I pagliacci del regime di Kiev appoggiato dall’Occidente eccellono almeno in una cosa. Le farse politiche. Ogni volta che il presidente Volodymyr Zelenskyj – un ex comico televisivo – e il suo regime, fanno un annuncio è come guardare i pagliacci che si schiantano in faccia torte alla crema.

L’ultima gaffe è la presentazione della divisa da calcio della nazionale ucraina per il Campionato Europeo UEFA, [in inglese] decorata con uno slogan dell’era Nazista: “Gloria all’Ucraina! Gloria agli eroi!

Il torneo di calcio prende il via questa settimana e dura un mese, attirando il pubblico televisivo globale, che senza dubbio avrà qualcosa a cui pensare sul passato oscuro e sporco dell’Ucraina come complice dei Nazisti. E quel passato è molto vivo nel presente, come dimostrano la nuova divisa da calcio e il suo slogan “Gloria agli eroi”. I sostenitori occidentali del regime di Kiev staranno digrignando i denti.

Questo era il grido di battaglia dei paramilitari ucraini guidati da Stepan Bandera che hanno collaborato con le SS Naziste durante la Seconda Guerra Mondiale per sterminare milioni di loro compatrioti e il popolo russo.

Lo slogan è stato ripreso dai militanti Neonazisti che hanno preso il potere a Kiev nel 2014, dopo un violento colpo di Stato contro un presidente eletto che aveva mantenuto relazioni amichevoli con la Russia. Il colpo di Stato è stato sostenuto in modo cruciale dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea. In effetti, la CIA è implicata nei colpi di cecchini sotto falsa bandiera contro decine di manifestanti e agenti di polizia in Piazza Maidan il 20 febbraio 2014, dei quali è stato incolpato il governo in carica, e l’evento, come falsamente riportato dai media occidentali, è stato fondamentale per rovesciare le autorità esistenti.

Così le potenze occidentali, che proclamano costantemente di sostenere la democrazia e lo Stato di Diritto, hanno contribuito a riportare il fascismo [in inglese] nel continente europeo con il loro sostegno al regime di Kiev.

E non c’è da stupirsi che il popolo di etnia russa della Crimea abbia successivamente votato per la secessione [in inglese] e l’adesione alla Federazione Russa nelle settimane successive al colpo di Stato che ha portato i Banderisti al potere. Il popolo di Crimea ha sofferto terribilmente sotto i Nazisti e i loro squadroni della morte ucraini. Lo stesso vale per il popolo della regione sudorientale del Donbass in Ucraina intorno a Donetsk e Lugansk, che si sono rifiutati di riconoscere la legittimità degli impostori di Kiev e hanno stabilito le proprie repubbliche autonome. Le repubbliche separatiste sono costantemente bombardate dai militari di Kiev in violazione di un presunto cessate il fuoco.

I governi occidentali capovolgono la realtà e accusano Mosca di “annessione” della Crimea – un’antica parte della Russia che ha votato democraticamente in un referendum per l’adesione alla Federazione Russa. L’Occidente accusa la Russia anche di invadere e destabilizzare segretamente l’Ucraina, quando è Washington che ha fornito al regime di Kiev oltre 2 miliardi di dollari in armi dal 2014 e le truppe della NATO stanno collaborando attivamente sul campo con le forze ucraine nella loro offensiva contro il popolo del Donbass.

I media occidentali hanno assiduamente evitato di riferire la cruda realtà dell’ideologia Neonazista popolare tra i politici di Kiev e le sue varie formazioni militari. Il Battaglione Azov [in inglese] è apertamente una moderna reincarnazione dei Fascisti ucraini che si gloria dei crimini del passato Nazista. Ma i media occidentali non riferiscono mai di questi sordidi legami di un regime sostenuto da Stati Uniti, UE e NATO.

Tuttavia, in modo imbarazzante per i loro tutori occidentali, i pagliacci di Kiev hanno appena immerso le loro facce in una torta di schiuma, svelando una divisa da calcio che rende esplicita l’eredità nazista ad un pubblico globale.

Questo è solo l’ultimo esempio di come i buffoni di Kiev non possono fare a meno di cadere da soli con la loro stupida logica e arroganza.

Facciamo un altro esempio: il motivo per cui Kiev dice che il progetto Nord Stream 2 [in inglese] dovrebbe essere fermato. Questo è il gasdotto sotto il Mar Baltico che fornisce gas naturale dalla Russia direttamente alla Germania, riducendo così la dipendenza dall’Ucraina come via di transito.

A road sign directs traffic towards the Nord Stream 2 gas line landfall facility entrance in Lubmin, north eastern Germany, on September 7, 2020.

Un cartello stradale dirige il traffico verso l’entrata dell’impianto del gasdotto Nord Stream 2 a Lubmin, Germania nordorientale, il 7 settembre 2020.

Il Presidente Zelenskyj ha recentemente fatto l’assurda osservazione che la riduzione delle tasse di transito pagate dalla Russia avrebbe impedito al regime di Kiev di mantenere le sue forze armate. L’implicazione prevista è che l’Ucraina sarebbe poco difesa contro la presunta “aggressione russa”.

Non si può essere più ridicoli di così. Il regime di Kiev che l’Occidente ha installato nel 2014 ha fatto di tutto per impedire il regolare flusso di gas dalla Russia all’Europa. Ciò è dovuto alla sua posizione monopolistica di avere oleodotti attraverso il suo territorio verso l’Europa, e anche a causa della sua ostile ideologia antirussa.
Ora che la Russia ha legittimamente ridotto la sua dipendenza dalla rotta terrestre ucraina aprendo il gasdotto Nord Stream 2, il regime di Kiev si lamenta di aver perso miliardi di dollari di tasse di transito.

E poi, rigirandosi la torta alla crema in faccia, Zelenskyj afferma che la perdita finanziaria ridurrà le spese per l’esercito ucraino e i paramilitari neonazisti che stanno bombardando senza sosta la regione del Donbass e vanificando ogni possibilità di trovare un accordo pacifico per i sette anni di guerra civile.

Il comico di Kiev diventato presidente vuole soldi russi per finanziare l’aggressione contro il popolo di etnia russa e per continuare un conflitto che sta mettendo in pericolo la pace in Europa.

Chi ha bisogno di una “propaganda” russa intelligente, quando l’Occidente e la sua troupe circense si accusano da soli?

*****

Articolo di Finian Cunningham pubblicato su Sputnik International il 7 giugno 2021
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

[le note in questo formato sono del traduttore]

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: