Breaking news
  • No posts where found

Tag "propaganda"

Svezia, sottomarini e propaganda

Nella più recente cooperazione militare con l’alleanza militare USA-NATO, la Svezia  ha ospitato le forze armate di molti paesi che hanno partecipato all’Esercitazione Aurora svoltasi a settembre. Come sottolineato da Euronews, “la Svezia sta intraprendendo la sua più grande esercitazione militare nella paura del rafforzamento dell’esercito russo”, mentre il quartier generale della NATO ha annunciato che “nell’attuale contesto di sicurezza, che ha visto accentuarsi la preoccupazione verso le attività militari

Che cosa c’è che davvero non va in Russia Today e Sputnik? (AGGIORNATO)

Oggi toccherò un argomento che sinceramente mi rattrista, ma che non posso ignorare, anche solo perché anche tanti altri lo hanno notato e mi hanno chiesto: che cosa c’è che davvero non va in Russia Today e Sputnik (RT&Sp)?! Sappiamo tutti che il governo degli Stati Uniti ha intrapreso una campagna per perseguitare queste due emittenti mediatiche russe negli Stati Uniti, costringendole ad essere gli unici media esteri a registrarsi

Rivisitando i metodi di contro-propaganda russi

Uno speciale ringraziamento al mio Direttore della Ricerca, Scott, per avermi fornito le informazioni di base per questo articolo Tutto quello che ci era stato detto dell’Unione Sovietica si è rivelato una bugia, ma tutto quello che ci era stato detto dell’Occidente si è rivelato vero Barzelletta russa Nel maggio del 2016 scrissi un articolo per The Unz Review intitolato “Contro-propaganda, al modo russo”, in cui ho cercato di mostrare

Perché sono ricercato dalla BBC…

La posizione del Regno Unito sulla situazione ucraina sta diventando sempre più aggressiva:  L’incarcerazione di Ben Stimson [in inglese]: Rank Injustice, Hypocrisy in the UK – The Case of Ben Stimson and Chris Garrett L’aumento del suo sostegno alle forze armate ucraine [in inglese]: United Kingdom Steps Up Support of Ukrainian Army Still Shelling Civilians Nel caso di Ben Stimson c’è stato un collegamento tra la BBC e il governo britannico, con

L’Occidente sta diffondendo una nuova ondata di film buonisti e false speranze

Guardate i film campioni d’incassi dal “sud del mondo” e probabilmente comincerete a credere che il mondo non sia davvero un posto così disperato. Forse potreste persino convincervi che con l’attuale regime globale imperialista e turbo-capitalista le cose possono sempre migliorare. Se vivete in ​​qualche angolo sperduto del subcontinente indiano o dell’Africa, basta semplicemente provarci duramente, basta “credere in te stesso e amarti”, basta “ascoltare i tuoi istinti” e tutto

Perché votare per Trump era la cosa giusta da fare (7 ragioni)

Ora che Trump ha già completamente tradito tutte le sue promesse elettorali e che i suoi 100 primi giorni in carica sono contrassegnati da nient’altro che caos totale, incompetenza, tradimenti dei suoi amici e alleati più vicini, di politica estera esibizioni irragionevolmente pericolose e totalmente inefficaci. C’è un sacco di gente in giro che dice “ve l’avevo detto!”, “come potevate prendere sul serio questo pagliaccio!” e “vi siete finalmente svegliati

Come vengono realizzati i video dei Caschi Bianchi

Il video qui sotto è stato caricato il 18 novembre sul canale Youtube del RFS Media Office (Ufficio Stampa delle Forze Rivoluzionarie di Siria), un’organizzazione propagandistica che sostiene diversi gruppi che combattono contro il governo siriano. In esso si vede la “ripresa” di una scena dove alcune persone in tenuta da Caschi Bianchi “portano in salvo” un uomo. Per circa 20 secondi i due “soccorritori” e la “vittima” rimangono immobili,

I media russi amano davvero la campagna per demonizzare Putin

Nel maggio scorso scrissi un articolo intitolato “Contro-propaganda alla maniera russa” [in italiano], in cui spiegavo come, lungi dal vietare o dal censurare la campagna occidentale anti-Putin e anti-Russia, i media russi la descrivevano in tutti i minimi dettagli. Sei mesi dopo, non solo tutto questo è ancora vero, ma ora il livello della copertura (mediatica) è decisamente aumentato. Guardate questo fermo immagine dall’ultimo (e più seguito) notiziario televisivo settimanale:

Damasco viene accusata ancora una volta di usare armi chimiche

Le accuse americane riguardo al presunto utilizzo da parte di Damasco di armi chimiche rimangono una parte estremamente importante della campagna di propaganda di Washington, che ha lo scopo di facilitare i suoi tentativi di rovesciare il governo di Bashar al-Assad. Tali affermazioni hanno iniziato a circolare nei media occidentali per la prima volta nel 2013. Allora il pluripremiato giornalista investigativo Seymour Hersh [in Inglese] aveva sorpreso l’amministrazione Obama a mentire quando affermò

In Siria se non riesci a trovare dei moderati, ti basta travestire qualche estremista

L’ultima produzione della BBC è tanto assurda quanto trasparente e ripugnante Leggendo i sempre più disperati notiziari dei media occidentali, mentre le forse terroriste sponsorizzate dagli USA e dai loro alleati iniziano a cedere davanti all’efficace offensiva russo-siriana, i lettori avranno sicuramente notato come, sebbene i termini “ribelli moderati” o “opposizione moderata” siano usati spesso, i media occidentali non sono apparentemente in grado di citare una singolo gruppo o un singolo