Tag "Settore Destro"

I neonazisti ucraini accumulano potere e diventano “improvvisamente” un problema

Il ruolo centrale degli estremisti di destra e dei veri e propri neonazisti avuto nelle proteste ucraine dell’“Euromaidan” era ovvio sin dall’inizio. La piazza di Kiev in cui si sono svolte le proteste è stata riempita con le bandiere del partito di estrema destra Unione Pan-Ucraina “Svoboda” [Libertà] e con gli stendardi rossi e neri del movimento neonazista Settore Destro. I media occidentali non hanno mai controllato chi fossero questi

Perché Yarosh ha ritirato i suoi nazionalisti dal Donbass

I nazionalisti ucraini hanno lasciato il Donbass, le loro unità saranno schierate nelle regioni instabili del paese. La ragione del ridispiegamento sono le prossime elezioni presidenziali, durante le quali un candidato “filo-russo” potrebbe ricevere il sostegno degli elettori. Lo ha affermato [in inglese] il leader dell’“Esercito Volontario ucraino” (UVA) e deputato della Verchovna Rada Dmitry Yarosh. Alla fine di settembre Yarosh ha specificato i cognomi dei politici odiati: “Se, per

I Russi stanno arrivando! Davvero?

Il 22 maggio 1949, il primo Segretario della Difesa degli Stati Uniti James Forrestal, che promuoveva ardentemente la russofobia e l’isteria anti-russa nella società americana, si gettò dalla finestra, e le ultime parole pronunciate dalla sua bocca furono: “I Russi stanno arrivando”. Oggi, a quasi trent’anni dalla fine della Guerra Fredda, la russofobia resta una componente chiave della politica estera statunitense, portata avanti in modo fervido dai sostenitori del cosiddetto

Il Fondo Monetario Internazionale condona il debito dell’Ucraina verso la Russia

Il martedì 8 dicembre 2015, Gerry Rice, il capo portavoce del FMI, ha diffuso una nota che diceva: “Il comitato esecutivo del FMI si è riunito oggi e si è trovato  d’accordo a cambiare la regola attuale di non tolleranza degli arretrati verso i creditori ufficiali. Provvederemo nei prossimi giorni a fornire dettagli sull’ambito e sulla ragione di questo cambio.” Dal 1947, anno in cui iniziò effettivamente le sue operazioni,

Crimea. Il ritorno a casa – Serie completa

 Ep.1 – Il salvataggio del Presidente Yanukovich   Ep.2 – La collera degli Orchi di Maidan   Ep.3 – Berkut. Difensori del popolo   Ep.4-5 – Sebastopoli, difesa del Parlamento, i Tartari di Crimea   Ep.6 – Saluto al “Treno dell’amicizia” di Settore Destro – L’aeroporto di Simferopoli   Crimea. Il ritorno a casa. Ep.7-8 – Il referendum, il voto del Parlamento   Ep.9-10 – La difesa dall’US Navy, il

Gravi Scontri a Kiev un Morto ed oltre Cento Feriti (Aggiornamenti)

Nella giornata di oggi il Consiglio Supremo di Kiev, su iniziativa del Presidente Poroshenko, ha approvato in prima lettura una modifica costituzionale relativa alla concessione dell’autonomia ai territori del sud est controllati dalle Repubbliche secessioniste. L’emendamento è passato con i voti favorevoli della maggioranza parlamentare (formata dai partiti di Petro Porosenko e del duo Oleksander Turchinov e Arsenj Yatsenyuk) e dal Blocco di Opposizione (votato nelle regioni russofone).  Hanno votato

5 scenari per Mukachevo

Che cosa è realmente successo a Mukachevo? Perchè esponenti di Settore Destro si sono scontrati con la polizia locale? 5 ipotesi a confronto. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Leader tartaro: “Esiste un piano per destabilizzare la Crimea con il terrorismo islamico”

In un video Lenur Usmanov, rappresentante del Tartari di Crimea, denuncia i tentativi del governo di Kiev, dell’Arabia Saudita, e degli Stati Uniti, di destabilizzare la Crimea, il Caucaso e l’Asia Centrale utilizzando cellule islamiche fondamentaliste. L’increibile testimonianza, tradotta per Saker Italia da Eliseo Bertolasi, descrive nei dettagli i piani dei terroristi, che intendono infiltrare cellule nella Repubblica sul Mar Nero per innescare una nuova guerra civile nella regione. Lenur Usmanov