Tag "Sanzioni"

Voci: quel Filo rosso che lega il Popolo del Donbass e le Imprese Italiane

Sara Reginella, psicologa, psicoterapeuta e attivista per una informazione equilibrata sulla crisi ucraina, dopo averci raccontato quello che ha visto durante la sua visita nel Donbass offre al pubblico italiano uno straordinario documento, un corto dal titolo “Voci. Italia Donbass”. Il filmato collega due narrazioni della guerra, due Voci: quella degli imprenditori italiani vittime delle sanzioni e quelle della gente del Donbass, vittima della violenza del governo di Kiev. L’impressione che si ricava

La Germania sta perdendo un’altra guerra mondiale?

La dura retorica e l’espressione amareggiata sul viso della Merkel dopo il faccia a faccia con Putin alla conferenza stampa del 10 Maggio a Mosca hanno ben ragione d’essere. La Germania appare via via sempre più come la principale sconfitta negli intrighi geopolitici tra Russia e Stati Uniti. Questo se non consideriamo l’Ucraina, che al momento rappresenta il principale terreno di scontro. Non è un segreto che l’obiettivo principale della

Il blocco di Tiraspol

Un servizio del canale TV Russia 24, a cura di Anna Afanasieva sulla situazione attuale in Transnistria, la piccola repubblica non riconosciuta a livello internazionale, incuneata fra Ucraina e Moldova. ***** Sottotitoli in italiano a cura di Mario per Sakeritalia.it

La questione della Germania

Settant’anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, e venticinque anni dopo la caduta del Muro di Berlino, la Germania si trova ancora nella stretta dello “sturm und drang”, ma questa volta a debolmente schierata sia a Est che a Ovest. Senza un serio tentativo di demitizzazione, è impossibile delineare ciò che potrebbe essere interpretato come un nuovo, scrupoloso, tentativo di egemonia da parte della Germania. Contrariamente al mito correntemente

L’Economia “a prova di proiettile” della Russia è pronta per un decollo verticale?

Newsweek ed altri media mainstream occidentali stanno cambiando approccio riguardo all’irrazionalità anti-russa. Le pesanti sanzioni alla Russia hanno portato ad un rovesciamento di fortune, ma non al risultato che la leadership occidentale sperava e prevedeva.   Guardare gli ultimi fatti riguardanti la politica estera, l’influenza ed il cambiamento di approccio agli affari riguardanti la Russia, è un’esperienza gratificante per tutti i moderati del mondo. Bill Powell, di Newsweek, quotidiano che

Putin toglie il divieto di fornitura del sistema missilistico S-300 all’Iran

  MOSCA, 13 aprile / TASS /. Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto per revocare il divieto di forniture di sistemi missilistici di difesa aerea S-300 all’Iran. “Il decreto cancella il divieto di transito attraverso la Russia, per il trasporto dal territorio Russo alla Repubblica islamica dell’Iran e cancella anche il divieto di consegna dei sistemi missilistici di difesa aerea S-300, tramite il trasporto via aerea e

La Francia pagherà oltre un miliardo di euro alla Russia – quel gâchis!

  Incredibile. Ma vero. Sembra che la Francia non consegnerà davvero le Mistral alla Russia e pagherà 1,1 miliardi di euro in rimborsi e penali. Ero praticamente sicuro che tutto questo fosse un bluff e che i francesi le avrebbero consegnate nell’arco di alcune settimane dal momento del loro rifiuto. Nemmeno io potevo immaginare che il governo di Hollande fosse così terminalmente stupido. Sono comunque in buona compagnia. In questo

L’Industria tedesca si ribella contro le sanzioni alla Russia

Le aziende sono furiose poiché le principali lobby degli industriali non riescono più a fare il proprio lavoro ed a rappresentare gli interessi dell’economia tedesca. Le aziende tedesche protestano contro le sanzioni della UE inflitte alla Russia. Sembra che la situazione stia “ribollendo sotto la superficie”, tanto che l’associazione tedesca “BDI” [Bundesverband der Deutschen Industrie, Federazione dell’industria tedesca , lobby facente gli interessi delle industrie tedesche, NdT] sente la necessità

L’accordo con l’Iran – un grande segno di debolezza dell’Impero

Alla fine, sembra che sia stato raggiunto un accordo a Losanna. Non è definitivo, e potranno esserci dei zig-zag, ma sembra probabile che si arriverà ad un accomodamento tra l’Iran e l’impero anglosionista. A parte il fatto che in questo caso gli Anglo sembrano molto più felici dei Sionisti, cosa sta succedendo veramente? Per prima cosa, e l’ho già affermato in moltissime occasioni su questo blog, qua non si parla

Le sanzioni USA colpiscono un “eurasianista” critico del Cremlino (Aleksandr Dugin)

Cos’é questa fissazione dell’Occidente per Aleksandr Dugin? Benché sia un noto ideologo russo di destra, Aleksandr Dugin non ha alcuna influenza sulla politica pubblica russa, e nessun accesso al presidente Vladimir Putin. Marlene Laurelle di Foreign Affairs magazine (“Impauriti dall’ombra di Putin”) spiega: Dugin non ha uno status ufficiale all’interno del governo russo. […] Nè Dugin é parte della cerchia più vicina a Putin. I due uomini potrebbero anche non