Ho analizzato alcune fonti di informazioni e posso offrire alcune rapide reazioni a ciò che sta accadendo. L’operazione è più grande di quanto avevo previsto. Tuttavia, ANCORA non credo che la Russia voglia invadere l’Ucraina.

Vediamo prima cosa ha già fatto la Russia usando SOLO LE SUE ARMI A LUNGO RAGGIO:

  • Le difese aeree ucraine hanno cessato di esistere
  • L’aviazione ucraina ha cessato di esistere
  • La marina ucraina ha cessato di esistere
  • Il comando e il controllo ucraino sono gravemente disturbati, con la distruzione di molti posti di comando
  • Tutti gli aeroporti militari in Ucraina ora non sono operativi
  • Numerosi depositi di munizioni, petrolio e lubrificanti sono stati distrutti.
  • La Russia controlla l’intero spazio aereo ucraino e tutte le acque costiere ucraine nel Mar Nero e nel Mar d’Azov.

Quindi, vediamo cosa stanno facendo LDNR e le forze russe, a quanto pare, in questo momento:

  • Le forze LDNR hanno sfondato le difese ucraine in due posizioni e sono penetrate 7-10 km oltre la linea di contatto.
  • Queste forze avanzarono con il supporto di fuoco dalla Russia
  • Le forze ucraine hanno costruito fortificazioni per 8 anni, quindi i progressi contro la maggior parte delle forze di terra ucraine sono lenti. TUTTAVIA
  • Sembra che i russi abbiano deciso di circondare l’intera forza ucronazista in Donbass con un movimento a tenaglia da nord e sud

È mia opinione che la Russia circonderà le forze ucraine, l’intera forza ucraina lungo la linea di contatto e poi aspetterà che si arrendano, riducendo così al minimo le perdite da entrambe le parti. In altre parole, i russi stanno cercando di rinchiudere gli ucraini in un calderone operativo e sostanzialmente rimuovere queste forze dall’equazione.

In secondo luogo, Putin ha chiaramente affermato gli obiettivi della Russia: smilitarizzare e denazificare l’Ucraina.

Il primo elemento, il disarmo, è già a buon punto.

La denazificazione implica una sorta di cambio di regime. Ci sono notizie di forze russe vicino a Kiev e credo che una “caccia ai Nazisti” sarà condotta in un modo o nell’altro.

È interessante notare che i russi hanno completamente circondato la città di Kharkov, ma non ci sono (ancora) entrati. Questo ha perfettamente senso militare, ma segnala anche, o almeno così mi sembra, che la Russia vuole evitare il più possibile di essere coinvolta in operazioni di combattimento offensivo nelle grandi città, e di uccidere civili. Intendiamoci, le forze armate che hanno preso Groznyj nel 2000 possono *facilmente* e *rapidamente* prendere d’assalto qualsiasi città ucraina (se non altro perché ucraini e ceceni sono quasi agli opposti in termini di abilità di combattimento). Ma perché complicare le cose?

Quando possibile, i russi circonderanno le città ucraine, le bloccheranno e aspetteranno che appaiano le bandiere bianche.

Se ciò sia possibile o meno non so dirlo, e quello che accadrà a Mariupol sarà interessante: questa volta sì, la città sarà liberata, ma sarà interessante vedere quanta resistenza incontreranno le forze russe/LDNR.

A proposito – qualcuno conosce webcam/geocam di Mariupol?

Conclusioni provvisorie:

Fondamentalmente, questo è un 08/08/08 su scala molto più ampia: entrare, disarmare, ritirarsi.

La mia ipotesi (niente di più, è troppo presto per dirlo!) è che:

  • Le forze ucraine lungo la linea di contatto saranno circondate e neutralizzate. Una volta raggiunto l’obiettivo, la maggior parte della minaccia terrestre ucraina semplicemente scomparirà. I veri Nazisti saranno fucilati, il resto disarmato e mandato a casa. Le loro armi andranno all’LDNR.
  • Le forze dell’LDNR e della Russia avanzeranno in profondità nell’Ucraina, ma solo per eseguire missioni specifiche, dopodiché saranno riportate al confine legale dell’LDNR (con alcune eccezioni possibili per motivi locali specifici).
  • La leadership ucronazista scapperà, e sono possibili scene simili a Kabul. Alcuni verranno catturati.

Il regime Nazista a Kiev verrà cambiato con un altro regime che accetterà un cessate il fuoco russo e l’apertura di negoziati diretti sia con la LDNR che con la Russia. Alla fine, verrà proclamato un cessate il fuoco generale.

Penso ancora che sia probabile un’operazione di terra della NATO (polacca?) nelle regioni di Leopoli e Ivano-Frankivsk. Ufficialmente per “proteggere i nostri alleati e amici” ma in realtà con due obiettivi:

  • Salvare la faccia
  • Istituire un mini-Banderastan sotto il controllo polacco nell’Ucraina occidentale
  • Dar da mangiare alla iena d’Europa [Polonia]

Il Cremlino potrebbe pensarla diversamente, ma non ho problemi fintanto che un regime semicivile e semi-sano sarà al potere a Kiev.

