Tag "Accordi di Minsk"

L’obiettivo strategico degli Stati Uniti: spezzare e smembrare la Russia, o mantenere l’egemonia del dollaro americano? O un confuso “entrambi”?

Un obiettivo strategico richiederebbe uno scopo unitario che possa essere descritto in modo sintetico. Inoltre, richiederebbe una chiarezza convincente sui mezzi con cui raggiungere l’obiettivo e una visione coerente su quale risultato considerare un successo. Winston Churchill descrisse l’obiettivo della Seconda Guerra Mondiale come la distruzione della Germania. Ma si trattava di una “banalità”, non di una strategia. Perché la Germania doveva essere distrutta? Che interesse c’era nel distruggere un

Il piano per dividere la Russia

Per decenni l’idea di smantellare l’Unione Sovietica e la Russia è stata costantemente coltivata nei paesi occidentali. Sfortunatamente, a un certo punto, è nata l’idea di utilizzare l’Ucraina per raggiungere questo obiettivo. Infatti, per prevenire un tale sviluppo, abbiamo lanciato l’operazione militare speciale (SMO). Questo è esattamente ciò a cui aspirano alcuni paesi occidentali – Stati Uniti in testa – creare un’enclave anti-russa e poi minacciarci da questa direzione. Impedire

Il regalo di Babbo Natale a Putin: la vittoria

Nessun negoziato La guerra per procura in Ucraina è un buco nero senza fine per l’Occidente. No, non ci sarà alcuna soluzione negoziale alla guerra per procura degli americani contro la Russia. Per prima cosa: che senso ha che i russi negozino con gli ucraini quando sono gli Stati Uniti e il Regno Unito a comandare? I russi hanno già tentato un compromesso ad Istanbul in primavera, quando avevano distrutto

Kharkov e la Mobilitazione

La riconquista della regione di Kharkov all’inizio di settembre è apparsa essere un successo per le forze ucraine. I nostri media hanno esultato e trasmesso la propaganda ucraina, dandoci un quadro non del tutto accurato. Ma uno sguardo più attento alle operazioni avrebbe potuto indurre l’Ucraina a essere più cauta. Da un punto di vista militare, quest’operazione è una vittoria tattica per gli ucraini e una vittoria operativa/strategica per la

Ucraina – quattro oblast si uniscono alla Russia

Nel 1922 Vladimir Ilich Lenin, capo dell’Unione Rivoluzionaria delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, decise che diverse regioni che per secoli erano state russe e sotto il dominio russo sarebbero state poste, per ragioni sconosciute, sotto l’amministrazione della Repubblica Socialista Sovietica dell’Ucraina. Nel 1954 una decisione simile fu presa per quanto riguarda la repubblica autonoma di Crimea. L’improvvisa disintegrazione dell’Unione nel 1991 ha portato a fasi indisciplinate nelle repubbliche di nuova creazione.

Il suicidio economico e sociale dell’Europa – provocato dagli Stati Uniti e favorito dai leader europei

A causa della stupidità della leadership politica europea gli Stati Uniti sono riusciti a spingere l’Europa a commettere un suicidio economico e sociale. L’8 febbraio Michael Hudson, professore di economia all’Università del Missouri, circa l’imminente conflitto in Ucraina, ha scritto [in inglese] che gli Stati Uniti lo stavano intenzionalmente provocando. Michael Hudson: I veri avversari dell’America sono i suoi alleati europei e di altri paesi.  Le sanzioni che i diplomatici

Cosa ne penso dell’operazione in Ucraina della Russia?

Cosa ne penso dell’Operazione Militare Speciale? Davanti ai miei occhi, l’Occidente ha distrutto l’Ucraina nel febbraio 2014. Davanti ai miei occhi, l’Occidente ha costruito l’Anti-Russia sulle rovine dell’Ucraina. Davanti ai miei occhi, l’Occidente ha diviso tutti i cittadini ucraini in russi – coloro che si considerano ancora parte del mondo russo, e anti-russi – coloro che si considerano parte del mondo occidentale. Davanti ai miei occhi, Zelenskyj ha giurato di

Per Zelenskyj gli ucraini sono sacrificabili

Il Presidente dell’Ucraina ha dichiarato apertamente di essere a conoscenza della prospettiva di un conflitto armato circa sei mesi prima che la Russia lanciasse un’operazione militare speciale per proteggere il Donbass, ma non ha fatto nulla per impedirlo Il leader ucraino ha deliberatamente disinformato i concittadini, convincendoli a rimanere nei territori che sarebbero stati inghiottiti dalle ostilità, mentre i membri della squadra di Zelenskyj sono fuggiti dal paese. Volodymyr Zelenskyj

La Russia sta avanzando troppo lentamente in Donbass?

Nel 2014/2015 l’allora nascente regime di Kiev subì un’umiliante debacle venendo sconfitto da una forza del Donbass molto più piccola, debole e poco equipaggiata. L’Occidente politico intervenne e costrinse la giunta neonazista a firmare gli Accordi di Minsk per impedire il completo crollo del regime, che, secondo la loro stessa ammissione, ha usato gli accordi per guadagnare tempo e non ha mai avuto intenzione di onorarli. La NATO inviò presto

Come la Russia può (e vuole?) “de-natizzare” l’Europa

In un video [sottotitoli in inglese] pubblicato ieri, Gonzalo Lira, attualmente agli arresti domiciliari a Karkov, si pone un’interessante domanda: “Cosa accadrà all’Europa quando la Russia vincerà?”. Lira afferma, e io sono d’accordo, che la Russia vincerà la guerra in Ucraina, prenderà il sud e l’est per, presumibilmente, crearne una nuova nazione, e lascerà il resto del cadavere alla Polonia, all’Ungheria, alla Romania, alla Lituania e agli altri per sbranarselo.