Un documentario di Vladimir Soloviev sul Nuovo Ordine Mondiale, su ciò che sta accadendo, sul mondo che abbiamo ereditato, e che lasceremo ai nostri figli. I testimoni interpellati vanno da Julian Assange a Pervez Musharraf, da Emir Kusturica a Lord David Owen.

Nella quarta parte si illustra il passaggio in corso da un mondo unipolare a multipolare, con le tensioni e i conflitti che comporta il passaggio. Su questo V.V. Putin sottolinea col suo interlocutore l’importanza (tutta russa) della spiritualità, di far parte di uno Stato che “sta dalla parte giusta”, con però la necessità di non imporrei propri valori agli altri (come avvenne invece in epoca sovietica); e di  come sbagliano i “partner americani” a voler mantenere il loro dominio solo umiliando la controparte, con la violenza: nessun partner, solo servi e nemici.

E poi il pericolo dello “Stato Islamico”, per la Russia, gli stessi Paesi musulmani, e per il Mondo. E interessante, ancor più dato il personaggio, il discorso sulla moralità di Shimon Perez.

*****
Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it