Breaking news
  • No posts where found

Tag "Trump"

La “Leva Avdeevka” di Poroshenko e lo “Sbarco” dei Media occidentali

La reazione della dirigenza ucraina lo scorso 28 gennaio, dopo la conversazione del presidente russo Vladimir Putin col presidente degli Stati Uniti Donald Trump, è stata un’immediata escalation del conflitto armato nel Donbass. Nella notte del 29 gennaio è iniziata un’azione militare in piena regola dell’esercito ucraino. Ma, soprattutto, l’offensiva militare ucraina ha ricevuto un notevole supporto mediatico: nel Donbass, infatti, sono “sbarcati” vari collaboratori di media occidentali. Dal 31

Come mai in Occidente non si parla più di Siria?

Negli Stati Uniti e in Europa la questione siriana è sparita dalle prime pagine dei media mainstream. Come mai? La spiegazione di Ruslan Ostashko, PolitRussia.com ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Le repubbliche baltiche delle banane

Con l’elezione di Trump, le quotazioni della russofobia stanno calando drasticamente, gli stati che non sono in grado di produrre altro faranno la fine delle repubbliche delle banane sudamericane. Ruslan Ostashko, Politrussia.com. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Putin ha comprato l’FBI

Pensavate che la campagna elettorale statunitense avesse raggiunto il fondo? Neanche per sogno! Le accuse a Putin sono una vera e propria catastrofe nazionale per gli Stati Uniti. Ruslan Ostashko. PolitRussia.com ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Cosa ne è stato della Sinistra?

Quelli che conosco della mia generazione sono rimasti perplessi per la scomparsa della Sinistra americana. Si ricordano di quando c’era molta meno guerra, molto meno ladrocinio del monopolio capitalistico, un’élite meno ricca e potente, meno violenza della polizia contro i civili, meno militarizzazione, meno privatizzazione e deregolamentazione, un minor numero di attacchi contro la rete della sicurezza sociale e meno propaganda da parte dei media, eppure, nonostante lo stato di

False flags che fluttuano nell’aria calda dell’Impero

Quando penso ai recenti sviluppi negli Stati Uniti (le sparatorie di Dallas e di Orlando) e in Europa (Nizza, il prete assassinato, la sparatoria in Germania) ho la spiacevole sensazione che ci sia qualcosa di sbagliato. Da una parte, gli esecutori sono assolutamente ridicoli: pseudo-mussulmani che poi si scopre essere degli omosessuali alcolizzati, ex-pazienti di istituzioni psichiatriche, il genere di persone che io definisco “mussulmani da un giorno all’altro”, non

La Clinton offre un nuovo contratto al Procuratore Generale – evita così la condanna

Hillary Clinton è sotto indagine federale per aver usato il suo server email, privato e non sicuro, per affari di stato riservati. Chiunque, avendo a che fare con materiale ufficiale riservato su un server privato, avrebbe almeno perso il lavoro e sarebbe stato presumibilmente incriminato. Ma la Clinton non è chiunque. Lei deve fare pressioni. Ha offerte da fare. E lo sta facendo con successo. Seguiamone le tracce. Loretta Lynch

Gli Usa tendono una trappola alla Russia

Questa sembra la stagione delle fughe di notizie, almeno a Washington DC, dove gli ultimi “documenti trapelati” ottenuti dal Washington Post suggeriscono che gli USA stanno offrendo alla Russia un piano per “coordinare” i loro attacchi al Daesh e ad al-Nusra e per creare un gruppo d’implementazione congiunto (JIG) per “permettere una coordinazione migliore tra gli Stati Uniti e la Federazione Russa al di là della sicurezza stabilita delle procedure di

Facendo fuori le Élites

Dato quello che sta accadendo in questi giorni con la restaurazione della UE, è difficile non scrivere qualcosa a riguardo, perciò non cercherò nemmeno di resistere alla tentazione. I mercati azionari stanno andando in crash, le banche sono sull’orlo del fallimento, il prezzo dell’oro sta salendo, e la City di Londra e i tipi della finanza a Wall Street stanno correndo avanti e indietro con le teste in fiamme. Ma