Tag "Viktor Yanukovych"

L’ingerenza di Mosca è cattiva, l’interferenza occidentale è buona: ad un mese dalle elezioni russe, l’ipocrisia è di nuovo in primo piano.

Negli ultimi anni i media sono ossessionati dalla presunta interferenza russa nelle elezioni statunitensi. Mentre le affermazioni si sono rivelate del tutto prive di fondamento, l’Occidente stesso si impegna apertamente negli sforzi per influenzare le elezioni altrui. La differenza è che quando l’America o i suoi alleati lo fanno, si chiama “promuovere la democrazia”. Ora, una campagna per minare la legittimità delle elezioni parlamentari russe, che si terranno il mese

L’Ucraina affronterà lo stesso abbandono dopo l’uscita americana dall’Afghanistan?

L’Ucraina è “quasi un membro dell’UE” [in russo] e “quasi un membro della NATO”, ha dichiarato il Presidente Zelenskyj con orgoglio di recente. La parola “quasi” è corretta, perché sette anni dopo la rivoluzione del Maidan, l’Ucraina è ancora una democrazia al di sotto degli standard, e lontana dal raggiungere gli standard democratici di base richiesti per l’ingresso in uno di questi blocchi. In effetti, l’Ucraina è “quasi” in tanti

Si dimette il ministro degli Interni ucraino con stretti legami con l’estrema destra

Il ministro degli Interni ucraino Arsen Avakov, noto per i suoi legami con i Neonazisti, si è dimesso dalla sua posizione nel governo del Presidente Volodymyr Zelenskyj. Non sono stati rivelati i motivi delle sue dimissioni a sorpresa. Avakov è stato il ministro più longevo del paese. Ha trascorso sette anni nella sua posizione a partire dal 2014 sotto l’ex presidente Petro Poroshenko, salito al potere dopo un colpo di

Perché Mosca semplicemente non lo destituisce

Ogni volta (e ne abbiamo appena avuto dimostrazione) che qualcuno a Kiev crea problemi alla Russia, Internet si riempie di persone che chiedono a gran voce a Putin di andare lì e destituirli. Una sotto-variante è che Mosca, dopo il colpo di Stato di Maidan, avrebbe dovuto invade l’Ucraina, arrestare tutti i nazisti e rimettere Yanukovich al suo posto per terminare il suo mandato in base all’ormai dimenticato accordo stipulato

Cosa è appena successo in Ucraina

Prima di esaminare ciò che è appena accaduto in Ucraina, dobbiamo ricordare la sequenza di eventi che hanno portato alla situazione attuale. Proverò a fare un breve riassunto (saltando molti dettagli) nello stile di un elenco puntato: Non sappiamo se Ze inizialmente intendesse fermare la guerra nell’Ucraina orientale, ma sappiamo che non solo non è riuscito a fermarla, ma per molti versi le sue politiche sono state anche peggiori di

Dal RussiaGate all’UcrainaGate: la strada verso l’Apocalisse

La corruzione e i presunti sforzi per ridurla sono diventati l’arma Neoconservatrice preferita con cui manovrare le chiusure dei finanziamenti agli accoliti dell’impero Neoconservatore internazionale guidato dagli Stati Uniti. KIEV, UCRAINA – A tre mesi dall’ascesa di Joe Biden alla presidenza degli Stati Uniti, il mondo vacilla sull’orlo della guerra nucleare, sia per progetto che per incidente, poiché la Russia riferisce che gli Stati Uniti stanno esercitando una notevole pressione

L’Occidente si rifiuta risolutamente di affrontare la realtà in Crimea

Uno degli aspetti più noiosi dei media tradizionali è il modo in cui ignorano la storia e trattano tutti i sistemi moderni come se fossero privi di contesto storico. Da nessuna parte questo è più evidente quando si presenta la situazione attuale in Crimea. I politici e i giornalisti occidentali sembrano completamente privi di contesto storico quando discutono dell’attuale attrito tra Russia e Ucraina sullo stato della Crimea. Peggio ancora,

Gli esperti occidentali credevano che l’Ucraina post-Maidan sarebbe stata un “esempio” per la Russia – ma è diventata un ammonimento

  Molti Liberali russi ed esperti stranieri hanno visto il “Maidan” ucraino del 2014 come un evento che avrebbe ispirato il cambiamento a Mosca. Oggi, mentre una Kiev sempre più disfunzionale reprime la libertà di parola, sembra più un ammonimento. Nel maggio 2014, il neoeletto presidente ucraino Petro Poroshenko promise che avrebbe portato rapidamente la pace nel paese. “L’operazione antiterrorismo non può e non deve durare due o tre mesi.

La Bielorussia potrebbe diventare la prossima Siria?

Ok, lo ammetto, il titolo è piuttosto esagerato 😊 ma ecco cosa intendevo dire: ci sono segnali che la Russia stia intervenendo nella crisi bielorussa (finalmente!) Prima di tutto, possiamo vedere un cambiamento veramente radicale nella politica di Lukashenko: se il suo istinto iniziale era quello di scatenare una repressione brutale sia sui rivoltosi violenti che sui dimostranti pacifici, ora ha fatto dietro front, e il risultato è piuttosto sorprendente:

I leader europei lasciano fiori per onorare un terrorista bielorusso (+ importante sviluppo!)

Guardate questo video di diplomatici dell’UE (e di altri paesi) che depongono fiori nel luogo in cui è morto di recente un bielorusso: https://video.img.ria.ru/Out/Flv/20200813/2020_08_13_POSLYRIA16x9_pqk43qxa.n1c.mp4 Questa azione è davvero mozzafiato nella sua ipocrisia e totale delusione. Perché? Beh, per prima cosa, questi tizi non si rendono conto che la loro reputazione è stata distrutta da quando hanno “garantito” l’accordo tra Yanukovich e gli ucronazisti, un accordo che, come tutti sappiamo, è