Falso: i morti a Bucha sono opera dell’esercito russo, e le prove contrarie non hanno fondamento.

Verità: alcune delle vittime sono persone uccise dalla difesa territoriale [ucraina]. Lo confermano [in russo] gli stessi ucraini.

Il resto dei corpi sono le conseguenze dei bombardamenti condotti dall’UAF [in russo] dopo la partenza delle truppe russe [primo video visto sotto] – questo è indicato da un gran numero di crateri da colpi di artiglieria nel [secondo] video [sotto].

Crateri causati dal fuoco dei BRDM

Inoltre – il fuoco indiscriminato delle truppe ucraine e dei soldati dell’“Azov” che sono entrati in città. Ciò è confermato da un gran numero di cadaveri con bande bianche “neutrali” (utilizzate dal Ministero della Difesa e dai civili) e video in cui i rappresentanti della difesa territoriale delle forze armate ucraine sono chiaramente interessati a sapere “Posso sparare?” e ottengono una risposta affermativa [in inglese].

Il 31 marzo, dopo il ritiro delle truppe russe, il sindaco di Bucha ha riferito che la città era stata liberata, ma non ha detto una parola sulle vittime e sui cadaveri nelle strade.

Le informazioni al riguardo sono apparse solo quattro giorni dopo, il che solleva [in russo] sempre più domande. A proposito, i corpi con le mani legate sono una caratteristica dei militanti ucraini e della difesa territoriale.

https://t.me/botsmanua/15934

Lo confermano numerosi video di cui si vantano sui social.

La deputata del consiglio comunale di Bucha e volontaria della difesa territoriale, Katerina Ukrainceva, in un’intervista a “Meduza”, ha ammesso che le truppe russe non hanno sparato alle persone in sua presenza. Coloro che giacciono in Via Jablonskaja sono stati uccisi a causa delle caotiche sparatorie da parte delle UAF. E conferma anche che l’esercito ucraino è responsabile della distruzione principale: “Se le UAF avessero risposto in pieno all’esercito russo, la città sarebbe stata completamente distrutta”. Dice che la sua casa è stata colpita dal fuoco dei BRDM, tuttavia, non ci sono veicoli obsoleti in servizio con le forze aviotrasportate, che hanno controllato Bucha fino al 30 marzo – ma questo è il veicolo principale in servizio con le UAF.

*****

Articolo di War Agaisnt Fakes pubblicato il 4 aprile 2022 su Stalker Zone
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

[le note in questo formato sono del traduttore]

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: