Ucraina

La Russia si vendica degli attacchi ucraini alle reti elettriche controllate dai russi

Un tipico attacco statunitense ad un paese straniero inizia con uno sciame di missili da crociera che mette fuori uso le infrastrutture di base del paese. L’attacco statunitense all’Iraq e ad altri paesi ha dimostrato che l’elettricità e l’acqua vengono meno nei primi giorni di una guerra condotta dagli Stati Uniti. In oltre 200 giorni, l’Operazione Militare Speciale russa in Ucraina non ha mai attaccato le infrastrutture di base del

La “controffensiva” ucraina è stata un’invenzione dei media per sollevare il morale di Kiev

L’avanzata delle truppe ucraine sui territori occupati dalle forze russe ha suscitato entusiasmo in Occidente. I media filo-ucraini hanno iniziato ad annunciare che Kiev aveva eseguito con successo un’importante controffensiva militare, sconfiggendo i soldati russi, riconquistando il territorio e avanzando rapidamente verso una possibile “vittoria”. Tuttavia, questo tipo di comportamento irresponsabile da parte dei media non è riuscito a dimostrare ciò che stava effettivamente accadendo. Diverse operazioni ucraine sono state

La SMO russa alla prova della realtà

La realtà sul campo dell’SMO della Russia è molto diversa dalla recita quotidiana di cattiva informazione dei media tradizionali approvata dallo stato e dalla spazzatura della disinformazione. Eppure, di tanto in tanto, in rari momenti, un raggio di sole irrompe attraverso la narrativa ufficiale fabbricata per mettere le cose in chiaro sulla realtà sul terreno. Il 7 settembre, John Hudson del Washington Post ha fornito in parte un esempio in

Diana, 74 anni, torturata e picchiata per tre ore dai servizi segreti ucraini

Tratta dal lungo elenco dei martiri del Donbass, ecco la storia di Diana Prokofevna Nikiforova, residente nella regione di Liman, classe 1941. Così come la grande maggioranza della popolazione della regione, Diana ha partecipato al referendum del maggio 2014, organizzato in tutto il Donbass, e che ha incontrato un grandissimo entusiasmo popolare. La questione posta era molto semplice: la proclamazione della Repubblica Popolare di Donetsk e la secessione dall’Ucraina completamente

“La Battaglia per Kherson”: lutto in Transcarpazia, le truppe ucraine hanno lasciato Chernigov, gli USA hanno capito il loro errore

Le prime interessanti conclusioni sono emerse dalla fallita offensiva dei “difensori dell’Ucraina” sul fronte meridionale. Il “Team Ze” nasconde le enormi perdite della UAF in direzione Kherson. L’Istituto per lo Studio della Guerra (ISW), che si è trasformato in un deposito di informazioni banderista, sta cercando di aiutare il regime di Kiev in questo caso assurdo. I suoi esperti stanno esortando disperatamente l’Occidente e gli ucraini a non considerare la

Le forze russe hanno preso l’iniziativa sul fronte di Kherson

Il 2 settembre, la situazione sulla linea del fronte meridionale in Ucraina era relativamente calma. Le forze armate ucraine hanno quasi interrotto i loro tentativi di attaccare le posizioni militari russe, raggruppando le loro forze. Nel frattempo, l’esercito russo ha preso l’iniziativa e ha continuato la controffensiva. L’area vicino ad Andreevka rimane una delle sezioni più pericolose del fronte di Kherson. Le forze aerospaziali russe hanno distrutto il posto di

Tanti ringraziamenti, un aggiornamento della SMO e bella musica per il fine settimana!

Innanzitutto, la mia più profonda gratitudine a tutti voi! Voglio iniziare il resoconto di oggi ringraziando tutti coloro che si sono messi a disposizione per aiutare me e il blog.  Nonostante i tempi duri dell’economia, molti di voi hanno inviato donazioni, si sono offerti come volontari e, ultimo ma non meno importante, hanno pregato per me.  Naturalmente le vostre donazioni mi aiuteranno finanziariamente, ma è il vostro sostegno morale che

Rinforzare il fallimento in Ucraina

Più a lungo durerà la guerra con la Russia, più è probabile che il danno all’Ucraina sarà irreparabile. In una lettera aperta intitolata “Gli USA devono armare l’Ucraina ora, prima che sia troppo tardi” [in inglese] 20 importanti sostenitori americani della guerra contro la Russia in Ucraina affermano che il conflitto è arrivato a un momento decisivo. Per vincere, insistono gli autori, le forze ucraine hanno bisogno di un’abbondanza di

Ucraina – Un rapporto dalla prima linea – Armi straniere in via di estinzione

Alcuni mi chiedono perché leggo il New York Times e altri organi di propaganda prevalentemente “occidentali”. Una ragione ovvia è quella di “conoscere il proprio nemico”, per scoprire cosa la propaganda vuole farci credere. Un’altra è quella di trovare le perle che danno un quadro reale di una situazione e che spesso s’insinuano nei servizi, anche se di solito molto al di sotto dei titoli. Oggi c’è un articolo [in

Fino a Odessa

Dimitry Medvedev, che si gode il suo essere “sbloccato”, ha dettato [in russo] la legge sull’Operazione Militare Speciale. Senza mezzi termini, ha affermato che esiste “uno scenario e mezzo”: o andare fino in fondo, o un colpo di Stato militare in Ucraina seguito dall’ammissione dell’inevitabile. Non esiste un tertium. La leadership di Mosca sta dicendo chiaramente, al pubblico interno e internazionale, che il nuovo accordo consiste nel cuocere a fuoco