Ci saranno elezioni, ovviamente, che nessuno in Occidente riconoscerà inizialmente. Va bene. Nessuno in Russia si preoccupa dello Zio Shmuel o dei suoi euroroditori.

Ora Biden (mi sono costretto ad ascoltarlo, di nuovo!) sta scimmiottando Obama, e promette che le sanzioni infernali paralizzeranno la Russia. Bernhard, a Moon of Alabama, ha fatto oggi un commento interessante [in inglese]: “Il mercato azionario russo è in ribasso ma oro, petrolio e gas sono in rialzo, e la Russia finora non ha perso denaro”. Sono sicuro che ha ragione.

E sì, nel breve e medio termine, le sanzioni avranno anche alcuni effetti negativi su alcuni settori dell’economia russa. Tuttavia, a medio e lungo termine, penso che i costi energetici forniranno alla Russia una vera manna di denaro. Alla riunione del consiglio di sicurezza russo, Mishustin sembrava essere completamente rilassato, concentrato e calmo.

Inoltre, come ho detto ieri, il recente aumento dei prezzi dell’energia nell’ultimo mese ha già rimborsato alla Russia tutti i soldi investiti nel Nord Stream 2, e questo PRIMA delle cause legali (inevitabilmente imminenti) contro la Germania 🙂

In un recente post ho “riconosciuto” sia al Presidente Biden che al Cancelliere Scholtz di aver fatto tutto il possibile per costringere la Russia a intervenire.

Oggi voglio riconoscere il contributo davvero immenso dello stesso “Ze” e dei pazzi Nazisti che lo circondano. È stato il primo a menzionare che il Banderastan voleva acquisire armi nucleari. I pazzi Nazisti del regime ucraino e dei social media hanno immediatamente colto questa idea davvero “brillante”.

Voglio ringraziare sinceramente “Ze” in particolare per:

Francamente, “Ze” ha fatto molto per la Russia, e penso che Putin dovrebbe lasciarlo fuggire in Occidente. Ma l’unico tizio che voglio vedere in manette e processato a Odessa è Aleksei Goncharenko.

Sì, ho detto a Odessa, vero?

Il che mi porta ad un’altra possibilità: la Russia non può lasciare la costa del Mar Nero ucraino sotto nessun tipo di controllo Nazista o pro-NATO. Si spera che il prossimo regime al potere a Kiev possa farsene una ragione, e la Russia possa aiutare se necessario. Ma in caso contrario, penso che la Flotta del Mar Nero potrebbe dover condurre le operazioni necessarie per assicurarsi che nessuna parte della costa del Mar Nero venga mai più utilizzata per minacciare di nuovo la Russia.

Preferirei MOLTO che il popolo ucraino pulisse la propria casa da solo. Ma se non può, allora, va bene, la Russia può aiutare con il suo intervento temporaneo.

In effetti, mi oppongo categoricamente a qualsiasi intervento russo a lungo termine in Ucraina al di là dell’LDNR. Non credo che accadrà comunque. Ma un’operazione di denazificazione a breve termine potrebbe essere inevitabile, e lo accetto.

Putin non aveva più alcuna buona opzione. La Russia, come nazione, non aveva più buone opzioni. Quindi hanno scelto “l’opzione meno negativa” possibile. Finora, mi piace molto quello che vedo.

Ma mentre gli attacchi iniziali ora sono per lo più finiti, ci vorrà del tempo per liberare, disarmare e stabilizzare l’LDNR e i territori ucraini ad essa adiacenti.

Inoltre, non riesco ad immaginare che la CIA/MI6/Bellingcat/CNN e il resto di loro non eseguano almeno UN grande attacco sotto falsa bandiera di qualche tipo. Non perché questo cambierà qualcosa, ma perché è quello in cui sono (un po’) bravi.

Ultimo, e volutamente meno importante, la UE ha chiuso. L’UE è sempre stata una colonia degli Stati Uniti, ma ora affonderà ad un nuovo minimo, con gli europei che perderanno qualsiasi residuo, per quanto piccolo, rispetto di sé che avrebbero potuto conservare. D’ora in poi, l’UE è la puttana frocia di Zio Shmuel (scusate le parolacce, ma questo è ciò che si adatta meglio, secondo me). Posso dire solo questo: chi non ha rispetto di sé non può aspettarsi di essere rispettato dagli altri.

Questo è tutto da parte mia.

Tocca a voi.

Saluti

Il Saker

*****

Pubblicato su The Saker.is il 24 febbraio 2022
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

[le note in questo formato sono del traduttore]

Condivisione: