Tag "Ucraina"

Il nazionalismo ucraino contro Otto von Bismarck

Quando Zelenskyj è salito al potere, c’erano due opzioni fondamentali che avrebbe potuto scegliere. Queste opzioni erano, approssimativamente: Opzione uno, mettere il pragmatismo al di sopra dell’ideologia: compiere uno sforzo risoluto per affrontare i problemi più urgenti dell’Ucraina. Per lo meno, Zelenskyj avrebbe potuto ordinare alle sue forze di smettere di sparare, e di ritirarle ad una distanza di sicurezza (Zelenskyj aveva la piena autorità per farlo appena dopo insediamento,

Chernobyl: un “debito verso la verità”

La miniserie della HBO “Chernobyl” ha coinvolto i nostri cuori – ma non le nostre menti. Dobbiamo spostare l’attenzione dall’URSS alla lobby nucleare occidentale. La miniserie della HBO “Chernobyl” è un promemoria tempestivo degli orrori della tecnologia nucleare andati male. Nelle prime ore del 26 aprile 1986, si verificò un incidente nell’Ucraina settentrionale che rivelò ancora una volta che tutto il genio e l’inventiva della tecnologia nucleare sono impotenti contro

L’Ucraina sequestra una nave russa – gli è stato ordinato dal regime di Trump?

L’Ucraina è uno stato vassallo degli Stati Uniti. L‘elezione di aprile di Volodymyr Zelenskyj, che è entrato in carica il 20 maggio come presidente, non ha cambiato nulla. Servendo a discrezione del padrone americano, la sua scelta è obbedire o mettersi al riparo. Il destino del presidente deposto Viktor Janukovych ha mostrato il prezzo della disobbedienza. Giovedì, un comunicato del Servizio di Sicurezza ucraino (SBU) ha dichiarato quanto segue: L’SBU

Il dilemma di Zelenskyj

Le recenti elezioni della Rada ucraina hanno prodotto due risultati interessantissimi: In primo luogo, quasi tutti i partiti nazionalisti non sono riusciti ad ottenere nemmeno un rappresentante eletto alla Rada (i partiti di Poroshenko e della Tymoshenko hanno ottenuto alcuni seggi, ma solo 25 ciascuno). In secondo luogo, per la prima volta dall’indipendenza dell’Ucraina, il presidente del paese avrà la maggioranza assoluta nella Rada. Questi sono i risultati riportati dall’agenzia

Cosa si scrive in Italia sul caso Markiv e sui Neonazisti ucraini che hanno combattuto nel Donbass

In Italia il forte scandalo per l’arresto del “gruppo ucraino” armato fino ai denti, che è stato accusato di aver tentato di assassinare il vice primo ministro locale, Matteo Salvini, guadagna slancio. La detenzione degli italiani che hanno combattuto nel Donbass, insieme al caso del soldato della Guardia Nazionale Markiv, che è stato condannato a 24 anni per l’omicidio del giornalista italiano Andrea Rocchelli nel Donbass, possono entrambi danneggiare la

Le elezioni in Ucraina sono sotto lo stretto controllo dei “difensori della democrazia”

Nei giorni che precedono le elezioni in Ucraina, il Congresso degli Stati Uniti ha deciso che è giunto il momento di esprimere il suo incrollabile sostegno alla democrazia nel paese. Questo è stato fatto in diversi modi. Uno di questi è ricordare alla comunità globale dell’“aggressione russa” del 25 novembre 2018 a sud dello Stretto di Kerch, quando navi della marina ucraina tentarono di attraversare lo Stretto senza permesso, e

17 luglio 2014: Nessuno merita di morire così

17 luglio 2014 Parto sempre qualche giorno prima a pensare a questa data, un po’ come il 2 di maggio della strage di Odessa dello stesso anno, della stessa guerra, degli stessi autori. E siamo arrivati a 5 anni. 5 anni non sono molti, eppure nemmeno un servizio in coda ad un tg ricorda l’eccidio di tanti civili. Parlo del volo MH17 della Malaysian Airlines che sorvolava i cieli in

Com’è stata confusa la notizia degli Italiani di estrema destra che combattono in Ucraina

Le notizie che si susseguono velocemente possono essere poco chiare. I resoconti possono essere contraddittori e mancare di alcuni dettagli significativi. Notizie che sono fake news possono improvvisamente diventare vere, mentre la corretta versione di una notizia può diventare una fake news. Lo vediamo in diretta con questo caso, che mostra come e perché possa succedere. Ieri la Polizia di Stato italiana ha arrestato un certo numero di neo-nazisti che

Sitrep con Stefano Orsi Nr.053

Gli argomenti del giorno: – Libia (situazione) – Siria (Idlib e raid israeliani) – Turchia (s-400) – Iran (sequestro superpetroliera) – Russia (Losharik) – Nord Corea (incontro Trump-Kim) – Ucraina (Zelenski, caso Rocchelli, MH-17) – Italia (Putin, finanziamenti e “interferenze russe”) Durata 2 ore circa.

Le elezioni parlamentari ucraine invertiranno il colpo di Stato del Maidan e cacceranno i galiziani dal potere?

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, l’Istituto del Partito Repubblicano e Igor Kolomojskyj non possono sbagliare su ciò che la stragrande maggioranza degli elettori ucraini sta pensando – che c’è una guerra civile in Ucraina che non può essere vinta con le armi, i soldi e i putsch degli Stati Uniti a Kiev. La questione da decidere il giorno del voto, il 21 luglio, per la nuova Verchovna Rada