Breaking news
  • No posts where found

Tag "South Stream"

L’ITALIA TRADITA

Articolo di Cesare Corda Da Ciampi (e Amato) fino a Renzi e al suo Referendum Costituzionale: 25 anni di declino italiano. Secondo i dati diffusi dalla Banca Mondiale, nel periodo compreso tra i primi Anni Cinquanta e la fine degli Anni Ottanta, l’Italia si collocava al primo posto assoluto tra i Paesi Occidentali (e ad uno dei primi Posti a livello Mondiale) per crescita economica. Sempre secondo i dati diffusi

Ora la stupida Grecia si unisce alla guerra del gas della NATO

Solo diciotto mesi fa erano in corso negoziati tra il presidente russo Putin e quello della Turchia Erdogan per la progettazione di un importante gasdotto in Europa meridionale che partisse dai giacimenti di gas russi, attraversasse il Mar Nero, passasse attraverso la Turchia e arrivasse al confine Greco-Turco. Il Turkish Stream, come era stato chiamato, venne proposto nei colloqui ad Ankara tra Putin e Recep Tayyip Erdogan nel Dicembre 2014

Autostrade del Gas. L’UE contro la Russia danneggia l’Italia

L’Europa, tetragona sui bilanci dei singoli paesi membri, tiene male la propria contabilità generale. Business is not business se intacca gli interessi americani e la mano invisibile del libero mercato diventa sovente un pugno sbattuto sul tavolo per far saltare gli affari sgraditi ai nostri partner d’oltreoceano. Per noi europei, ed italiani in particolare, l’approvvigionamento energetico dai russi, la cui materia prima è a portata di mano e a costi

Disastro per l’Italia: Gazprom caccia Saipem da Turkish Stream

La compagnia energetica ha annunciato Mercoledì di aver cancellato un contratto con una società italiana, la Saipem, per costruire la prima sezione del gasdotto sotto il Mar Nero. Il contratto era stato siglato durante i negoziati per la costruzione del gasdotto South Stream nel 2014. South Stream Transport, una società interamente in mano al fornitore di gas Gazprom, ha annunciato Mercoledì che avranno luogo colloqui con nuovi partner per cominciare

Mediterraneo Orientale – L’acqua comincia a scaldarsi, e non per la primavera.

  Sono successi alcuni fatti preoccupanti nel Mar Egeo negli ultimi due giorni. La Turchia ha emesso una NOTAM [Note To the Airmen, avviso al personale in volo, NdT] in cui si riserva una larga fascia dell’Egeo, compresa una gran parte di quella sotto sorveglianza radar greca, per esercitazioni militari che prevedono l’utilizzo di armi da fuoco non a salve dal 01/03/2015 al 31/12/2015. Ciò significa tagliare in due il