Tag "The Saker"

Verso il vero Nuovo Ordine Mondiale

Introduzione Trent’anni fa George Bush Senior, con il sangue di un numero incalcolabile di civili e bambini iracheni morti sulla coscienza, fu il primo a rendere popolare il termine “Nuovo Ordine Mondiale”. Senza dubbio l’ispirazione gli venne guardando lo slogan su una banconota da un dollaro (del resto, da dove altro potrebbe trarre ispirazione un uomo del genere?). L’espressione, nel significato di Bush, è stata completamente screditata negli ultimi trent’anni.

Gli Stati Uniti cercheranno di fare una “Grenada” in Serbia?

Ricordate l’invasione statunitense di Grenada del 1983, nota come “Operazione Urgent Fury”? Tutto iniziò il 23 ottobre 1983, quando due camion bomba fecero esplodere gli edifici che ospitavano la “Forza multinazionale in Libano” statunitense e francese. L’attacco causò 307 morti, tra cui 241 militari statunitensi e 58 francesi. In seguito agli attentati i diplomatici statunitensi s’impegnarono nel solito frenetico sventolio di bandiere e nella promessa di non cedere mai e

Porre fine alla NATO e correggere l’errore di Stalin

“Al diavolo Washington!” Colonnello Douglas Macgregor . Introduzione: L’Atlantico e l’Europa A giudicare dal suo nome, NATO, l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico, ha sempre riguardato solo gli Stati Uniti e il Regno Unito, un accordo tra gli americani e il mezzo americano Churchill. Dopotutto, che rilevanza ha il “Nord Atlantico” per la Germania baltica o l’Italia mediterranea, per non parlare della Grecia egea e della Turchia del Mar Nero?

L’Ucraina sta per farsi “suicidare dal poliziotto”

Ieri ho ricevuto un’e-mail da un mio amico ucraino. Per “ucraino” intendo che la sua cultura e la sua identità sono ucraine, ama il suo retaggio, parla la lingua e ama il suo paese. Di fatto è quello che definirei un “vero ucraino” in contrapposizione agli ucraini al potere a Kiev. Ci corrispondiamo regolarmente, e ci scambiamo opinioni su ciò che sta accadendo. Ecco un estratto di ciò che gli

In Europa c’è un pericoloso branco di iene in libertà

Si aspettavano forse che li trattassimo con rispetto? Possono lucidare le loro medaglie e affilare i loro sorrisi, e divertirsi con i giochi per un po’ bum bum, bang bang, sdraiati sei morto Roger Waters. Ormai la maggior parte di voi avrà sentito parlare del “misterioso” attacco missilistico che ha colpito la Polonia. Se ve lo siete perso, ecco alcuni articoli che mostrano come questo non-evento sia stato sviluppato dai

Cosa significherebbe una sconfitta russa per i popoli dell’Occidente?

I lettori abituali del blog sanno che divido il nostro povero e sofferente pianeta in due parti fondamentali: la Zona A, in altre parole l’Impero Anglo-Sionista, detto anche l’Egemonia Mondiale o l’ “Asse della Bontà” e quella che chiamo Zona B, cioè il Mondo Libero. Molto approssimativamente, dobbiamo separare le élite al potere e i popoli che governano. Ecco, molto approssimativamente, cosa otteniamo: Zona A Zona B Le élite al

Alcune riflessioni sul ruolo degli “utili idioti” nelle moderne PSYOPS

Devo iniziare con un’ammissione: mentre l’uragano Ian è stato un disastro totale per la maggior parte della Florida, l’uragano Nicole è arrivato giusto in tempo per risparmiarmi di dover reagire all’idiozia di massa che circonda l’annunciato ritiro dell’esercito russo da Kherson. Se non avete ancora ascoltato Andrei Martyanov e Brian Berletic che ne hanno parlato con Gonzalo Lira, cliccate qui [in inglese] per ascoltare la loro conversazione. Inoltre, ascoltate i

La nuova crisi dei missili cubani che non c’è

“Crisi dei Missili di Cuba” è un termine improprio. Cuba non ha mai avuto missili nucleari, ma ne ha ospitati temporaneamente alcuni sovietici. La crisi è iniziata quando gli americani hanno piazzato i loro missili nucleari a raggio intermedio in Turchia, che hanno rappresentato una nuova minaccia per l’Unione Sovietica, che ha risposto piazzando missili simili a Cuba, pareggiando i conti. Gli americani s’infuriarono, ma alla fine si calmarono e

Altri segni della tempesta in arrivo

Oggi, come faccio spesso, menzionerò alcuni titoli e aggiungerò alcuni commenti a ciascuno di essi. Quindi eccoci qui [tutti i link in inglese]: Biden “indignato” dalla mossa russa: che si parli del vero, reale, Biden, o del collettivo “Biden” non fa differenza: gli Anglo hanno usato l’accordo sul grano per attaccare la Russia, e Biden è indignato dal fatto che la Russia ne facesse un problema. Dovete concederlo: i leader

L’escalation della NATO (di nuovo) non porta a nulla (di nuovo)

Penso che dovremmo iniziare questa panoramica su ciò che sta accadendo, ovvero che l’Occidente unito, alias l’Egemonia AngloSionista, è disperato e, in risposta a questa disperazione, sta facendo ogni sorta di sciocchezza pericolosa. Tutti conosciamo i Tre Grandi: L’attacco a NS1/NS2 L’attacco al Ponte di Crimea (CB) L’attacco alla base della Flotta del Mar Nero (BSF) a Sebastopoli. A dire il vero, si tratta di tre eventi completamente diversi. Uno