Tag "The Saker"

Breve aggiornamento sulla guerra Armenia-Azerbaijan

Com’era stato previsto da molti, nonostante l’accordo firmato a Mosca, la situazione sul terreno nella guerra fra Armenia e Azerbaijan si è intensificata: gli armeni affermano che droni azeri hanno attaccato i loro missili balistici posizionati in territorio armeno, e gli azeri l’hanno confermato dicendo di aver mandato un segnale ed effettuato un attacco preventivo per proteggere i civili azeri. Il succo della questione è questo: l’Azerbaijan ha ufficialmente attaccato

La Russia può e deve fermare la guerra in Caucaso?

Ufficialmente, la guerra è fra l’Azerbaijan e la (non riconosciuta) Repubblica del Nagorno-Karabak (RNK [in italiano]), detta anche Repubblica dell’Artsakh (ROA [in italiano]), a cui io mi riferisco sempre con Nagorno Karabakh o “NK”. Come spesso succede, la realtà è molto più complicata. Per dirne una, la Turchia di Erdogan è coinvolta in pieno fin dal primo giorno (e, in verità, perfino da prima) mentre l’Armenia ha sostenuto in tutto

Le opzioni russe nel conflitto in Karabakh

Mentre la maggior parte della gente ha gli occhi fissi sul dibattito fra Trump e Biden, il conflitto fra Armenia e Azerbaijan sul Nagorno-Karabakh (NK) ha ricevuto in Occidente un’attenzione relativamente piccola. Eppure questa è una situazione potenzialmente pericolosa. Pensate solo a questo: gli armeni stanno accusando i turchi di aver abbattuto un Su-25 armeno nello spazio aereo armeno (non sopra il NK!). Se ciò fosse vero sarebbe una grande

Infuria la guerra tra Armenia e Azerbaijan nel Caucaso meridionale

https://southfront.org/wp-content/uploads/video/IMR_28_09_20.mp4 Il 27 settembre è scoppiata una nuova guerra regionale nel Caucaso meridionale a seguito del conflitto tra Armenia e Azerbaijan sulla contesa regione del Nagorno-Karabakh. Nei primi anni ’90 le forze filo-armene avevano conquistato la regione scatenando un conflitto tra Armenia e Azerbaijan. Un intervento russo nel maggio 1994 aveva fermato l’ulteriore sviluppo delle ostilità e la prevista offensiva delle forze filo-azere. Durante la crisi politica del 2018 in

Il mondo è uscito completamente di senno

Tutti noi sappiamo di star vivendo in un tempo folle e pericoloso, eppure non smetto di stupirmi di quello che la macchina propagandistica imperiale (anche nota come l’eredità dei media sionisti) cerca di farci ingollare. La lista della roba veramente merdosa a cui ci dicono di credere ora è molto lunga, e oggi voglio solo segnalare alcuni dei miei “favoriti” (per così dire). Per primo, naturalmente, c’è lo scandalo del

I russi sono gli idioti più stupidi del pianeta

I russi sono stupidi. Disperatamente stupidi. Sono dilettanti della peggior specie. Ignoranti sotto steroidi. Perché? Beh, per esempio, il loro cosiddetto agente per la guerra biologica non plus ultra “Novichok” sembra incapace di uccidere. I russi devono averlo capito. Questo è il motivo per cui, quando hanno tentato di uccidere Skripal (dopo averlo liberato dalla prigione) hanno messo quella cosa del Novichok dappertutto: sulla panchina vicino a Salisbury, sulla maniglia

Hillary e i Democratici otterranno la guerra civile che stanno cercando di provocare?

Se non l’avete già visto, guardate questo video di Hillary Clinton che afferma, e cito, “Joe Biden non dovrebbe concedere nulla in nessuna circostanza”: “Nessuna” significa “nessuna”. Ciò includerebbe il caso (dichiaratamente ipotetico) di Trump che vince chiaramente in modo schiacciante. Lo ripeto, “nessuna” significa “nessuna”. Le implicazioni dirette di ciò è che i Democratici dovrebbero riprendere la Casa Bianca con ogni mezzo e in ogni circostanza. Questo è anche

La Russia e le prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti

Introduzione: non è una bella immagine Cominciamo con una dichiarazione liberatoria: in questo articolo presumo che ci sarà un’elezione presidenziale negli Stati Uniti in autunno. In questo momento sembra essere probabile che queste elezioni si svolgeranno (sembra che non ci sia alcun modo legale per annullarlo o ritardarlo), ma questo non è affatto certo (c’è un articolo molto interessante di un analista russo che prevede una diarchia dopo le elezioni, 

Contano davvero le prossime elezioni presidenziali?

Ponendo semplicemente la domanda se siano importanti le prossime elezioni presidenziali, sto ovviamente suggerendo che non lo siano. Per spiegare la ragione della mia opinione, devo riportare le prossime elezioni nel contesto dei quelle precedenti. Cominciamo quindi da qui. L’elezione di Donald Trump del 2016 La prima cosa che, io credo, dovrebbe essere ormai evidente a tutti è che non c’è stata alcuna operazione segreta da parte di nessun deep

Che tipo di “rivoluzione popolare” è questa?!

Devo dire che sono stupito da quante persone di Sinistra pensino, a quanto sembra, che gli attuali disordini negli Stati Uniti siano una ribellione spontanea contro la violenza della polizia, il razzismo sistemico e la storia della persecuzione e dello sfruttamento dei Neri, degli Indiani, ecc. La violenza, i saccheggi e le sommosse vengono o giustificati in quanto risultato di un qualche tipo di giusta collera o condannati a causa