Tag "Stati Baltici"

La possibilità perduta dell’Europa

Nei primi anni ’80 gli europei, sempre sospettosi l’uno dell’altro, durante l’evoluzione da 28 paesi bellicosi ad un’unione economica che avrebbe dovuto mantenere la pace e che avrebbe dato loro un sistema politico comune, hanno rifiutato l’idea di una federazione e si sono accontentati di una valuta unica, che si è rivelata impotente senza un governo condiviso. L’unico governo comune che ha l’Europa è quello che gli è stato fornito dagli Stati Uniti:

Hillary, Regina della Guerra: ecco ciò che ci aspetta

Tutto ha inizio con una storia d’amore Wahabita-Sionista Il Ministro degli Esteri saudita è stato costretto ad un forcing di negazioni e contro-negazioni circa una visita in Israele, il 22 luglio, da parte di una delegazione guidata dal generale in pensione Anwar Eshki. Sembra che Eshki sia molto vicino alla superstar dell’intelligence saudita, nonché un tempo vecchio amico di Osama bin Laden, il Principe Turki bin Faisal, che di recente

Gli USA terrorizzano l’Europa per la truffa della NATO

Gli USA alla fine hanno avuto successo con la loro truffa audace. Il membro principale della NATO è riuscito ad orchestrare un’enorme giravolta per far crescere le spese militari tra i suoi alleati europei. E al cuore di questa truffa c’è l’isterica campagna di propaganda anti-Russia. Negli scorsi due anni c’è stato un battere di tamburi sempre più sostenuto da Washington e da certe capitali europee, che avvertiva dell’”aggressione russa” e

Attenti a ciò che desiderate: la Russia è pronta alla guerra

E così i ministri delle 28 nazioni NATO si sono incontrati a Brussels per un summit di due giorni, mentre veniva arruolata, come nuovo membro, la poderosa potenza militare del Montenegro. Il Robocop mondiale NATO ha prevedibilmente discusso di Afganistan (una guerra che la NATO ha ignominiosamente perso), di Iraq (una guerra che il Pentagono ha ignomignosamente perso), di Libia (una nazione che la NATO ha trasformato in stato fallito,

La nuova normalità: la Guerra Fredda 2.0

Viviamo tutti in tempi di Guerra Ibrida. Dalla R2P (“responsabilità di proteggere”) alle rivoluzioni colorate, dagli attacchi alle valute alle manipolazioni del mercato azionario. Dai golpe politici-finanziari-giudiziari “morbidi” approvati dai media (come in Brasile), al sostegno degli jihadisti “moderati”, le diverse versioni della Guerra Ibrida si accoppiano alla rinfusa e generano un vortice di nuove forme mutanti. La Guerra Ibrida, un concetto partorito nella Beltway [establishment politico di Washington DC,

Contro-propaganda, al modo russo

Ascoltando i media corporativi occidentali si ha l’impressione che il Cremlino controlli tutti i mezzi di informazione russi con il pugno di ferro, e che non ci si possa permettere neanche una parola di critica sulla Russia, per non parlare poi di Putin stesso. La situazione è così drammatica che gli Anglo-Sionisti stanno finanziando nuovi sforzi “informativi” per controbilanciare la macchina propagandistica russa, e portare un po’ di quella informazione