Tag "Venezuela"

La zona B esiste, quindi c’è speranza, ve lo prometto!

Cari amici, Oggi sembra che il trionfo dei nostri avversari sia totale. Voglio pubblicare questo editoriale dicendo che non credo neanche per un secondo che questo sia vero. Tutto quello che voglio fare oggi è spiegare perché. Quindi, solo per rendere tutto chiaro a chi non è particolarmente dotato, questa non è un’analisi completa, e tralascerò molte cose. Quindi, eccoci qui: Per prima cosa, notate quanto sono totalmente paranoici i

Speciale elezioni in Venezuela con Geraldina Colotti e Stefano Orsi

Il 6 dicembre 2020 si sono svolte, nonostante l’epidemia di SARSCOV2 in corso (e nel pieno rispetto dei termini previsti in Costituzione) le elezioni per il rinnovo del Parlamento Legislativo in Venezuela. La vittoria è andata al raggruppamento Grande Polo Patriottico GPP legato al Presidente Maduro. Geraldina Colotti, esperta di Sud America e di Venezuela in particolare, analizza il voto popolare alla luce della situazione politica ed economica nel Paese.

Sitrep con Stefano Orsi Nr.083

In questa puntata esaminiamo con Stefano la situazione in Nagorno-Karabakh. Parleremo poi di Bielorussia e Moldavia per spostarci in Africa dove le notizie che ci giungono sono tutt’altro che buone. Tratteremo brevemente il tema delle elezioni USA. Si tratta di circa 1h e 43 min, alcuni approfondimenti sono stati rimandati alla prossima puntata. Buona visione.

Aree di crisi nel mondo n. 46 e 47. Dal 24 Giugno al 10 Luglio

Mentre prosegue nella sua impressionante sequenza di disastri, il 2020 ci appare come un anno che verrà ricordato a lungo sui libri di scuola e da noi tutti almeno finché vivremo. Dal COVID-19 alle crisi nel Mediterraneo e nel mondo intero. Iniziamo con l’evento più importante di questa settimana (24 Giugno). Mosca, la parata per il 75° anniversario della vittoria dell’URSS sul nazifascismo. La parata quest’anno si è svolta il

Trump ha appena cancellato una potenziale doppia guerra?

Mentre sto scrivendo, è ancora troppo presto per dichiarare che il pericolo sia passato, ma almeno tre delle cinque petroliere iraniane sono arrivate sane e salve in Venezuela (la conferma viene da TeleSur [in spagnolo] e PressTV [in inglese]). Inoltre, se è vero che non dovremmo “mai dire mai”, sembra estremamente improbabile che gli Stati Uniti lascino passare solo tre petroliere e poi provino ad impedire l’arrivo delle altre due.

Trump inizierà davvero *due* guerre invece che “solo” una?

Nel bel mezzo della paura indotta dalla pandemia in tutto il mondo, la maggior parte di noi ha probabilmente perso le tracce di tutti gli altri potenziali pericoli che minacciano ancora la pace e la stabilità internazionali. Consentitemi di elencare solo alcuni titoli che, credo fermamente, meritano molta più attenzione di quella che hanno ottenuto finora. Ecco qui: Military Times: “5 petroliere iraniane navigano verso il Venezuela tra le tattiche

Baia dei Porci 2.0 – Invasione armata in Venezuela

Nel mezzo della pandemia globale, Washington procede con la sua agenda in America Latina. Ancora una volta l’obiettivo è il Venezuela. L’opposizione del governo americano al regime popolare di Nicolás Maduro ha raggiunto livelli sempre più drastici, con gli Stati Uniti che dichiarano ufficialmente la pericolosa bugia che lo stato venezuelano sarebbe coinvolto nel traffico internazionale di stupefacenti e, da allora, giustificherebbe audaci manovre militari e di intelligence per destabilizzare

Lavrov afferra il toro dell’Impero per le corna e annuncia il suo obiettivo principale

Provate a immaginare le facce paonazze per l’indignazione nella casa dell’eccezionalismo americano quando Lavrov ha preso il toro per le corna durante la visita in tre Paesi dell’America Latina. Può essere che il suo viaggio non sia stato pianificato in questo modo, ma ha dato a Lavrov l’opportunità di resistere al bellicoso Discorso sullo Stato dell’Unione di Trump, in cui Trump ha di nuovo preso di mira Venezuela, Cuba e

Il miglior jet cinese in offerta: chi comprerà i nuovi caccia J-10C?

Con la Aviation Industry Corporation of China che ha iniziato a promuovere i caccia monomotore J-10C per l’esportazione, è stato ipotizzato che diversi abbiano già mostrato interesse per il jet e che si prevede l’annuncio di una vendita all’estero. La commercializzazione del J-10C all’estero rappresenta la prima volta in oltre un decennio che la Cina offre una nuova importante classe di caccia per l’esportazione e la prima volta che uno