Tag "Sanzioni"

Perché una società di sicurezza informatica con sede in Russia è vittima di sanzioni statunitensi

Lo scorso dicembre il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato un decreto che vieta l’uso del software Kaspersky Lab all’interno delle agenzie governative degli Stati Uniti. Quest’ultima iterazione delle sanzioni anti-russe richiedeva a tutti gli impiegati di Washington di cancellare il software anti-virus di fama mondiale dai loro computer entro 90 giorni dalla firma del decreto. Tuttavia, come dimostrano le ultime notizie in ambito informatico, Kaspersky Lab —

L’India preferisce i sistemi russi S-400 al bidone americano Patriot

Quando è in ballo la sicurezza di una nazione, a nessuno interessa quello che pensa Washington Questa settimana l’India ha inviato a Mosca il suo Ministro della Difesa, Nirmala Sitharaman, per finalizzare un accordo per l’acquisto di sistemi anti-missile S-400 russi tramite un accordo del valore di circa 6 miliardi di dollari. L’accordo sta procedendo nonostante le sanzioni americane contro la Russia e i suoi produttori di armi, e gli

Vladimir Putin rieletto presidente della Russia con una vittoria schiacciante

Putin conduce con oltre il 76% dei voti; Il candidato del Partito Comunista arriva secondo distaccato. Con oltre l’80% dei voti scrutinati, il presidente russo in carica Vladimir Putin sta accelerando verso una vittoria nelle elezioni presidenziali russe, in cui ha cercato la rielezione, ancora più grande di quanto previsto. La Commissione Elettorale Centrale russa stima la percentuale di voti a Putin a oltre il 76% – anche più di

Un mese veramente storico per il futuro del nostro pianeta

Il marzo del 2018 passerà alla storia come un mese veramente storico 1 marzo, Vladimir Putin fa il suo discorso storico [in inglese] all’Assemblea Federale russa. 4 marzo, Sergej Skripal, ex spia del Regno Unito, viene presumibilmente avvelenato [in inglese]. 8 marzo, funzionari britannici accusano la Russia [in inglese] di aver usato gas nervino per tentare di uccidere Sergej Skripal. 12 marzo, Theresa May incolpa ufficialmente la Russia per l’avvelenamento e le dà un

Situazione operativa sui fronti siriani del 2-3-2018

Iniziamo questa sitrep riproponendovi le ultime analisi sulla situazione in Siria, buona visione: Prosegue la guerra in Siria, ma prosegue anche la guerra fuori dalla Siria. Se i combattimenti si svolgono fisicamente nelle province siriane, la guerra vera si sta svolgendo al di fuori. Le grandi manovre per preparare un attacco delle potenze occidentali contro la repubblica araba di Damasco sono in pieno svolgimento. Francia e Stati Uniti hanno già

Washington raggiunge nuove vette di follia con il “Rapporto del Cremlino”

In una folle escalation di provocazioni contro la Russia, Washington ha pubblicato una lista di 210 alti funzionari del governo russo e importanti dirigenti aziendali che sarebbero dei “gangster”, “membri della banda di Putin”, “delle minacce”, “persone che meritano di essere sanzionate” o come la stampa venduta occidentale abbia voglia di chiamare la lista. L’assurdo elenco include il Primo Ministro, il Ministro degli Esteri, il Ministro della Difesa e i

Sanzioni americane, russi sconcertati, aria fritta e storia

E così, finalmente, la suspense è finita. O qualcosa del genere. Il Ministero del Tesoro degli Stati Uniti ha finalmente rilasciato la lista di entità e individui russi [in inglese] che potrebbero (condizionale!) essere sanzionati dal Ministero del Tesoro degli Stati Uniti in conformità con la legge H.R.3364 – Countering America’s Adversaries Through Sanctions Act [in inglese]. Questi due brevi estratti dal rapporto mostrano il perché sto usando il condizionale: e Ora

Il petroyuan ucciderà il petrodollaro?

Si capisce che le danze sono finite per il petrodollaro quando il miglior argomento offerto dai suoi apologeti è che “il sistema del petrodollaro è pessimo ma il sistema del petroyuan sarà peggio”. Certamente, il petrodollaro non verrà detronizzato domani, ma la sua fine è già scritta. Si prevede che la Cina lanci il suo primo futures sul petrolio denominato in yuan nel 2018, e ciò segnerà l’inizio della fine per

Le politiche statunitensi verso l’Iran

Zach Carter      @ZachJCarter 10:10 – 6 gen 2018   Piuttosto che commentare sulla politica interna iraniana, trovo molto più istruttivo riflettere sulle politiche statunitensi che hanno plasmato (e torturato) l’Iran per oltre sessant’anni. Nel fare ciò, noi potremo immaginare le risposte di un Occidente responsabile alle molto reali rimostranze degli iraniani. Zach Carter      @ZachJCarter 10:10 – 6 gen 2018   Nel 1953, la CIA rovesciò il

Rispondere alle sanzioni: cosa potrebbe fare la Russia in questo momento

Gli Stati Uniti hanno aggiunto altri cinque cittadini russi alla cosiddetta “Lista Magnitskij”, incluso il Presidente della Cecenia, Ramzan Kadyrov. Il giorno prima si è appreso che il Ministero del Tesoro degli Stati Uniti aveva imposto sanzioni contro altre due compagnie russe – la NPO Novator e il Centro Federale di Ricerca e Produzione Titan-Barrikady. Il numero delle sanzioni continua a crescere rapidamente, e ormai se ne è già perso