Blog

La mistica offensiva ucraina su Kherson non c’è stata e non ci sarà

Si è parlato molto nei media “occidentali” di un’offensiva ucraina nella regione meridionale di Kherson. Tuttavia, la maggior parte delle affermazioni sembrano sconnesse dalle realtà osservabili sul campo. Lo sguardo dettagliato che segue mostra il fatto che non esiste un’offensiva del genere e che ci sono poche possibilità che ce ne sarà mai una. La presunta offensiva è stata per mesi un punto di discussione centrale [tutti i link in

La ‘danza ritmica’ della nostra economia fisica reale

La modernità occidentale dipende da combustibili fossili a buon mercato. Se questi si riducono, anche le nostre economie si ridurranno, ad un livello non ottimale. Il poeta WB Yeats usava spesso nei suoi scritti due vecchi termini folkloristici irlandesi: “thrall” e “glamour”. Essere in preda [in inglese “in thrall”] a qualcosa significava che una persona era completamente sopraffatta da un “magnetismo” inspiegabile che emanava nel suo mondo e nella cui

Perché non pubblico più mappe sulla situazione in Ucraina, e alcune altre questioni

Un lettore, di recente, mi ha chiesto perché non ho più pubblicato alcuna mappa sulla situazione militare in Ucraina, e questa è una domanda giusta a cui risponderò di seguito. Ci sono alcune ragioni, ma la principale, e più ovvia, è questa: a differenza del primo mese o due dell’Operazione Militare Speciale ci sono pochissime modifiche per cui valga la pena di mostrarle su una mappa. Questo NON vuol dire

Tutti noi *dobbiamo* parlare in difesa di Graham Phillips

Cari amici, Dopo aver visto e poi postato questo video [in inglese] di Graham Phillips mi sono talmente disgustato da ciò che gli viene fatto dalle autorità britanniche che ho deciso di contattarlo e di fargli alcune domande molto basilari sulla sua situazione, nella speranza di presentarlo ad un pubblico più vasto, di dare visibilità al suo caso e di cercare di offrirgli il più ampio appoggio possibile. Così ho

Sitrep con Stefano Orsi Nr.125

Cominceremo come sempre dai fronti attivi in Ucraina per poi parlare brevemente della situazione in Azerbaijan e a Taiwan, dopo l’arrivo e la partenza di Nancy Pelosi.

Nancy sfida il dragone cinese, e vince?

Quindi, sembra che la Pelosi sia sbarcata a Taiwan. Questa è un’ENORME vittoria per gli invincibili Stati Uniti, e la Cina, con tutte le sue vuote minacce, ha perso la faccia. Sono così quei comunisti malvagi: capiscono solo il linguaggio della forza e, quando affrontati dalle forze unite della democrazia, cedono. Giusto? Giusto?! Beh…… Sì, se la tua esperienza in relazioni internazionali, questioni militari e Cina (o Russia) deriva dalla

La scarsa qualità delle armi tedesche sta facendo perdere l’Ucraina

Il settore della Difesa tedesco ha fatto di tutto per conquistare una maggiore quota di mercato a livello internazionale, e competere con leader del settore radicati come gli Stati Uniti e la Russia, anche se spesso con discutibili successi. Interrogativi sulla qualità [in inglese] degli armamenti tedeschi sono stati sollevati ripetutamente con le prestazioni di diversi tipi di sistemi citati come esempi. Più di recente, il media tedesco Der Spiegel

Vostok 2022 ha grandi messaggi da dare

Martedì scorso l’annuncio del Ministero della Difesa russo delle esercitazioni di comando strategico Vostok-22, dal 30 agosto al 5 settembre, dà un grande messaggio all’Occidente in termini politici e militari. L’annuncio diceva: “Oltre alle truppe (forze) del Distretto Militare Orientale, in queste manovre saranno coinvolte unità delle truppe aviotrasportate, dell’aviazione a lungo raggio e dell’aviazione militare da trasporto, nonché contingenti militari di altri stati”. Se ci sarà una partecipazione da

Per quelli che stanno per scatenarsi, il NAM 2.0 vi saluta

NAM 2.0 – di cui la Cina è un attore chiave – è in netta opposizione a come l’Impero del Caos – e delle Bugie – ha tessuto la sua rete tossica, attraverso la guerra al terrore, dall’inizio del millennio. Quelli erano i giorni, nel 1955, quando alla conferenza leggendaria di Bandung, in Indonesia, il Sud Globale da poco emancipato iniziò a sognare la costruzione di un nuovo mondo, mediante