Tag "Siria"

Intervista con suor Yola Girges sul suo incontro con la giornalista Sara Lucaroni

Intervista con Suor Yola Girges di Stefano Orsi Avendo letto l’anticipazione dell’articolo che apparirà sull’Espresso, ho chiamato suor Yola per avere direttamente da lei alcuni ragguagli sul suo incontro con Sara Lucaroni e sul soggiorno in Siria di quest’ultima. A partire da questo momento suor Yola Girges verrà siglata come s.Y.G. e lo scrivente come S.O. S.O. Buongiorno suor Yola, mi scusi se la disturbo, ma ho visto l’articolo che

Video intervista con Francesco Votta – Parte 2 di 3

Blogger che cura la pagina FB Support for Bashar Al Assad, molto attivo nel combattere la disinformazione legata alla guerra in Siria, in particolar modo quella propagandata ad arte da chi sostiene le milizie terroriste che hanno devastato la Siria e causato centinaia di migliaia di morti nel Paese. Affrontiamo la seconda parte del viaggio in Siria compiuto da Francesco alla ricerca di una maggiore conoscenza della situazione siriana vista

L’olio d’oliva, una vittima siriana dell’economia di guerra

EHSANI2                    @EHSANI22 10 nov 2018  – 13:49   Nonostante l’ottimo raccolto di olive, per lo più prodotte interno ad Afrin e al nord, i residenti di Aleppo devono pagare invece prezzi al consumo esorbitanti per l’olio d’oliva siriano poiché esso è spedito verso la Turchia.   EHSANI2                    @EHSANI22     I buoni

S-300 in Siria – una valutazione preliminare

Ora sappiamo un po’ di più sulla versione della famiglia degli S-300 che i russi hanno consegnato ai siriani: i russi hanno convertito un certo numero di sistemi S-300PM e S-300P2 nella versione da esportazione S-300PMU-2 “Favorit” che, a proposito, è anche la versione che la Russia ha consegnato agli iraniani e ai cinesi [tutti e tre i link in inglese]. Questo sistema utilizza il missile 48N6E2 e ha una

Sitrep con Stefano Orsi Nr.044

In questa puntata parleremo del prossimo incontro tra Stefano Orsi, Fulvio Scaglione e Alessandro Pascale all’Università di Siena. Dopodiché affronteremo la situazione sui fronti, dove si registrano scontri tra ISIS e SDF. Parleremo inoltre dell’intensificarsi delle operazioni turche vicino alle zone controllate dall’YPG. Spenderemo qualche parola per commentare l’incontro tra Vladimir Putin, Erdogan, Merkel e Macron.

L’Iran merita il giusto riconoscimento per la caduta dell’ISIS

Ma gli Stati Uniti stanno ora permettendo che i suoi ultimi resti sopravvivano in Siria per far dispetto a Teheran?  Fino a poco tempo fa gli Stati Uniti consideravano lo Stato Islamico in Iraq e Siria, o ISIS, una delle principali minacce alla stabilità regionale in Medio Oriente. Barack Obama si è dato la missione di ridurre [in inglese] le conquiste territoriali e propagandistiche dell’ISIS, Donald Trump ha fatto una campagna per promettere

Un vertice sulla Siria?

Ieri si è svolto un incontro in Turchia. Si sono visti a casa di Erdogan 4 leaders di 4 Paesi differenti, il premier turco, come padrone di casa, Due leaders di Francia e Germania, i Paesi che comandano la UE, che sono in netto declino e grave difficoltà sia interna che internazionale, al minimo dei gradimenti che sia dato ricordare per quei paesi. Infine si è recato ad ascoltare le

Situazione operativa in Siria al 20-10-2018

Ci ritroviamo a scrivere dei recenti fatti in Siria e per fortuna non dobbiamo parlare di battaglie e combattimenti, ma faremo il punto sulle reazioni russe, siriane e Iraniane alle provocazioni ed agli attacchi di Israele e degli Stati Uniti. La Turchia è anche lei attiva in questo periodo e vedremo come. Apriamo quindi con l’ultima video sitrep pubblicata sulle pagine di Sakeritalia per coloro che preferiscono la versione in