Tag "Stati Uniti"

Il problema dei rapimenti di russi

No, questo non sarà un articolo sui russi rapiti in Cecenia (è successo molto tempo fa) o da qualche parte in una zona di combattimento. Parlerò degli Stati Uniti e dell’Iran. Innanzitutto, ecco alcuni link per il contesto: A proposito della detenzione illegale da parte dell’FBI della parlamentare Inga Iumasheva “Immaginate se l’FSB interrogasse un senatore americano? Un agente dell’FBI mette in discussione il legislatore russo e offre un incontro “informale””

La visita del Cancelliere tedesco Angela Merkel in Cina

Il 6 settembre è iniziata una visita di 3 giorni in Cina del cancelliere tedesco Angela Merkel, accompagnata da una importante delegazione. La visita stessa ed i suoi risultati sono piuttosto indicativi del ritmo crescente della radicale trasformazione che sta subendo l’attuale ordine mondiale. Questo è il dodicesimo viaggio ufficiale di Angela Merkel nella Repubblica Popolare Cinese durante la sua cancelleria. E la penultima visita è avvenuta solo 15 mesi

“L’Attacco dei Droni” contro il petrolio saudita: a chi giova?

Enormi incendi sono stati segnalati in due impianti petroliferi in Arabia Saudita di proprietà di Aramco. Mentre le autorità saudite hanno evitato di indicare i colpevoli, i media come la BBC hanno immediatamente iniziato ad indicare come responsabili gli Houthi dello Yemen o l’Iran. La BBC nel suo articolo [in inglese] “Gli impianti petroliferi dell’Arabia Saudita in fiamme dopo gli attacchi dei droni”, riporta fin dall’inizio: I combattenti Houthi dello

Come gli USA deportarono i loro radicali nella Russia sovietica

Diversi anni prima che i Bolscevichi espellessero l’intelligencija russa su navi dirette in Occidente, gli americani fecero lo stesso. Radunarono i loro radicali più indesiderati e li inviarono a Lenin come “regalo di Natale”. Molto prima della famosa isteria “arrivano i russi!” durante la Guerra Fredda, gli Stati Uniti furono colpiti dal panico “arrivano i Comunisti!” della fine degli anni ‘10. La Rivoluzione russa del 1917 non solo cambiò la

La guerra saudita in Yemen ha lasciato il Regno debole e vulnerabile

I sauditi non hanno più opzioni nella loro guerra contro lo Yemen, cominciata nel 2015. Il recente attacco alle infrastrutture petrolifere saudite ha dimostrato come questo conflitto possa potenzialmente espandersi anche all’interno dei confini dell’Arabia Saudita, minacciando il regno e le sue istituzioni monarchiche. Nonostante il consueto dito puntato contro l’Iran, la dichiarazione degli Huthi riguardo all’attacco non solo ha confermato chi realmente lo avesse pianificato ed eseguito, ma rivela

L’Iran prevale due volte sugli Stati Uniti, ma non è lontanamente finita

Un funzionario iraniano ha annunciato [in inglese] che la petroliera battente bandiera britannica, la Stena Impero, è libera di andarsene. Vi ricordate della Stena Impero? E’ la nave cisterna che il Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica (IRGC) avevano trattenuto a seguito dell’atto di pirateria dell’Impero, che in alto mare aveva sequestrato la petroliera iraniana Grace 1. Colonel Cassad ha pubblicato una buona sintesi [in russo] di questa battaglia informativa,

Relazioni Pakistan-Russia: da nemici acerrimi a partner geopolitici

La progressiva affermazione del mondo multipolare cambia lo scenario internazionale in un modo che, pur consentendo agli attori internazionali di manovrare, li costringe a regolare le sfumature delle loro politiche estere per adattarsi alle realtà in trasformazione. Durante gli anni della Guerra Fredda, il Pakistan e l’URSS venivano in genere descritti come nemici giurati, poiché a quei tempi il Pakistan era un importante alleato degli Stati Uniti e permetteva a

Sfogo del Saker: reazione al tentativo Democratico di incriminare Trump

Penso che la maggior parte dei lettori sappia che non sono un fan di Trump o del Partito Repubblicano. Ma devo dire che rispetto ai Democratici, i Repubblicani sono quasi decenti; non molto brillanti e solo decenti se comparati ai Democratici, comunque. Ho sempre sostenuto che i Neoconservatori avrebbero cercato di mettere sotto accusa Trump, e che lui è quello che ho definito un presidente “usa e getta”, che i

L’aspetto geopolitico della risoluzione anticomunista di Strasburgo

Il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione che di fatto equipara nazismo e comunismo. Si tratta di una revisionistica operazione ideologica, che ha anche dei fini geopolitici. Sugli aspetti ideologici, si è scritto molto, su quelli geopolitici assai meno. La geopolitica è una disciplina affascinante, appassionante, talvolta illuminante, ma quasi mai esaustiva. Se come unica chiave di lettura si adopera quella geopolitica, raramente si riescono ad interpretate i fenomeni in

La Cina schiaffeggia l’Inghilterra: non vi potete permettere ostilità

Questa settimana la Cina ha dato un duro avvertimento alla Gran Bretagna: ogni manovra navale condotta insieme gli Stati Uniti nelle vicinanze dei suoi territori rivendicati del Mar Cinese Meridionale, riceverà una risposta militare. Pechino ha ulteriormente criticato Londra, dicendole di abbandonare il suo “atteggiamento colonialista” verso Hong Kong. Ma la leva decisiva è stata ricordare causticamente all’Inghilterra che se vuole continuare a commerciare con la Cina, allora è meglio