Tag "Stati Uniti"

La Guerra Fredda con la Cina dissolverà il collante dell’America

L’America, che per il profitto immediato ha delocalizzato gran parte della propria capacità manifatturiera in Cina, potrà permettersi la separazione? A Washington non sanno che fare dopo la fine caotica della guerra “eterna” dell’America. C’è chi si pente amaramente del ritiro dall’Afghanistan e spinge per l’immediato ritorno, altri invece guardano avanti, cioè alla “guerra fredda” con la Cina. Tuttavia, le iniziali grida di disfatta della classe dirigente e l’articolazione del

Intorno al Kosovo è iniziato il gioco dell’esasperazione

La scorsa settimana le autorità del Kosovo non riconosciuto hanno vietato l’uso di targhe serbe sul loro territorio, e unità delle forze speciali albanesi le stanno rimuovendo con la forza dalle auto che appartengono ai serbi locali. Queste azioni hanno immediatamente provocato tensioni nelle relazioni, a lungo tese, tra Pristina e Belgrado, al punto che gli esperti hanno iniziato a parlare della minaccia di nuovi scontri militari con destabilizzazione dell’intera

Ancora una volta il Comitato per i Nobel sbaglia il Premio per la Pace

Ancora una volta il Comitato per il Nobel ha assegnato il riconoscimento per la pace violando la volontà di Alfred Nobel e la finalità per cui questo premio è stato creato, e scegliendo dei destinatari che palesemente non sono “persone che hanno fatto di più e meglio per l’amicizia tra le nazioni, per l’abolizione o la riduzione degli eserciti permanenti e l’istituzione e promozione dei congressi di pace”[in inglese]. Che

Perché la Palestina è già uno Stato

Una combinazione di errori (per ignoranza o intenzionale) e alcune rilevanti omissioni di fatti hanno lasciato il pubblico americano senza informazioni sul perché i Palestinesi siano andati alle Nazioni Unite, e cosa stiano cercando di ottenere. Il più grande errore ripetuto dai media in centinaia di titoli e articoli è che i Palestinesi stiano cercando di essere riconosciuti come Stato alle Nazioni Unite. Ma la Palestina è già di fatto

La prima tessera del domino è già caduta? E se sì, quando? (AGGIORNATO!)

Alcuni anni fa, ho scritto un editoriale intitolato “Il Kosovo verrà liberato” in cui ho scritto: “Il Kosovo sarà il primo posto in Europa in cui il pendolo della storia invertirà il suo corso attuale”. Ora sembra che potrei essermi sbagliato. Ma di quanto? Date un’occhiata a questo titolo di oggi: “I serbi di Bosnia “ritirano il consenso” alle forze armate, alle tasse e ai tribunali congiunti, citando la “violenza”

Gli USA sono stanchi dell’Ucraina, e non difenderanno gli interessi di Kiev nei colloqui con la Russia

I legami tra Stati Uniti e Ucraina sembrano gradualmente più incerti. Gli analisti ritengono che Washington sia “stanca” dell’Ucraina e che l’intenzione del governo Biden d’ora in poi sia quella di mantenere lo status quo e non mettere la questione ucraina all’ordine del giorno nei negoziati bilaterali tra Stati Uniti e Russia, considerando la bassa probabilità che entrambi i paesi giungano ad un’intesa comune. Per Kiev, questo significa una grave

Cambiamenti geopolitici: un nuovo futuro sorge in Oriente

Nei prossimi anni ci sarà senza dubbio uno spostamento del punto di riferimento del potere, delle alleanze e della forza economica mondiali. Di fatto, è già in corso. Ma non necessariamente secondo il “Grande Reset” (WEF) di Klaus Schwab. “Non necessariamente”, perché noi, il popolo, possiamo fermarlo. In più, ci sono nazioni e i loro alleati che non sono d’accordo e non accetteranno la schiavitù di gran parte del mondo

Afganistan: dove sono i soldi?

Il governo afgano, diretto dagli Stati Uniti, era il più grande produttore ed esportatore mondiale di oppio, morfina e del loro prodotto finale, l’eroina. Come fece la prima volta che assunse il potere a metà degli anni ’90, il movimento talebano, antidroga e anticomunista, sta chiudendo il commercio di droga. I miliardi di dollari di oppio e morfina che fluivano in Asia Centrale, Russia, Iran, Turchia, Pakistan e Asia Sudorientale

Altri sviluppi tettonici in corso

In primo luogo, c’è il comportamento folle della Germania. Piuttosto che ripetere tutto qui, vi indicherò semplicemente l’articolo di Andrej Martjanov [in inglese]: https://smoothiex12.blogspot.com/2021/09/drifting-apart.html ===>>>A proposito, consiglio a tutti i miei lettori di controllare il blog di Martjanov ogni giorno!<<<=== Poi c’è questo: la Corea del Nord sta testando un missile ipersonico https://asia.nikkei.com/Spotlight/N-Korea-at-crossroads/North-Korea-claims-test-of-defense-busting-hypersonic-missile e https://www.japantimes.co.jp/news/2021/09/29/asia-pacific/north-korea-hypersonic-missile/ [entrambi i link in inglese] Alcuni “esperti” occidentali hanno dichiarato che il test “potrebbe” essere

L’Ungheria fa “l’impensabile” e difende i suoi interessi

L’Ungheria ha appena firmato un contratto quindicennale con la Russia per la fornitura del suo gas passando per la rotta meridionale, scavalcando quindi completamente l’Ucraina (3,5 miliardi di metri cubi via Serbia e 1 miliardo di metri cubi via Austria). Ma non è tutto. Il Ministro degli Esterni ungherese, Peter Szijjarto, ha affermato [in inglese], dilungandovisi, che questa è una decisione sovrana ungherese e che il modo in cui gli