Tag "Vietnam"

Mille palle di fuoco

“La Russia è pronta a rispondere ad ogni provocazione, ma l’ultima cosa che i Russi vogliono è un’altra guerra. E questo, se vi piacciono le buone notizie, è la notizia migliore che potrete sentire”. Un refolo di Terza Guerra Mondiale aleggia nell’aria. Negli Stati Uniti la Guerra Fredda 2.0 è in pieno svolgimento e la retorica anti-russa che emana dalla campagna elettorale della Clinton, amplificata dai mass-media, riporta indietro al

Tra l’incudine (il Mar Cinese Meridionale) e il martello

La Corte Permanente di Arbitrato dell’Aia, sostenuta dalle Nazioni Unite, ha stabilito in sostanza che non vi è alcuna base giuridica perché la Cina rivendichi diritti storici su vaste sezioni del Mar Cinese Meridionale incluse nella “linea a nove tratti” [La linea di demarcazione utilizzata dal governo cinese per le sue rivendicazioni territoriali sul Mar Cinese Meridionale, NdT]. Ecco qui, in perfetto legalese: “le pretese della Cina su diritti storici,

Gli USA dichiarano la loro egemonia sull’Asia

Le intenzioni americane in Asia non sono mai state così ovvie. I tentativi per ritrarre il ruolo dell’America nella regione come costruttivo o necessario sono andati avanti dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, tuttavia, di recente, con l’Asia capace di cominciare a determinare il proprio destino da sola, il tono da Washington è diventato sempre più conciso e diretto. Le osservazioni del Segretario alla Difesa americano Ashton Carter durante il

L’India adesso è un alleato americano?

L’India si allinea con gli Stati Uniti contro Cina e Russia. Le recenti mosse dell’India stanno mettendo in dubbio l’impegno multipolare del paese, e sollevano interrogativi sul fatto che l’India sia passata dalla parte del sistema multipolare americano. L’India era universalmente acclamata per essere un pilastro multipolare nell’ordine mondiale emergente. Il paese aveva un ruolo essenziale nei BRICS e nei più grandi processi trasformativi globali che sono in corso. In

La Grande Muraglia dell’impotenza del Pentagono

Nessuno ha mai perso dei soldi scommettendo sull’astensione del Pentagono dalla propria retorica eccezionalistica. Ancora una volta l’attuale capo supremo del Pentagono, il neoconservatore DOC Ash Carter, non ha deluso allo Shangri-La Dialogue, l’annuale, assolutamente da non perdere, forum sulla sicurezza di Singapore, a cui partecipano i più importanti ministri della Difesa, studiosi e dirigenti d’azienda di tutta l’Asia. Il contesto è la chiave di tutto. Lo Shangri-La Dialogue è

Mettere tutto a tacere nell’America che si prepara per la guerra

Tornando negli Stati Uniti in un anno di elezioni, sono colpito dal silenzio. Ho seguito quattro campagne presidenziali, iniziando da quella del 1968; ero con Robert Kennedy quando gli hanno sparato e ho visto il suo assassino prepararsi ad ucciderlo. È stato un battesimo alla “American way”, assieme alla violenza schiumante della polizia di Chicago alla convention truccata del Partito Democratico. La grande controrivoluzione era iniziata. Il primo ad essere

Nove tesi riguardo alla guerra in cui siamo impegnati

  Il 26-27 Aprile il Ministero della Difesa russo ha tenuto un’importante conferenza internazionale sulla sicurezza. Ho preso parte ad un gruppo che discuteva delle “rivoluzioni colorate”.   Il tempo assegnato ai conferenzieri (5 minuti) e ai partecipanti alla discussione (1 minuto) era troppo breve per esporre l’intero concetto di rivoluzioni colorate nella politica moderna e il loro impatto sulla sicurezza generale e militare dello stato scosso da un evento simile. Perciò,

L’aviazione russa impartisce in Siria una dura lezione alla sua controparte americana

Gli aerei e i piloti russi hanno effettuato più missioni, con meno equipaggiamento di quanto abbiano mai fatto gli Stati Uniti fin da quando la Cactus Air Force aveva incominciato ad operare da Henderson Field, a Guadalcanal nel 1942. Io non odio l’America e ho un grande rispetto per i piloti americani, i migliori del mondo, e per gli aerei militari americani, magari non i migliori del mondo, ma comunque

Licenza di Uccidere

Questo articolo è, ancora una volta, una replica, ma l’argomento sembra decisamente opportuno. Mentre guardate il sistema politico degli US attraversare le sue solite buffonate, chiedetevi: sono almeno in grado di capire che hanno già perso l’Impero? La storia è sempre la stessa: qualche nazione, a causa del sovrapporsi di fortuite circostanze, diventa potente – molto più potente delle altre – e, per un po’, domina. Ma le fortuite circostanze,

Pescando in acque agitate – Gli Stati Uniti nel Mar Meridionale Cinese

Il solo fatto che la Cina abbia dispute territoriali con alcune delle nazioni adiacenti al Mar Meridionale Cinese non significa che le stia minacciando – nonostante questo gli Stati Uniti pare necessitino di un antagonista.   La politica estera della “nazione indispensabile” diventa ancora più complicata. Avremmo potuto pensare che con le varie crisi in corso in Ucraina e Medio Oriente gli Stati Uniti avessero le mani occupate. Per niente,