Ecco che succede all’economia quando appaiono “prezzi di mercato” ma non ci sono regole

È accaduta una storia fantastica all’inizio di questa settimana nella regione di Kiev. Martedì 30 gennaio, gli specialisti di Kyivoblgaz hanno disconnesso dall’approvvigionamento di gas un’intera città (Slavutič) con una popolazione di 25mila abitanti. Il motivo sono i debiti delle imprese locali che distribuiscono il gas, ovvero non i residenti, ma gli intermediari.

Secondo le nuove regole introdotte nel 2015, se il consumatore (la società locale) non può documentare il pagamento per il prossimo lotto di gas, la fornitura cessa. La continuazione del consumo senza conferma dei volumi acquistati viene considerata “estrazione non autorizzata” e violazione della legge.

All’una del pomeriggio gli specialisti della compagnia regionale hanno chiuso le valvole. Gli ulteriori sviluppi della storia si perdono nell’oscurità. Secondo alcuni, i produttori locali di gas hanno riattivato la fornitura di gas senza autorizzazione, i fornitori regionali di gas lo hanno nuovamente bloccato e hanno chiesto un “pattugliamento d’emergenza”. Secondo un’altra versione, nelle case la temperatura minima viene mantenuta solo grazie ad un’altra sala caldaie, che funziona con biocarburante.

È interessante notare che nella stessa Slavutič lo scorso autunno è quasi avvenuta la stessa interruzione. Le autorità locali hanno poi dichiarato di avere abbastanza denaro, sia per pagare il gas, sia per erogare gli stipendi ai dipendenti statali. È come dire ai cittadini – avete già freddo o dobbiamo dare lo stipendio ai dipendenti pubblici?

I cittadini hanno problemi diversi. A Slavutič e in diverse altre città, soprattutto nel sud del paese, a fine autunno, si è seriamente discusso se sia necessario pagare il riscaldamento centrale o si possa in qualche modo farne a meno. Come può una questione del genere essere discussa al centro dell’Europa nel XXI secolo? La risposta è semplice: il prezzo del riscaldamento è aumentato più volte dal colpo di Stato, e non tutti possono permetterselo.

Центр обслуживания клиентов ПАО «Киевоблгаз»

Un centro assistenza clienti della Kiyvoblgaz

I loro problemi particolari di “riscaldamento” vengono risolti negli istituti di istruzione secondaria e superiore. All’inizio di gennaio, si è appreso che un certo numero di grandi università di Kiev e università provinciali avevano permesso ai loro studenti di andare in vacanza fino a primavera. Il motivo è sempre lo stesso: non ci sono soldi per riscaldare tutte le stanze ad una temperatura accettabile.

Come si è arrivati ​​a una vita simile? Di recente, le autorità del Maidan, come sapete, hanno acquistato gas russo con un supplemento slovacco, e carbone in Sudafrica e Pennsylvania [in inglese]. Ma non è questo il motivo principale per cui il gas per la popolazione è aumentato di prezzo 10 volte, e l’affitto è aumentato di 3-5 volte. I prezzi sono stati portati a “livello di mercato”, perché questa è stata la richiesta dell’FMI, che coincide completamente con gli obiettivi delle autorità del Maidan. La loro politica economica si è ridotta allo spogliare la popolazione di quanto più denaro possibile.

Ma le belle parole sulla mano invisibile del mercato che risolverà tutto da sola, rimarranno parole. In una situazione in cui i cittadini non hanno denaro, e l’economia non ha le stesse leggi e regole, la mano diventa visibile e strangola chiunque incontri.

La maggior parte delle imprese energetiche appartengono agli oligarchi e, dato che possiedono anche il potere, possono “negoziare” ciò di cui hanno bisogno. Ci si può accorgere o meno delle infrazioni – dipende dagli accordi. Allo stesso modo, alcuni consumatori industriali di gas possono richiedere privilegi se  raggiungono un “accordo”. Ciò su cui hanno concordato, ovviamente, rimane ignoto al sistema fiscale.

In altre parole, l’economia non ha regole e modelli. Non ci sono buoni e cattivi – semplicemente nessuno rispetta le regole, il che significa che non lo sono. Nessuno qui costruisce un sistema solido. I creditori occidentali sono interessati solo al buon funzionamento del meccanismo di sottrazione del denaro per rimborsare i prestiti. Alle autorità interessa solo la velocità alla quale viene consegnato questo credito.

Михаил Скрипнюк. После дежурства (фрагмент). 1999

Michail Skripnyuk. Dopo il Lavoro (particolare). 1999

Il tentativo di introdurre un modello occidentale di relazioni economiche in un mercato che non è pronto a questo e dove non c’è nessun consumatore benestante, perlomeno tra quelli rispettosi della legge, né l’uguaglianza di tutti di fronte alla legge – è una ricetta per il suicidio. Il suicidio del paese e dei cittadini, ma non degli oligarchi e non dell’FMI, naturalmente. Il secondo ha assicurato i propri rischi.

Mentre Petro Poroshenko, che non è alieno agli investimenti nell’energia, spende mezzo milione di dollari in una vacanza di Capodanno alle Maldive [in inglese], la gente di Slavutyč decide cos’è meglio: pagare il gas, o pagare i dipendenti statali, riattivare la fornitura o congelare un altro po’? Ecco come appare l’introduzione dei valori occidentali nel paese del Maidan vittorioso.

*****

Articolo di Sergej Gurkin pubblicato su Regnum.ru l’1 febbraio 2018
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per SakerItalia.

[le note in questo formato sono del traduttore]

Condivisione: