Breaking news
  • No posts where found

Tag "Russia"

La guerra di Siria è stata sempre e solo l’inizio

Con la liberazione di Aleppo nella Siria settentrionale, sembra che il governo di Damasco sia sulla strada giusta per mettere fine al terribile conflitto che ha causato quasi sei anni di distruzione nel paese. Ma pensare che il conflitto siriano sia sul punto di essere risolto, significa ritenere che sia stato combattuto in un vuoto geopolitico, disconnesso dai piani delle altre potenze regionali e mondiali. In effetti, la guerra per

Potrebbe esserci un fondo di verità nella propaganda ucraina? (riproposto con una nuova introduzione)

  Prefazione del Saker Il mio articolo sul 2016 come anno del trionfo russo [in italiano] ha suscitato un certo numero di commenti, decisamente bizzarri, riguardo alla mia dichiarazione sul fatto che non esista nulla che si possa definire “etnia russa”. Alcune commentatori hanno anche insinuato che stessi negando l’esistenza di un’unica nazione russa. Altri sono stati scioccati dalla mia affermazione (ripetuta molto spesso nel blog) che i Russi non

2016: l’anno del trionfo russo

Proprio come certe carte geografiche europee mettono l’Europa al centro del mondo, molti commentatori occidentali guardano all’anno appena trascorso da una prospettiva centrata esclusivamente sugli USA o sull’Europa. E questo è più che giusto. Inoltre, sull’Impero Anglo-Sionista si sono abbattuti due grossi disastri, il Brexit e l’elezione di Donald Trump; di conseguenza, cose veramente interessanti di cui parlare ce ne sono veramente tante. Perciò, quello che vorrei fare oggi è

Russia e Turchia: coerenza contro inaffidabilità

In questa breve analisi e valutazione, considereremo l’Impero Ottomano e la Turchia come un unico concetto, dal momento che attualmente il “neo-ottomanesimo” va di gran moda in Turchia, anche se riflette semplicemente l’arroganza del rigor mortis post-imperiale di un impero che è morto formalmente nel 1923. Prima di esaminare gli ultimi anni, va notato che, anche quando l’impero russo era in uno stato di debolezza, ha vinto la maggior parte

Il disastro dell’aereo militare russo Tu-154 – alcune brevi considerazioni iniziali (AGGIORNAMENTO)

E’ troppo presto per arrivare a una conclusione su ciò che è successo a quest’aereo, ma visto che mi è stato richiesto per email, eccovi le mie considerazioni, personali e provvisorie: Guasto meccanico: improbabile. Il Tu-154 è un aviogetto a tre motori, una bestia estremamente forte. Il suo grado di affidabilità è paragonabile e quello della maggior parte dei velivoli contemporanei, nonostante sia stato spesso utilizzato in condizioni estreme a cui

Una fossa comune, corpi mutilati, mine ed altre nefandezze moderate

Una fossa comune è stata scoperta nella zona est di Aleppo. Corpi mutilati e mine nascoste nei giocattoli dei bambini sono solo alcune delle atrocità commesse da quelli che l’Occidente chiama “moderati”. Nel 2016 molte parole sono diventate termini familiari. Il vero significato di molte di esse si può trovare nel Dizionario Duran [in inglese]. Inoltre, parole di uso comune sono state completamente private del loro significato originale. La parola “moderato”

Auguri geopolitici per un vero Natale di pace

Natale ad Aleppo, in Siria e nel Donbass, un mondo con una nuova speranza. Anche quest’anno ci troviamo a scambiarci gli auguri per il Natale e ci apprestiamo, tra pochi giorni, a salutare questo 2016. I miei auguri non possono disgiungersi da alcune considerazioni sulla geopolitica mondiale. Le mie preoccupazioni purtroppo non si sono sopite, nonostante la grande vittoria ottenuta con la liberazione di Aleppo da parte delle forze di

Obama è un agente russo?

Alle volte un caso sembra non reggersi in piedi perché non si trova la “pistola fumante”(nessuna prova diretta ed evidente di cospirazioni, atti illeciti o intenti criminosi), ma poi, quando si analizzano tutti gli indizi, ci si fa poi un quadro della situazione coerente ed assolutamente chiaro. E così è stato con l’amministrazione Obama nei confronti della Russia: mentre fingeva di avere un atteggiamento ostile, essa ha fatto tutto il

Ambasciatore russo assassinato: rappresaglia, ma di chi?

Pochi giorni dopo la liberazione della città della Siria settentrionale di Aleppo, l’ambasciatore russo in Turchia, Andrej Karlov, è stato ucciso mentre teneva un discorso in una galleria d’arte nella capitale della Turchia, Ankara. L’assassino, identificato come un ex agente della polizia turca, ha eseguito il familiare gesto del dito puntato verso il cielo utilizzato dalle organizzazioni terroristiche che operano nella vicina Siria, incluso il Fronte al-Nusra e l’autoproclamato “Stato

L’amico Tillerson: fin dove l’ex capo della ExxonMobil porterà il rapporto con la Russia

Rex Tillerson ha abbastanza meriti perché gli avversari di Donald Trump facciano di tutto per affossare la nomina dell’ex capo di ExxonMobil a capo della diplomazia degli Stati Uniti. Ai loro occhi, l’ex capo di una delle più grandi aziende del mondo è la personificazione di tutti i cambiamenti nei rapporti con la Russia promessi dal nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump. E infatti dopo la notizia della nomina