Breaking news
  • No posts where found

Tag "Sanzioni"

L’occidente finge di non vedere la censura in Ucraina

Il Governo ucraino ha disposto il blocco di alcuni social network, motori di ricerca, gestori email e siti d’informazione. La motivazione ufficiale è che si tratta di una misura inserita nel più ampio quadro di sanzioni contro la Russia, ma è chiaro che non è così. Inutile cercare altre spiegazioni, è un’evidente caso di censura. Innanzitutto si deve notare il fatto che l’operazione è scattata dopo che si sono spenti

Chi ha paura di un imperatore nudo?

La paura è una cosa strana: quando la guerra al terrore è iniziata, gli Stati Uniti hanno iniziato a far cadere bombe sui paesi del Medio Oriente; hanno ucciso migliaia di persone; hanno letteralmente distrutto paesi; e abbiamo ottenuto questa cosa chiamata Islamofobia. Pare che le persone abbiano paura dei Musulmani. Nel 1990, Public Enemy pubblicò un album intitolato Fear of a Black Planet [Paura di un Pianeta Nero], ed

Strane alleanze si formano nel corso dell’Operazione Mosul

Come sempre succede, quando si organizza una grossa offensiva militare in una nazione dove convergono ed entrano in collisione interessi diversi, si vengono a creare delle alleanze. Se ne formano di nuove, e alcune di quelle vecchie hanno una battuta d’arresto. L’operazione dell’esercito iracheno a Mosul, un tempo la capitale dello Stato Islamico in Iraq, ha avuto lo stesso tipo di effetto. In questo modo, se da una parte ha

I Russi stanno arrivando! Davvero?

Il 22 maggio 1949, il primo Segretario della Difesa degli Stati Uniti James Forrestal, che promuoveva ardentemente la russofobia e l’isteria anti-russa nella società americana, si gettò dalla finestra, e le ultime parole pronunciate dalla sua bocca furono: “I Russi stanno arrivando”. Oggi, a quasi trent’anni dalla fine della Guerra Fredda, la russofobia resta una componente chiave della politica estera statunitense, portata avanti in modo fervido dai sostenitori del cosiddetto

Elezioni della Duma russa del 2016: importanti, o uno spreco di tempo e denaro?

A giudicare dalle reazioni nei media corporativi occidentali, le elezioni del 2016 della Duma russa sono fondamentalmente un non-evento: il malvagio Putin ha mantenuto la “presa sul potere”, tutti i partiti della Duma sono fondamentalmente sotto il suo controllo, e non è stato permesso di emergere ad alcuna opposizione. Perfino in Russia ci sono alcuni che concordano, ma per motivi differenti: dicono che tutti sapevano che Russia Unita (il partito

La Corea del Nord e la Bomba: come la politica americana sta portando ad una corsa agli armamenti in Asia

Il rifiuto di Washington di dialogare con la Corea del Nord non sta fermando il programma nucleare nordcoreano, che al contrario si sta rapidamente espandendo. A febbraio, poco dopo il lancio nello spazio di un satellite da parte della Corea del Nord, scrissi un articolo per Sputnik [in Inglese] nel quale mi lamentai della totale assenza di impegno diplomatico occidentale con la Corea del Nord. Ho evidenziato che l’infinita retorica

La squadra americana vince l’oro ma svilisce le Olimpiadi con un comportamento da Guerra Fredda

L’umiliazione pubblica della nuotatrice russa Julija Efimova da parte delle rivali americane è stato un brutto, sciovinista sfoggio di ipocrisia. È stata anche un’espressione inquietante della geopolitica bellicista di Washington da parte di atleti che dovrebbero celebrare l’umanità comune. La squadra americana, guidata dal 23 volte medaglia d’oro Michael Phelps, è stata certamente in una forma vincente eccezionale alle Olimpiadi di Rio, dato che comanda il medagliere con un ampio distacco. Ma a

La Turchia cerca una collaborazione militare più stretta con la Russia? Trattenete le esultanze

Intervistato dalla russa Sputnik News [in inglese], il Ministro degli Esteri turco Mevlüt Çavuşoğlu ha definito Russia e Turchia “paesi amici, due vicini di casa che (non sempre) vanno d’accordo su tutto”. Ha sostenuto che Ankara vuole che le buone relazioni tra i due paesi vengano ripristinate dopo mesi di ostilità, in seguito all’abbattimento di un aereo da guerra russo in territorio siriano. “Noi siamo l’unico paese della NATO” che non impone sanzioni

I motori a razzo russi sono i migliori del mondo

Da Voronez escono i migliori motori a razzo del mondo, usati anche (nonostante le sanzioni) dagli Americani. (Per la serie, meglio inghiottire il rospo che rimanere a terra). ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Tutti subiscono i costi della guerra degli USA contro la Russia, anche l’America

Le sanzioni statunitensi, non solo stanno danneggiando tutti, USA compresi, ma non stanno ottenendo nulla. L’organo del Dipartimento di Stato USA Radio Free Europe/Radio Liberty (RFE/RL) ha comunicato ai lettori la messa in opera di un’azione diplomatica da parte degli Stati Uniti, finalizzata ad “esortare” l’Europa al mantenimento delle sanzioni contro la Russia. Se da un lato gli USA proclamano che la necessità di queste sanzioni sia evidente, e che