Tag "Seconda Guerra Mondiale"

Gli Stati Uniti prepararono Hitler alla guerra contro l’Unione Sovietica – Parte 3

Il sito web del canale televisivo russo “Tvzvezda” ha pubblicato una serie di articoli sulla Grande Guerra Patriottica del 1941-1945 dello scrittore Leonid Maslovsky, basati sul suo libro “Russkaya Pravda”, uscito nel 2011. In questi articoli d’autore, Maslovsky rivela “i miti di un nemico immaginario, la Russia, e gli eventi della Grande Guerra Patriottica che mostrano la grandezza della nostra vittoria”. L’autore dice poi che nei suoi articoli “svelerà l’inutile

Gli Stati Uniti prepararono Hitler alla guerra contro l’Unione Sovietica – Parte 02

Il sito web del canale televisivo russo “Tvzvezda” ha pubblicato una serie di articoli sulla Grande Guerra Patriottica del 1941-1945 dello scrittore Leonid Maslovsky, basati sul suo libro “Russkaya Pravda”, uscito nel 2011. In questi articoli d’autore, Maslovsky rivela “i miti di un nemico immaginario, la Russia, e gli eventi della Grande Guerra Patriottica che mostrano la grandezza della nostra vittoria”. L’autore dice poi che nei suoi articoli “svelerà l’inutile

Holodomor: nuovo avatar dell’anticomunismo “europeo”

Dal novembre 1917 si sono succedute senza tregua campagne antibolsceviche tanto violente quanto diverse, ma quella della “carestia in Ucraina” lanciata nel 1933 ha da vent’ anni preso il sopravvento. Si scatena quando i grandi imperialismi, Germania e Stati Uniti in testa, bramosi dopo il diciannovesimo secolo di saccheggiare le immense risorse dell’Ucraina, pensano di riuscirci. La congiuntura sorride al Reich nel 1932-1933, quando il sud dell’URSS (Ucraina ed altre

Gli Stati Uniti prepararono Hitler alla guerra contro l’Unione Sovietica – Parte 1

Il sito web del canale televisivo russo “Tvzvezda” ha pubblicato una serie di articoli sulla Grande Guerra Patriottica del 1941-1945 dello scrittore Leonid Maslovsky, basati sul suo libro “Russkaya Pravda”, uscito nel 2011. In questi articoli d’autore, Maslovsky rivela “i miti di un nemico immaginario, la Russia, e gli eventi della Grande Guerra Patriottica che mostrano la grandezza della nostra vittoria”. L’autore dice poi che nei suoi articoli “svelerà l’inutile

Perché l’Occidente non potrà mai Sconfiggere né Perdonare la Russia

Storicamente e intuitivamente, la Russia ha combattuto per la sopravvivenza dell’umanità. Naturalmente, le cose non sono sempre impostate o definite in questi termini. Tuttavia, in diverse occasioni, questo immenso Paese ha resistito alle forze più potenti e malvagie che minacciavano la sopravvivenza del Pianeta. Durante la Seconda Guerra Mondiale, il popolo sovietico, in maggioranza russo, sacrificò almeno 25 milioni di uomini, donne e bambini per sconfiggere il nazismo. Nessun altro

L’Espresso Mosca-Pechino: dal 9 maggio a Mosca al 3 settembre a Pechino, l’Ordine Anti-Occidentale chiude il cerchio

DI: Jeff J. Brown, 44 Days Radio Sinoland Cross linked con 44 Days www.44days.net e Sound Cloud: https://soundcloud.com/44-days/may-9-moscow-sep-3-beijing-anti-west-order-comes-full-circle-saker-44-days-radio-sinoland Il 9 maggio 2015, a Mosca, il Presidente Cinese Xi Jinping sedeva a destra del Presidente Russo Vladimir Putin, per assistere comodamente alla Parata del 70° Anniversario del Giorno della Vittoria (sul fascismo). Dopo aver pronunciato un breve discorso dai toni solenni, Putin ha approcciato in maniera rilassata e amichevole Xi, intrattenendosi con lui, sua

Discorso di Poroshenko al popolo ucraino e ai popoli del mondo per il 70° anniversario dalla fine della II Guerra Mondiale

Nota: il testo sottostante è stato pubblicato sul sito ufficiale di Poroshenko, ma solo in ucraino, non in inglese o in russo. Cosa che lo rende interessante, poiché è indirizzato non solo agli Ucraini ma anche alla “comunità mondiale”. Grazie ad “AA” che lo ha tradotto dall’ucraino all’inglese, posso condividere con voi quest’interessantissimo discorso. Come vedrete, Poroshenko vuole creare una coalizione internazionale contro la Russia (si veda il testo in

Le celebrazioni di oggi a Mosca per la Giornata della Vittoria segnano un punto di svolta nella storia russa

Oggi è veramente una giornata storica. Per la prima volta in assoluto l’Occidente ha boicottato la parata del Giorno della Vittoria a Mosca e, anche questo per la prima volta da sempre, truppe cinesi hanno marciato nella Piazza Meravigliosa (Piazza “Rossa” è una traduzione errata, la “Piazza Rossa” dovrebbe essere chiamata la “Piazza Meravigliosa”) con quelle russe. Penso che questa sia una novità profondamente simbolica oltre che di gran buon

Otto Skorzeny: “Perché non abbiamo preso Mosca?”

Le memorie tedesche spiegano che cosa ha causato la sconfitta della Wehrmacht durante la guerra. Ogni primavera, nel periodo preparatorio del Giorno della Vittoria, la televisione comincia a mostrare film dedicati alla Grande Guerra Patriottica. Onestamente: la maggior parte di questi film si limita semplicemente a sfruttare il grande soggetto. Hanno bisogno di vendere qualcosa di “interessante” allo spettatore seduto con una bottiglia di birra in mano a ruttare davanti

9 maggio a Kiev: si annuncia uno spettacolo imperdibile

Psicodramma a Kiev: il settimanale di moda Elle esce con una copertina dell’attrice Michelle Williams che indossa un abito con colori arancio nero (quelli, per intenderci, del nastro di San Giorgio, insegna del patriottismo nel mondo russo). Di bene in meglio: a quanto pare le strade di Kiev sono tappezzate della pubblicità del giornale. Scoppia la polemica. Nella gara a chi si rende più ridicolo l’ex deputato del partito Bat’kovshina,