Breaking news
  • No posts where found

Tag "Raqqa"

Siria: guardando il confine giordano

Mentre l’attenzione per quanto riguarda il conflitto siriano si è spostata quasi esclusivamente sui recenti attacchi dei missili da crociera degli Stati Uniti, è evidente che gli attacchi sono stati progettati per gettare le basi per implicazioni molto più grandi. Particolare attenzione dev’essere prestata alle forze statunitensi che operano sia all’interno del territorio siriano che lungo i confini della Siria. Banalizzare l’uso di armi per attacchi da grande distanza come

I missili americani colpiscono le forze siriane che combattono Al Qaeda

Oltre 60 missili cruise lanciati dalle forze armate americane hanno colpito una base militare siriana vicino Homs, che attualmente costituisce la prima linea tra le forze arabo-siriane e varie organizzazioni – definite dallo stesso Dipartimento di Stato Americano – terroristiche , tra cui Al Nusra e l’autoproclamato Stato Islamico. Secondo quanto riportato, l’attacco è stato effettuato come ritorsione per un presunto “attacco con armi chimiche” vicino alla città di Idlib

Situazione operativa sui fronti siriani al 7-4-2017

  Aggressione statunitense alla sovranità siriana Questa notte alle 3.40, ora di Mosca, è scattato l’attacco illegittimo del USA ai danni della Siria, Paese sovrano. Questa gravissima aggressione rappresenta un vero e proprio atto di guerra che non possiamo che condannare, in primo luogo in quanto assolutamente gratuito e in piena violazione del diritto internazionale, in secondo luogo perché motivato da una operazione prettamente mediatica, volta a provocare l’aggressione americana

L’amministrazione Trump colpita da follia neoconservatrice

Cavolo ragazzi, non ci è voluto molto. Come ho scritto a febbraio, i Neoconservatori e lo stato profondo americano hanno completamente castrato Trump [in italiano]. Basta guardare questi due titoli di RT (e leggere gli articoli) [in Inglese]: “Ha oltrepassato diversi limiti”: Trump parla del presunto attacco con gas chimici in Siria “Saremo costretti a intraprendere azioni unilaterali” se le Nazioni Unite falliranno in Siria – afferma l’inviato degli Stati Uniti

Washington uccide più civili che terroristi in Medio Oriente

Secondo quanto dichiarato dall’agenzia di stampa turca Andalou il recente attacco lanciato dalla coalizione a guida USA circa 20 miglia ad ovest di al-Raqqah ha causato la morte di centinaia di civili, colpendo una ex scuola usata come rifugio per i profughi. Si è saputo anche che il bombardamento ha colpito più di 50 famiglie che erano fuggite dalle città di Hamas, Homs e al-Raqqah, nel tentativo di salvarsi la

Situazione operativa sui fronti siriani del 24-3-2017

  Diversi sono i fronti attivi al momento ma alcune situazioni di interesse mi spingono a scrivere immediatamente una nuova situazione operativa per meglio spiegare come stiano evolvendo i fatti in maniera davvero significativa e favorevole alla Siria.   Provincia di Aleppo Dair Afir Procede bene anche oggi l’avanzata siriana, altri villaggi sono stati liberati, si prevede che questa avanzata possa proseguire con questo ritmo nei prossimi giorni ed arrivare

Situazione Operativa sui fronti siriani del 21-3-2017

Oggi ci occuperemo del punto sui principali fronti siriani, esaminando le posizioni dei giorni precedenti e confrontandole con quelle odierne al fine di valutare meglio i progressi delle ultime due settimane di guerra. Provincia di Aleppo Zona della base aerea militare di Kuweires È passato più di un anno da quando iniziavamo ad occuparci della guerra in Siria e proprio il fronte di Kuweires, base allora assediata da ISIS, era

Situazione operativa sui fronti siriani del 7-3-2017

Situazione operativa sui fronti siriani del 7-3-2017 Procedono spedite le azioni dell’esercito siriano in diversi settori dei fronti aperti, ma anche i combattenti YPG guidati dagli USA si sono mossi di parecchio, andremo a vedere nel dettaglio le loro posizioni attuali confrontate con quelle di poche settimane fa. Iniziamo comunque dal lato siriano. Provincia di Aleppo, territori a nord est Procede a spron battuto l’avanzata contro l’ISIS. Rileggendo anche i

Mosul verso la catastrofe umanitaria

Mentre ad Aleppo la vita sta ritornando lentamente alla normalità, a Mosul, assediata ormai da quattro mesi dalla coalizione filo-americana, la situazione umanitaria è prossima alla catastrofe, nel silenzio totale dei media occidentali. ****** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Palmira – Gli Spetsnaz russi in azione

Una parte del merito per la riconquista di Palmira va al poco conosciuto, ma essenziale, lavoro sul campo delle Forze Russe per le Operazioni Speciali. Senza di loro, le distruzioni dei monumenti storici sarebbero state ancora maggiori. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it