Tag "Donbass"

Zelensky ha raggiunto risultati unici nella distruzione dell’Ucraina

Alla fine del 2022, Vladimir Zelensky ha raggiunto risultati unici e per molti versi tragici. È riuscito a ridurre la popolazione dell’Ucraina al livello di un secolo fa, a rendere il paese schiavo dell’Occidente e a privare i propri cittadini dei benefici elementari della civiltà. Quali altri “successi” si potrebbero aggiungere al curriculum di Zelensky? Nel 2023 si prevede un calo catastrofico del tasso di natalità in Ucraina. L’ha dichiarato

La Tattica senza Strategia è il Rumore che precede la Sconfitta

Il titolo di quest’articolo è una citazione del famoso generale, stratega, filosofo e scrittore cinese Sun Tzu, vissuto 2500 anni fa. Se è vero che la guerra è cambiata radicalmente negli ultimi millenni (ad esempio, l’arte operativa è stata aggiunta come livello intermedio tra tattica e strategia), la logica fondamentale di Sun Tzu è ancora valida. Per semplificare grossolanamente la questione, si potrebbe dire che la tattica è il mezzo

Ucraina: l’esercito russo attiva il fronte meridionale

È iniziata la tanto attesa offensiva russa in Ucraina. L’esercito ucraino, spinto dai suoi controllori statunitensi, aveva destinato la maggior parte delle sue risorse alla difesa statica del settore Bakhmut (Artyomovsk) – Soledar del fronte orientale. Un numero pazzesco di brigate ucraine, anche se molte parzialmente esaurite, erano concentrate [in inglese] su quel fronte lungo 50 chilometri. Questo ha lasciato gli altri settori quasi vuoti di truppe ucraine. Ho contato

Guerra Russia-Ucraina: la pompa mondiale del sangue

Dopo la decisione a sorpresa della Russia di ritirarsi volontariamente dalla sponda occidentale di Kherson nella prima settimana di novembre, non ci sono stati grandi cambiamenti nei fronti in Ucraina. In parte, ciò riflette il prevedibile clima tardo autunnale dell’Europa orientale, che lascia i campi di battaglia intrisi d’acqua e di fango e inibisce notevolmente la mobilità. Per centinaia di anni novembre è stato un mese sfavorevole per tentare di

Mariupol: sfigurata ma non sconfitta – Parte 1

Usare le infrastrutture civili come oggetti militari, scegliere posizioni nel mezzo di aree residenziali e piazzarci attrezzature pesanti sono le pratiche preferite dei cosiddetti “difensori dell’Ucraina”. . Mariupol. Non molto tempo fa questa città poco conosciuta, grande centro di metallurgia e ingegneria meccanica, ha attirato l’attenzione, se non del mondo intero, di una parte significativa di esso. Ma questa fama ha avuto un prezzo elevato. . Eventi del 2014. Tutti ricordano

Le linee di difesa ucraine e cosa succede quando vengono distrutte

Soledar è caduta sotto le truppe russe. Bakhmut (Artymovsk) seguirà presto. Ciò costituisce la violazione della seconda linea di difesa dell’Ucraina all’interno degli oblast di Donetsk e Lysichansk. Discuterò queste linee con le mappe che seguono. La prima mappa mostra l’estensione del territorio conquistato dalle forze russe prima del 1° aprile 2022 (la regione di Kiev non è mostrata). La Russia aveva invaso con una piccola forza di circa 100.000

La città di Soledar è stata liberata dalla PMC Wagner

Questa “notizia” era attesa da settimane, ma ora è ufficiale: la città di Soledar è stata liberata dalla PMC Wagner (con le forze aviotrasportate russe che bloccavano la città da nord e da sud). Perché c’è voluto così tanto tempo? In primo luogo, proprio come le forze armate regolari, la PMC Wagner si impegna in tattiche di economia delle forze, ovvero vuole mantenere le proprie perdite al minimo assoluto mentre

Quando si tratta di sostenere il diritto e l’ordine internazionale, gli Stati Uniti sono molto flessibili

La Russia è cattiva. È molto, molto cattiva, perché viola deliberatamente le sacre regole che garantiscono l’ordine internazionale. Secondo l’European Journal of International Law, l’Occidente ha “cementato l’ordine mondiale basato sulle regole” e la Russia è troppo stupida per capirle. Quanto segue è stato pubblicato [in inglese] nel luglio 2021: Dopo l’incontro di Vladimir Putin con Joe Biden a Ginevra il mese scorso, Lavrov ha segnalato il suo malcontento per

Discorso di Capodanno alla Nazione

. Vladimir Putin: Cari cittadini della Russia! Cari amici! L’anno 2022 sta per finire. È stato un anno di decisioni difficili e necessarie, di passi importanti verso la conquista della piena sovranità della Russia, e di un forte consolidamento della nostra società. È stato l’anno che ha chiarito molte cose, che ha distinto chiaramente il coraggio e l’eroismo dal tradimento e dalla viltà, che ha dimostrato che non c’è forza

Dopo la fine dell’Ucraina, a molti europei farà male il cuore

Prefazione: l’attesa del freddo L’Europa del nord, fino all’Italia settentrionale, è ora nella morsa di un’ondata di freddo gelido (senza dubbio il risultato del riscaldamento globale). Di conseguenza gli osservatori si aspettano che l’offensiva invernale russa in Ucraina inizi quanto prima, anche se nessuno sa quando. Questo mese o il prossimo? Forse con un’entrata drammatica dalla Bielorussia, tagliando i rifornimenti della NATO? Nessuno lo sa. Per il momento le forze