIL

Se ne parla molto e spesso, ma vale la pena di affermarlo ad alta voce e senza lasciarsi condizionare dal potere costituito: le autorità ucraine appoggiano le azioni dello Stato Islamico per ragioni politiche. Bisogna anche notare che l’appoggio non è solo di tipo morale. Iniziamo dall’aspetto meno appariscente del problema. Incolpando altri dei propri peccati, anche di fronte al compattarsi dell’opinione pubblica mondiale contro ISIL, il presidente ucraino Petro Poroshenko insiste