Il 6 dicembre 2022 l’esercito ucraino ha continuato il suo bombardamento terroristico del centro di Donetsk, uccidendo otto civili, tra cui Marija Pirogova, deputata del Consiglio Popolare della DPR (Repubblica Popolare di Donetsk), e ferendo altri 20 civili.

Continuando la sua serie di bombardamenti terroristici contro le aree residenziali nel Donbass, ieri l’esercito ucraino si è scagliato contro il centro di Donetsk, lanciando 26 razzi Grad in questa zona puramente civile.

Mappa delle aree interessate:

Bombardements armée ukrainienne sur les civils de Donetsk

Come potete vedere voi stessi scorrendo le diverse aree sulle mappe di Google o Yandex, non c’erano obiettivi militari nelle località prese di mira. Non ci sono postazioni, basi militari, armi nei luoghi bombardati dall’esercito ucraino il 6 dicembre 2022. Solo negozi, edifici universitari, una chiesa, scuole, asili, condomini e un centro giovanile.

I tre bombardamenti coi Grad da parte dell’esercito ucraino contro il centro di Donetsk sono durati dall’ora di pranzo fino a dopo mezzanotte, e hanno causato la morte di otto civili e il ferimento di 20. Una donna è morta in un negozio di abbigliamento e due civili sono morti davanti al centro giovanile della città di Donetsk.

Tra loro c’era Marija (Masha) Pirogova, una giovane deputata del Consiglio Popolare della DPR. La madre di Masha, Maja Pirogova, è una giornalista, come me. Ci conosciamo e ci incrociamo regolarmente da diversi anni. Sua figlia, Masha, aiutava da anni la popolazione della DPR, e io avevo condotto con lei una missione umanitaria. Era una giovane donna con un grande cuore, intelligente e dedita. Lo stesso tipo di personalità di Darija Dugina. E questa giovane donna promettente è stata uccisa dall’Ucraina in un deliberato bombardamento di un’area puramente civile.

A meno che, forse, le autorità ucraine non arrivino a sostenere che un centro giovanile è un’“arma”. È vero che aiutare i giovani a Donetsk in tempo di guerra è pericoloso per l’Ucraina… Per quanto riguarda i negozi di abbigliamento, forse Zelenskyj ci dirà che i soldati russi li usano come base, e che dormono nascosti tra le gonne e le camicette…

E vedo già la scusa ammuffita che tutti i troll filo-ucraini mi hanno detto nell’ultima settimana: “Se la Russia non avesse invaso l’Ucraina, questo non sarebbe successo”. Scusate???

In che modo il fatto che la Russia sia intervenuta nel Donbass giustifica in qualche modo l’esercito ucraino che spara deliberatamente su aree puramente residenziali e uccide intenzionalmente civili, prendendo di mira le vie dello shopping nelle ore di punta? Il lancio dell’Operazione Militare Speciale russa ha annullato il diritto internazionale e la Convenzione di Ginevra? L’esercito russo controlla mentalmente i comandanti ucraini o punta loro una pistola alla testa per costringerli a dare l’ordine di bombardare le aree residenziali di Donetsk? Ovviamente no. La Russia NON è in alcun modo responsabile dei crimini di guerra dell’esercito ucraino. Sono i comandanti ucraini che danno questi ordini criminali, e i soldati ucraini che eseguono questi stessi ordini criminali che sono colpevoli e responsabili di queste morti civili.

Aggiungo che l’Ucraina non ha aspettato l’intervento della Russia il 24 febbraio 2022 per colpire deliberatamente aree puramente civili del Donbass. Va avanti da otto anni e mezzo! Tre giorni prima dell’intervento russo tre civili sono stati uccisi in un giorno dai bombardamenti dell’esercito ucraino su aree dove non ci sono soldati, postazioni o armi. Quindi qual è la scusa dell’esercito ucraino per queste morti?

Le persone che mi raccontano questa stupida scusa credono davvero a questa patetica bugia? Vi allevia davvero la coscienza? Credete che questa giustificazione ridicola vi assolva e vi permetta di continuare a sostenere l’Ucraina senza rendervi complici dei suoi crimini di guerra? Potete chiudere gli occhi quanto volete per evitare di vedere il sangue che è sicuramente sulle vostre mani, come su quelle dei soldati ucraini e delle autorità di Kiev.

Voi che sostenete l’Ucraina e cercate tutte le scuse del mondo per giustificare i crimini di guerra dell’esercito ucraino, avete il sangue di Masha, della piccola Veronika, della piccola Katija, e di migliaia di altri civili, tra cui più di cento bambini, sulle mani, proprio come i soldati ucraini che hanno sparato i proiettili o i razzi che li hanno uccisi! E affermare che la Russia è responsabile dei crimini di guerra dell’esercito ucraino non vi assolverà, né vi salverà dal dover pagare il prezzo per aver sostenuto il terrorismo dell’Ucraina.

*****

Articolo di Christelle Néant pubblicato su Donbass Insider l’8 dicembre 2022
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: