Tag "Venezuela"

Aree di crisi nel mondo n.7 del 14-6-2019

  Torniamo a dare uno sguardo al di fuori degli abituali scenari di guerra siriani che siamo soliti analizzare per controllare cosa sta accadendo in altri Paesi sia nelle aree limitrofe alla Siria sia altrove. Purtroppo la tensione nel mondo non si placa, anzi, va esacerbandosi man mano che le pedine vengono disposte sulla scacchiera globale strategica. Iniziamo intanto con la Siria e procediamo allontanandoci man mano. Damasco KAFR NABOUDEH

Venezuela – Il sostegno all’opposizione si sgonfia, e gli USA colpiscono gli aiuti umanitari

I palloni gonfiati, usati in Venezuela dagli Stati Uniti per il loro tentativo di cambio di regime, non hanno svolto il lavoro assegnato. Il New York Time dichiara che il loro movimento si è “sgonfiato”: Undici ore dopo la pubblicazione della storia [in inglese] (e dopo la chiamata dalla Casa Bianca?), il titolo è cambiato [in inglese]: Pur continuando a ripetere le affermazioni della propaganda, l’articolo fa chiarezza sulla mancanza

Le comuni venezuelane proteggono lo stato

La democrazia diretta funziona che è una meraviglia. Diamo un’occhiata alle comuni del Venezuela …. Le comuni onnipresenti del Venezuela sono la prova che la democrazia diretta funziona. E, cosa abbastanza interessante, quelle stesse comuni sono potenti respingenti per i tentati golpe, proteggendo la sacralità della democrazia diretta del loro paese. Con ogni probabilità, John Bolton e Trump e Pence e Pompeo e Rubio sono stati scioccati al di là

Raùl Antonio Capote: “Le menti delle persone sono il campo di battaglia finale”. La storia mai raccontata della CIA e della guerra che ci fanno.

Nato a L’Avana nel 1961, Raùl Antonio Capote è un professore di storia, cultura e letteratura cubana, scrittore e editorialista. Di recente è stato nominato capo della redazione Internazionale del giornale Granma, l’organo ufficiale del Partito Comunista di Cuba.  Nel 2015 ha pubblicato il libro “Otro agente en La Habana”/”Enemigo”, dove racconta la sua esperienza di agente segreto infiltrato nella CIA dal 1990 al 2000. Abbiamo incontrato Raùl Antonio Capote,

L’Impero Anglo-Sionista: un’iperpotenza con microcervelli e nessun credito rimasto

La scorsa settimana ha visto quello che avrebbe dovuto essere una presunta iperpotenza dare la colpa della sua imbarazzante sconfitta non solo al Venezuela, che ha sconfitto con successo i piani di colpo di stato dello Zio Shmuel [in inglese], ma anche ad una lista di altri paesi tra cui Cuba, Russia, Cina e Iran [in italiano]. È piuttosto patetico e, francamente, sconfina con il comicamente ridicolo. Zio Shmuel chiaramente

“Venezuela: Come si mette in scena un golpe da operetta” Aggiornamenti dal 30-4 al 12-5-2019

Venezuela: Come si mette in scena un golpe da operetta 30-4-2019 Le immagini partono dagli scontri seguiti all’appello al golpe di Guaidò, passando per gli scontri di questa mattina che come vedete sono stati molto violenti e solo per la moderazione delle forze dell’ordine venezuelane non sono divenuti una carneficina. Si sono evidentemente limitate a contenere e far esaurire i fuochi fatui di rivolta che dopo poche ore si sono

Una settimana nella vita dell’Impero

Introduzione: A volte è utile non esaminare in dettaglio un problema specifico, ma piuttosto fare un’indagine sui processi in corso. L’immagine risultante non è né migliore né peggiore, è semplicemente diversa. Questo è quello che voglio fare oggi: dare uno sguardo a volo d’uccello al nostro pianeta sofferente. Putin trolla l’Impero: È tutto molto semplice: se gli ucraini daranno passaporti ai cittadini russi e noi in Russia distribuiremo passaporti agli

Cambiare o Perire: la dura Scelta del Bolivarismo venezuelano

L’arte di vincere la si impara nelle sconfitte (Simon Bolivar) Il tentato golpe raffazzonato di Juan Guaido degli ultimi giorni ha riportato sotto i riflettori mondiali il Venezuela. E con esso il solito insieme di cliché sulla sua situazione economica. I media non ci hanno risparmiato nulla: dal socialismo “che rende tutti poveri”, all’aneddoto dei cugini che “stavano benissimo” e ora “muoiono di fame”. Ma abbiamo anche sentito la campana

Sitrep con Stefano Orsi Nr.051

Oggi parleremo del secondo tentato golpe in Venezuela, della situazione in Libia tra le varie fazioni che si contendono Tripoli e della nuova offensiva siriana attorno alla sacca di Idlib. Parecchie novità e aggiornamenti dai fronti per una durata complessiva di 1h e 45 min.

Un’altra “piccola allegra guerra”?

Certo. Invadiamo il Venezuela. Un’altra piccola allegra guerra. È pieno di Comunisti e ha un mare di petrolio. L’unica cosa che manca a quei venezuelani amanti dei cubani, sono le armi di distruzione di massa. Questa settimana, i principali Neoconservatori statunitensi hanno minacciato apertamente che se gli ultimi tentativi della CIA di organizzare un colpo di Stato per rovesciare il governo venezuelano di Maduro falliranno, Washington potrebbe mandare i Marines.